Feste a tema: Peter Pan & Trilly

Settimana scorsa abbiamo organizzato per dei clienti una festa di compleanno per due deliziosi cuginetti di 3 anni… Il tema richiesto dai genitori è stato  Peter Pan e Trilly.

La festa si è svolta nel pomeriggio presso una sala ed accoglieva, oltre ad una quarantina di adulti, circa 10/15 bambini. Visto il periodo a ridosso di Carnevale è stato richiesto ai soli bimbi di mascherarsi e, mentre due animatori intrattenevano i più piccoli, i più grandi si godevano buffet e chiacchiere.

Ovviamente ci siamo ispirati alla favola ed alla tematica del bosco creando due differenti Buffet, uno per i dolci ed uno per i salati, con richiami alla storia sia con immagini che con frasi emblematiche.

Festa Peter Pan e Trilly - The WeddingEve, Matrimoni & Eventi

Festa Peter Pan e Trilly - The WeddingEve, Matrimoni & Eventi

Festa Peter Pan e Trilly - The WeddingEve, Matrimoni & Eventi

Festa Peter Pan e Trilly - The WeddingEve, Matrimoni & Eventi

Festa Peter Pan e Trilly - The WeddingEve, Matrimoni & Eventi

Festa Peter Pan e Trilly - The WeddingEve, Matrimoni & Eventi

Festa Peter Pan e Trilly - The WeddingEve, Matrimoni & Eventi

Festa Peter Pan e Trilly - The WeddingEve, Matrimoni & Eventi

Festa Peter Pan e Trilly - The WeddingEve, Matrimoni & Eventi

Festa Peter Pan e Trilly - The WeddingEve, Matrimoni & Eventi

Festa Peter Pan e Trilly - The WeddingEve, Matrimoni & Eventi

Festa Peter Pan e Trilly - The WeddingEve, Matrimoni & Eventi

Festa Peter Pan e Trilly - The WeddingEve, Matrimoni & Eventi

Festa Peter Pan e Trilly - The WeddingEve, Matrimoni & Eventi

Festa Peter Pan e Trilly - The WeddingEve, Matrimoni & Eventi

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Segnaposto Autunnali ed Invernali

Siamo nel pieno della stagione dei matrimoni autunnali ed  invernali ed allora scoviamo qualche idea per segnaposto riconducibili a queste stagioni e scovate tra le meraviglie di Martha Stewart:

Queste escort cards sono davvero simpatiche e di facile realizzazione: bisogna armarsi di cartoncini dai colori autunnali e ritagliare delle sagome di diversi tipi di foglie, come in figura. Su ogni foglia verrà scritto il nome dell’invitato e dietro il numero del tavolo (in America si usa numerare i tavoli diversamente dall’Italia dove diamo dei nomi). Poi prendete una base di polistirolo abbastanza alta e ricopritela di muschio (potete usare quello finto per presepi). Infine infilate nella base diversi rami avendo avuto prima l’accortezza di applicare dei tagli, con l’aiuto di un coltellino affilato, nei vari rami in modo da creare delle fessure dove attaccare le foglie. L’effetto sarà quello di alberi autunnali che stanno perdendo le foglie.

In questo caso utilizzate del cartoncino azzurro ghiaccio da cui ritaglierete dei rettangoli… Strappate la parte superiore per dare l’effetto di una montagna ghiacciata e passateci sopra prima della colla stick e poi una spruzzata di polvere glitterata. I nomi saranno scritti con grafia elegante ed un pennarello argentato o bianco, dietro il numero del tavolo.

Infine disponete le cards, in ordine alfabetico, su una distesa di salgemma abbastanza alta da poter agevolmente sistemare le cards in modo che non cadano.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Feste a tema: giropizza party

Sono di origini napoletane e pertanto non posso sottrarmi all’amore innato per la pizza. Per questo tra le tante feste a tema che ho organizzato non ho voluto privarmi di una festa che si ispirasse al giropizza.

E’ estremamente allegro come tema e non potrà non conquistare i vostri ospiti. Insomma a chi non piace la pizza?

Il segreto è rendere tutto estremamente informale e preparare diversi gusti di pizza per soddisfare tutti i palati e rendere la serata dinamica.

Non è il caso a mio avviso di fare un party in piedi o a buffet. Meglio raccogliere un giusto numero di ospiti, non piu’ di una dozzina, ed organizzare una grande tavolata.

La tavola dovrà essere allegra, partenopea. Io vi raccomando sempre di coordinare il tutto: piatti, bicchieri, tovaglioli. Non lasciate nulla al caso.

E’ meglio usare come centrotavola delle candele e magari qualche piccolo vasetto qua e là con un fiore.

I bicchieri grandi, da birra che ovviamente dovrete servire a volontà insieme a soft drinks.

Passiamo alle pizze: una volta che avete molta pasta della pizza pronta (potete prepararla due o tre ore prima della festa o comprarla in grandi quantità già preparata) potete cimentarvi in diverse preparazioni. Ovviamente si parte da una classica pizza margherita arricchita magari da mozzarella di bufala e basilico fresco. Poi puntate su diversi tipi di pizza che vi piacciono e possono piacere ai vostri ospiti. Posso dirvi cosa ho preparato per il mio party:

– focaccia con patate e pancetta (su una base di pasta della pizza si dispongono dadini di mozzarella e poi patate e pancetta saltate in precedenza in padella. Si inforna per circa 15/20 minuti a 200 gradi)

– focaccia con zucchine e emmental (su una base di pasta della pizza si dispongono rondelle di zucchine e cipolla passate prima in padella e dopo 10 minuti di cottura si cosparge con emmental grattuggiato che si finisce di cuocere in forno per 10 minuti)

– pizza con salsicce e friarielli (si tratta di due dischi di pasta della pizza con ripieno di cime di rape passate in padella, salsiccia a tocchettini saltate in padella ed infine quadrotti di scamorza)

– pizza con salame, pizza con tonno, pizza ai quattro formaggi

– focaccia di recco (questa non è facilissima da fare, ma postero’ la ricetta)

Le focacce possono essere preparate prima e riscaldate poco prima di servirle, mentre le pizze sarebbe bene cuocerle al momento (del resto non ci vuole piu’ di 15 min) ma potete anch’esse prepararle prima e poi scaldarle.

Per dolce potete scegliere qualcosa di napoletano, per esempio andate in pasticceria e comprate sfogliatine e babà, oppure se si tratta di mesi freddi potete provare a fare una pastiera.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

L’arte del ricevere: il barbecue

Finalmente sta arrivando la bella stagione e questa giornata di sole mi ha fatto pensare ai numerosi barbecue che ho organizzato sulla mia terrazza.

Vediamo quindi come si puo’ allestire un barbecue per ricevere i nostri amici.

Ovviamente sarebbe il caso di disporre di un grande terrazzo o un giardino anche perchè la griglia deve essere disposta non vicino ai commensali per non disturbarli con il fumo: anche se ovviamente il profumo delle leccornie che cuocono è sicuramente molto apprezzato.

Organizzate innanzitutto una grande tavolata oppure se si tratta di molta gente  provvedete ad organizzare diversi tipi di tavolini o punti di appoggio dove i vostri ospiti possono accomodarsi per gustare i cibi e chiacchierare con gli altri avventori.

Anche se si tratta di fatto di una festa informale non lesinate nella cura dei particolari, per esempio utilizzate tovaglie allegre e colorate e non dimenticate dei centrotavola che possono essere fatti con fiori semplici, di campagna magari inseriti in vasetti trasparenti. Anche sui tavolini singoli.

mla102322_0906_party.jpg

mla97934_0806_pitch_plenty.jpg

Per i piatti vi consiglio di usare quelli semplici in ceramica bianca oppure potete puntare su piatti diversi di diversi servizi per creare una confusione elegante. In ultimo se non volete puntare sui piatti dei vostri servizi potete acquistare quelli di plastica. Ce ne sono davvero di molti tipi ma voi scegliete quelli di qualità. A questo punto coordinate il colore dei piatti con il resto della mise en place: tovaglia, tovaglioli, decorazioni.

Trovo davvero carine le posate presentate con questi nastrini fatti di pizzo, ma in carta:

kids_spring06_napkins.jpg

Anche i bicchieri possono essere allegramente ricoperti da carta colorata: questo permetterà ai vostri ospiti di riconoscere il proprio in caso di party in piedi.

mld104812_0709_origami2.jpg

Inoltre potete decorare gli spazi con lampadine colorate o con lanterne:

gt04julmsl_nightlights.jpg

In modo molto divertente le bibite possono essere tenute in fresco in un grosso contenitore di metallo con ghiaccio, cosa ne pensate:

mld103497_0708_bottleopnrs.jpg

mld102612_0707_buckets39.jpg

Passiamo finalmente al cibo: ovviamente in un barbecue non deve mancare cibo da fare alla griglia: quindi hamburger, spiedini, costine, bacon, verdure tagliate a fette (melanzane, zucchine, trevigiana, peperoni), pannocchie.

edf_jul06_side_grilled.jpg

Gli hamburger devono essere presentati nel panino al sesamo con ketchup, insalata, pomodoro. Meglio se accompagnati con patatine fritte, in alternativa preparate una gustosa insalata di patate.

Per accompagnare le pannocchie non deve mancare il burro salato così come per accompagnare la restante carne una deliziosa salsa barbecue: potete trovarla al supermercato oppure prepararla voi stessi. La ricetta non è affatto difficile:

  • 1 bottiglia (24 once) ketchup (circa 3 tazze)
  • 1 tazza di aceto di sidro
  • 1/2 tazza di melassa senza aggiunta di solfiti
  • 2 cucchiai di salsa Worcestershire
  • 1 tazza di acqua
  • 1 cucchiaio di paprika
  • 1 cucchiaio di cipolla in polvere
  • 1 cucchiaio di senape in polvere
  • 1 cucchiaino di aglio in polvere
  • 1/2 cucchiaino di pepe nero
  • 1/4 a 1/2 cucchiaino di pepe di Caienna

Unire tutti gli ingredienti in una casseruola media. Portate ad ebollizione, ridurre la fiamma e cuocete a fuoco lento fino a quando la salsa è addensata e ridotta di un terzo,  per circa 30 minuti. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente prima di utilizzare.

Ovviamente non fate mancare nemmeno ketchup, maionese e senape oltre ovviamente a olio d’oliva e aceto balsamico sulla vostra tavola.

mld103986_0708_decantings.jpg

Poi servite del pane gustoso a fette oppure meglio della focaccia tagliata a strisce, dei sottaceti, sott’olio, insalata mista. Se volete esagerare potete servire anche dei formaggi ma non sono necessari, piu’ che altro se avete degli ospiti vegetariani.

La frutta puo’ essere simpaticamente presentata in monoporzioni: anguria e melone scavato a palline si presta in modo molto allegro ad un barbecue

msl_jul06_gt_cups.jpg

Ma anche le ciliegie si prestano bene

cherries_sum99.jpg

Infine per dessert servite dei gelati e delle crostate di marmellata o di mele. Si accompagnano bene al vostro tema e saranno apprezzatissime dagli ospiti. Il sapore casalingo dei dolci non è mai fuori moda.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Temi per il matrimonio: il rosa

Il rosa suggerisce romanticismo, non si puo’ negare. Anche se puo’ sembrarvi troppo lezioso opportunamente abbinato, magari al bordeaux, puo’ risultare elegante ma anche romantico.

Certo un colore di questo tipo si presta in diversi tipi di contesto. Io lo trovo perfetto per il castello ma non vedo in realtà limiti. Anche in un contesto moderno puo’ funzionare da contrasto.

Cominciamo ovviamente dalle partecipazioni, per esempio su www.etsy.com potete trovare delle cosine interessanti:

Questa l’ho trovata su www.lightinthebox.com

Ovviamente anche i vestiti da sposa possono risultare romantici e molto chic del resto il rosa è largamente usato per gli abiti:

tumblr_m62iyjh0611rxhc01o1_500

sareh-nouri-pink-wedding-dress-sprng-2013-sophie

pink-wedding-dresses-spring-2013-015

pink-wedding-dresses-3 Pink-Wedding-Dress-10230- alita-graham-pink-wedding-dress

Passiamo alle decorazioni. Io adoro le ghirlande che, opportunamente sistemate, possono valorizzare gli ambienti dell’evento

ms_pink_pompom_garland

il_fullxfull.386876477_qdqp (1)

MaineWeddingsAldaWhitePineHotPinkGarlandCatholicFloristsMidcoastcamdenBelfastRockportBonnieHarrisonPhotography

Anche i centrotavola devono essere abbinati al tema del matrimonio, cosa ne pensate di questi?

wft1

wd104284_win09_vases395l_xl

timthumb

pink-submerged-centerpiece

mws1981_travel09_mg_9584_bahamas_xl

mwa103587_wi08_tablev_xl

mwa_spr10_cherry5_xl

mwd103565_spr08_centerpiece_xl

mwd103584_spr08_ctrpiece_01_xl

leslie-randy-realwedding-0311-426_xl

Direi che questa tavola è “esagerata” nell’allestimento, ma al tempo stesso molto suggestiva

hot-pink-garden-wedding-decors-red-roses-and-diamond-garland-acrylic-crystal-beads-wedding-centerpiece-kirmizi-guller-ve-kristallerle-suslu-dugun-masalari-kir-ve-bahce-dugunleri courtney-jose-sum11mwds107200_1478_vert

a99938_spr03_mirror_xl

a101097_win05_palepink_xl

Trovo deliziosa questa tovaglia, sembra un morbido tappeto di rose…

16887_img_4326_edit_1343333656_224

Ora pensiamo alle torte

wedding_cake_round_pink_4390

Unique-pink-wedding-cake

pretty-pink-wedding-cake

pink-wedding-cake-15

pink ombre hearts cake

pink_bridal_shower_07

6a00e550f9283e88330120a94f1d2e970b-350wi (1)

Infine la confettata, che rispetta rigorosamente il vostro colore tema…

Pink-Buffet-1024x796

Pink-crystal-wedding

Eva D’Angiola
logo the weddingeve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Feste a tema: Baby Shower

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoNegli Stati Uniti il Baby Shower è il tradizionale festeggiamento con cui si accoglie la futura nascita di un bambino.

Durante questa festa i genitori, o meglio la mamma, ricevono dagli invitati una serie di regali che saranno utili per il nascituro come i vestitini, i passeggini, scalda biberon, corredino etc etc. Il termine shower, ovvero doccia, vorrebbe dire “fare una doccia di regali” alla futura mamma.

Anche in Italia sta prendendo piede questa moda. Ci sono agenzie specializzate nell’organizzazione di questi eventi anche se io penso che sia carino che siano le amiche della futura mamma ad organizzare questa festicciola.

In ogni caso, sia che sia la futura mamma, o le amiche vediamo come si puo’ organizzare…

Sia che si preferisca il tradizionale o il moderno bisogna comunque scegliere un tema che leghi in modo semplice tutti gli elementi della festa: inviti, decorazioni, menu e altro ancora. Ricordate, il tema scelto non deve essere sopra le righe: la star dello show deve sempre essere la nuova mamma.
Quando si organizza uno shower baby bisogna tener conto dei gusti e degli interessi della “festeggiata”.  Ovviamente niente di formale, anzi deve essere tutto divertente, colorato, anche un po’ “chiassoso”. L’ambiente deve essere accogliente e, come al solito, curato!

Elementi che non devono mancare quindi sono: inviti, decorazioni, menu, regalino per gli ospiti.

Organizzate un bel buffet con dolci o anche salati. Per trarre ispirazione potete leggere questo articolo: come organizzare un buffet

Mi raccomando deve essere tutto estremamente allegro ed elegante. Inoltre allestite un altro tavolo con i regali per la futura mamma. Come detto sopra dovrete scegliere cose spiritose ma anche utili, una sorta di “lista nozze” ma per il bambino.

Non dimenticate un’allegra torta o cupcakes che richiamino il tema della festa. Cosa ne dite di questi deliziosi dolcetti?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: martha stewart

O questa torta?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Infine vi posto qualche immagine da cui potete trarre ispirazione:

spring

Spread

owl-couple-baby-shower

owl

mld104127_0509_opener4_xl

Heather-Baby-Shower-blog-0001

collage-1024x791(pp_w894_h690)

bag paper

baby-shower-ideas

DSC_0820 The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Infine potete pensare ad un regalo per la futura mamma… Una raccolta di filastrocche, le vostre preferite, raccolte in un libricino finemente rilegato e personalizzato magari con le vostre foto – un po’ spiritose – e le vostre firme 😉

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Temi per il matrimonio: Wedding Brunch

The WeddingEve - Wedding Planner MialnoIn Italia, ormai molto sensibile alle mode americane, sta andando molto il Brunch.

Per chi non sapesse di cosa si tratta: il brunch è un pasto che sta a metà tra colazione e pranzo (appunto è l’unione delle due parole Breakfast e Lunch) e quindi di fatto prevede sia il dolce che il salato.

La caratteristica del brunch è l’informalità. Si puo’ organizzare allestendo dei ricchi buffet elegantemente decorati all’esterno, per esempio in un contesto molto bucolico, o anche sotto un bel pergolato.

E’ una soluzione diversa, piu’ economica, ma accattivante. E’ bello poter stupire i propri ospiti con qualcosa di nuovo e differente dal solito lungo pasto – anche se la tendenza è rimanere al tavolo il meno possibile. Ovviamente si salta tutta la parte degli aperitivi e ci si serve a Buffet (se volete organizzarlo a casa vi consiglio di dare un’occhio all’articolo su  come organizzare un Buffet).

Il buffet deve essere composto da diverse isole, quella del dolce, del salato e delle bevande. In quella del dolce libero sfogo a diversi tipi di torte, muffins, croissants, crostate,  biscotti, cupcakes, ciambelline, macaroons, madeleines, bignè ripieni di crema, marmellate, miele, ed anche diversi tipi di yogurt presentati in sfiziose monoporzioni riccamente decorate… e poi frutta tagliata a pezzi, macedonie diverse, fragole intinte nel cioccolato così come le banane, sorbetti e via con la fantasia. Mi raccomando non siate mai noiosi! Ah, ovviamente non dimenticate ricchi cesti con diversi tipi di pane.

Nell’isola del salato affettati, bretzel, formaggi, torte salate, soufflè, pancakes, toast, insalate, rosti, pomodori verdi fritti, Quiche…

Consiglio vivamente anche l’isola delle uova che in un Brunch che si rispetti non deve mancare. Meglio se gestita da un paio di chef che al momento possono preparare uova alla benedict, uova in camicia con bacon, diversi tipi di omelette, uova strapazzate, tutte combinate con vari tipi di verdure, ratatouille; e ancora croque monsieur…

Infine l’isola delle bevande in cui devono prendere spazio diversi tipi di scucchi di frutta,latte,  the, caffè, cocktails, vini…

Per quanto riguarda la Wedding Cake io vi consiglio di ricercare qualcosa di diverso. Dopo aver servito diversi tipi di torte durante il brunch potrebbe perdere di interesse il taglio di una torta ufficiale. Perchè non pensare ad una serie di piccole tortine oppure una piramide di cupcakes?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Per le decorazioni puntate su mazzi di fiori piuttosto che su composizioni tipo centrotavola. Hanno un aspetto piu’ campagnolo che si combina meglio con il tema. Inoltre potete pensare ad un tableau fatto con dei cartoncini appesi ad un alberlo e come bomboniere delle piccole crostate da portarsi via oppure dei sacchetti di caramelle, biscotti o, perchè no, una piantina o dei bulbi da piantare.

Vi posto qualche foto da dove potrete trarre ispirazione…

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: ashleigh taylor photography

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: ashleigh taylor photography

credits: ashleigh taylor photography

ashleigh taylor photography4

credits: ashleigh taylor photography

bridal-shower-brunch-ideas

cherry blossom escort cards

final-tables

hellebore bouquet from Martha Stewart Weddings

ibb-1285285018

Katie Osikowicz

martha_stewart_table_3

mimosabar

project wedding2

south bound bride

tahoeunveiled

the sweetest occasion

tiffany-blue-baby-pink-wedding-inspiration-board-600x561

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Idee alternative: la caramellata

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Della confettata piu’ o meno sappiamo tutto. Ormai è usuale chiudere il matrimonio con questa bellissima tavolata con i confetti di diversi gusti presentati in meravigliose bocce di vetro. Ovviamente l’allestimento prevede anche fiori e candele e quant’altro renda bella ed invitante questo buffet di chiusura… Ma avete mai pensato a qualcosa di piu’ divertente? Cosa ne dite di una caramellata? Ovviamente si puo’ organizzare in matrimoni un po’ stravaganti e sicuramente allegri… Per esempio puo’ chiudere un tea time.

Caratteristica è la sua fattura sicuramente piu’ divertente. Ma se coordinate bene i colori potete renderla piu’ elegante.

Buttatevi sui marshmallows, caramelle gommose, liquirizia, lecca lecca, lollipops, cioccolatini avvolti in stagnole colorate, macaroons, piccoli cupcakes, confetti al cioccolato colorati… E via andare.

Il tono potete impostarlo voi. L’importante è che la presentazione sia adeguata ed intonata al vostro evento.

Per darvi qualche ispiarazione vi posto qualche foto trovata qua e là, cominciando da questa bellissima idea: ghirlande fatte di marshmallows:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

wedding-candy-buffet-152

wedding-candy-buffet-063

wedding-candy-bar3-lg

wedding bee2

wedding bee

TheCandyBuffetCompany_5_1

Spring_Candy_Buffet

purple-white-gray-dessert-candy-buffet-display

pink-white-wedding-color-palette-candy-buffet

pink-wedding-candy-station-buffet

mwa104186_fal08_candy_xl

Mississippi-wedding-vendors-candy-buffet-02

iamges

dea81557a9e7b660d24dd3bd295d99b3

cross_candy_300X400

candy-buffet

Black-White-Silver-Candy-Station-Flor-Vasquez-Weddin-UCI-Club-013

c6

3240491_f520

368cd918f40f1d6d3c6c5883a856dfe0

SONY DSC

19-e1265380681213

8d3c52373156b3e877283e1292aae86e

6a00d834524f6f69e201156f18abec970c-500wi

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

L’arte del ricevere: i picnic

The WeddingEveLa primavera è alle porte,  anche la Pasquetta con le sue gita fuori porta, e la natura si sta risvegliando. E’ il periodo ideale per pensare di organizzare un picnic, vediamo come possiamo fare:

innanzitutto pensate ad un luogo. Deve essere bello da vedere quindi sicuramente un prato con degli alberi e magari una vista mozzafiato. Anni fa andai a fare un picnic a Bellagio ed ancora porto con me i ricordi di quella bella giornata. Ma potete anche utilizzare il vostro giardino, qualora ne abbiate uno, o magari la vostra terrazza. Avete pensato di ricoprirla con un manto erboso di quelli che si comprano arrotolati e si stendono ovunque? Si, lo so, significa osare molto pero’ non la trovo malvagia come idea.

Insomma anche se io preferisco un bell’ambiente all’aperto non ponete limiti alla vostra fantasia.

Ricordatevi di pensare sempre al comfort dei vostri ospiti: se il luogo da voi scelto non prevede alberi che possano far ombra, magari siete in un grande prato, non dimenticate gli ombrelloni o al massimo dei cappelli di paglia da adornare con nastri o fiori intonati ai colori della festa. Potete anche pensare ad un piccolo gazebo… Ce ne sono in commercio di carinissimi e non molto costosi, fatto salvo anche l’opportunità di affittarne uno.

Per terra potete sistemare una moltitudine di cuscini colorati. Doneranno al vostro pic nic un tocco di

Nel caso la giornata si profili un po’ fresca e ventosa non dimenticate delle coperte, magari leggere che possano fungere da scialli.

Prima di suggerirvi cosa preparare vediamo come possiamo curare la presentazione:

se gli ospiti non sono molti potete pensare di fornire ad ognuno di loro un elegante e singolo cestino da pic-nic con dentro tutto il necessario:  potete prendere un cestino non molto grande, foderarlo con un telo di lino bianco o nei colori pastello oppure potete prendere una bella scatola colorata, che si armonizzi con i temi del picnic, e, sempre foderata con della stoffa, potete utilizzarla per fornire ad ognuno dei vostri ospiti tutto il necessario per il picnic. L’importante è coordinare il tutto e creare un prodotto armonico.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Nel cestino, o scatola o busta (come volete voi), dovete inserire un grande tovagliolo (un’idea in piu’ e piu’ chic sarebbe metterlo con monogramma), dei tovagliolini di carta che possono essere a fiori o abbinati al colore del vostro picnic, delle posate di buona fattura, un bicchiere colorato o di cristallo, un panino infiocchettato ed un piccolo menu stampato. Ovviamente non dovrà mancare un piatto ma potete aggiungere anche altri accessori o addirittura una graziosa scatola di biscottini. Cosa ne dite di questi bellissimi Macarons di Ladurée.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Non dimenticate di portare del ghiaccio per raffreddare bevande ed insalate. Se non avete contenitori ermetici per trasportarlo puntate sulle mattonelle refrigeranti da freezer. Potete assicurare così anche la freschezza dei cibi: avvolgetele nei tovaglioli di stoffa e sistemateli sotto i piatti che volete refrigerare.

Ora passiamo ai cibi che si possono preparare. Ovviamente le torte salate vanno benissimo. Inoltre puntate su panini e tramezzini che confezionerete singolarmente avvolti in colorati tovaglioli o sistemati in pratiche buste di carta colorate.

Poi ovviamente libero sfogo ad insalate, formaggi, salumi, olive, fragranti baguette, vino magari bianco e tenuto rigorosamente in fresco. Il segreto dei cibi è che siano freschi ed invoglianti e presentati in modi accattivante. Cosa ne pensate di piccoli cestini di carta con delle fragole? Oppure sacchettini di carta coordinati con le ciliegie?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano  The WeddingEve - Wedding Planner Milano

In ultimo vi posto una ricettina trovata sul ricettario francese di Ladurée, si tratta della Cake al Salmone.

Ingredienti:

150 gr di farina

40 cl di latte parzialmente scremato

20 gr di olio di semi di girasole

8 gr di sale fino

2 gr di pepe bianco macinato

3 uova

50 gr di salmone fresco

100 gr di salmone affumicato

10 gr di erba cipollina

20 gr di gruvyere grattugiato

Preparazione:

Mescolate farina e lievito in una ciotola. Unite il latte e mescolate delicatamente con una frusta. Versate l’olio di semi sempre mescolando. Salate e pepate. Proseguite aggiungendo un uovo alla volta, avendo cura di mescolare bene perchè il composto risulti omogeneo.

Tagliate il salmone fresco a dadi di 1 cm di lato e aggiungeteli al composto.

Unite quindi il salmone affumicato tagliato a pezzettini. Tagliate finemente l’erba cipollina ed incorporatela alla preparazione; incorporate anche il formaggio grattugiato.

Trasferite il composto nello stampo e infornate per 45 minuti a 180 gradi. Verificate la cottura introducendo al centro la punta di un coltello che dovrà uscire senza tracce di impasto. Servite il plum cake tiepido o freddo, tagliato a fette o a dadi.

Concludo con qualche immagine che vi puo’ dare qualche ispirazione.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano The WeddingEve - Wedding Planner Milano The WeddingEve - Wedding Planner Milano The WeddingEve - Wedding Planner Milano

 

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Torta al cioccolato pasquale

Per gli amanti del cioccolato propongo questa scenografica torta che ho trovato su  “The Speckled Freckle”  . E’ molto carina l’idea di sistemare sopra degli ovetti che qui vengono proposti di puro cioccolato ma che, a parer mio, possono anche essere colorati. Insomma potete spaziare con la fantasia! Peraltro per questa ricetta si usa la Nutella e non potevo certo rimanerne indifferente!

Ingredienti (per 12)

200g di cioccolato fondente tritato
200g di burro, ammorbidito
1 tazza di zucchero di canna
1 cucchiaino di essenza di vaniglia
2 uova, a temperatura ambiente
1 tazza e 3/4  di farina con lievito
1/4 di tazza di cacaco in polvere
3/4 di tazza di latte
1 tazza di Nutella
80 piccoli ovetti di cioccolato

Preparazione

Preriscaldate il forno a 160 ° C. Imburrate e infarinate uno stampo per dolci tondo di 20cm di diametro.

Inserire il cioccolato in una ciotola e riscaldate nel microonde a media potenza per circa due minuti mescolando di tanto in tanto finchè il cioccolato non risulti liscio. Mettete quindi da parte a raffreddare leggermente.
Utilizzando un miscelatore elettrico sbattete il burro, lo zucchero e la vaniglia fino a renderlo cremoso. Aggiungere le uova, uno alla volta, battendo dopo ogni aggiunta. Aggiungete il cioccolato raffreddato. Mescolate bene.

Setacciare la farina e il cacao in polvere insieme.  Mescolare  metà della miscela di farina nella miscela di cioccolato poi aggiungerci metà dose di latte. Ripetere l’operazione con  l’altra metà della miscela di farina e cioccolato e quindi con il latte rimanente.
Trasferite la pastella nella tortiera e livellate la superficie con un cucchiaio. Cuocete per 1 ora – 1 ora e 15 minuti, o fino a quando uno spiedino inserito nel centro esce pulito. Lasciate riposare per 15 minuti prima di girare su una rastrelliera per raffreddarsi completamente.
Stendere la Nutella  sulla parte superiore della torta, quindi sistemarvi sopra gli ovetti come nella foto.

Eva D’Angiola

The Wedding Eve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Love in the Big Apple

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoDopo aver parlato alla giornalista Chiara Besana di “Oggi Sposi” del  progetto presentato allo IED – Istituto Europeo di Design – mi piace l’idea di poterlo pubblicare sul Blog.

Riassumo in poche righe il progetto: si trattava di partire da una partecipazione  creata dall’innovativa  DI ZETA sul tema di New York,  con le sue note moderne e dinamiche, e sui toni del colore arancione, il preferito della sposa. La Partecipazione ovviamente fungeva da “biglietto da visita” dell’evento ed il compito consisteva nel progettare tutta la scenografia in linea con la veste grafica data appunto dagli inviti.

Sia la cerimonia che i festeggiamenti si dovevano tenere presso le Officine del Volo  di Milano ( a tal proposito ho scritto un articolo un paio di mesi fa’ ) con le sue ambientazioni industriali ma di indiscutibile fascino.

L’idea è stata quella di creare diverse atmosfere, per ogni momento dell’evento, che facessero sentire gli sposi e gli ospiti  immersi nella dinamismo ma anche nel romanticismo della città di New York. Tutto cio’ legato a dei film sulla grande mela che hanno ispirato e scandito i vari momenti. Pertanto sono partita dalle atmosfere romantiche del film “Autumn in New York”  e Central Park in autunno per la cerimonia per proseguire con Sex & the City (serie e film), con le sue atmosfere glamour e dinamiche, per l’aperitivo e la cena. Ho concluso con il dopocena ispirandomi al film “Serendipity” ed alle sue magiche e romantiche atmosfere in una Central Park illuminata di sera.

Love in the Big Apple – Progetto IED

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Allestiamo il ricevimento con i palloncini!

Un modo diverso per creare suggestive atmosfere è utilizzare i palloncini. Non bisogna necessariamente fare coloratissime ghirlande o archi ma ci sono molti modi per arricchire il vostro evento, dargli un tono e fare in modo che stupisca.

Io li adoro soprattutto all’aperto quando donano quell’atmosfera gioiosa all’evento. Ma anche gonfiati con l’elio e lasciati fluttuare sul soffitto crea una meravigliosa ambientazione. Personalmente preferisco che si usi una precisa scala cromatica che armonizzi con il resto del ricevimento. Puntate sulle diverse sfumature di una dato colore, donerete un’atmosfera anche elegante al vostro matrimonio.

Vi posto un po’ di foto che possano darvi qualche idea sull’utilizzo:

mla102472_0607_lights_xl.jpg (360×450)

Balloons as centerpieces - can you  tell that I'm digging balloons as part of the wedding?

Wedding Outdoor and White Balloons Lighting

balloons

balloons

balloons

balloons

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Matrimonio a tema: le farfalle

Il tema della farfalle è sempre molto richiesto. Ovviamente si presta meglio per eventi organizzati in primavera che prevedano se non il pasto quantomeno l’aperitivo all’aperto. A mio parere se si sceglie un tema per il matrimonio o comunque per un evento in generale bisogna essere fedeli al tema scelto e richiamarlo in ogni aspetto.

Quindi partiamo con le partecipazioni e cerchiamo qualche ispirazione:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Dopo aver scelto il tema, il colore ed anche le partecipazione dobbiamo trarre ispirazione per le decorazioni:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Se siete proprio patite delle farfalle sarebbe bello riprenderle anche sul vestito:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

…e nel bouquet:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Passiamo ora al “tableau Mariage” o comunque i segnaposto:

Alcuni li potete trovare in questo articolo. Altri possono essere questi:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Le farfalle sopra nascono come decorazione ma al posto dei messaggi si possono tranquillamente inserire i nomi dei tavoli e degli invitati…

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Bene, ora che abbiamo trovato ispirazione per i segnaposto pensiamo alla decorazione per la tavola, ovvero i centrotavola:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Ci sono anche i “favor” o comunque i regali per gli ospiti di cui tener conto:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano The WeddingEve - Wedding Planner Milano The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Infine vediamo la torta o comunque i dolci di accompagnamento:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

 

6a0120a5c8d9a9970c013480ccd8c3970c-400wi

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Tea Time


The WeddingEve - Wedding Planner Milano
Un pomeriggio uggioso ed un incontro con amiche… Allora perchè non organizzare un Tea Time? Ma anche quando verrà primavera, sul terrazzo magari… Non ci vuole molto e se usate la solita cura che raccomando sempre potete creare dei bei momenti da passare con i vostri ospiti.

Ovviamente dovremo pensare a tre elementi essenziali: il the, i dolci, il servizio.

Prima di tutto  allora il The.

Se servite il the già pronto nella tegliera vi consiglio di usare un English Breakfast che va sempre bene. Si tratta di un the scuro e forte. Altrimenti se preferite che ogni invitato scelga quale tipo di the usare,  provvedete  a mettere nella teiera solo  dell’acqua bollente ed a parte, su un piattino se non avete la scatola porta the, disponete le bustine.

Un tocco in piu’ a parer mio sarebbe anche servire diversi tipi di zucchero in modo da venire incontro alle diverse esigenze ma anche per creare una scenografia piu’ completa. Quindi potete utilizzare lo zucchero bianco, quello di canna, le zollette di zucchero, fruttosio ed ovviamente il dolcificante o la saccarina per chi li usa.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Passiamo ai dolci. Con il the sono i protagonisti di questo “momento”.  Se vogliamo stare sul classico ovviamente dovremo puntare sui biscotti, meglio se di pasta frolla e meglio se preparati da voi. Io mi sono dilettata a preparare quelli a forma di bustina da the oppure a forma di cuore. Una parte li ho glassati con del cioccolato, un’altra l’ho usata per decorare le tazze come nelle foto.

Se volete sapere come farli cliccate qui.

Potete fare anche quelli con effetto vetro di cui ho già pubblicato la ricetta ma che potete ritrovare qui.

Poi potete osare con dei Cupcakes, della marmellata, delle torte. Ovviamente se riuscirete a farle in casa saranno sicuramente piu’ gradite. Altrimenti una pasticceria puo’ sempre venire in vostro soccorso 😉

Io adoro particolarmente le torte multistrato, sono belle, buone e scenografiche.

Ve ne posto un paio di esempi. Prossimamente pubblichero’ anche qualche ricetta.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Passiamo alla presentazione. Usate una bella tovaglia in cotone ed un bel servizio da the. Io in casa ho tutto in porcellana bianca, molto moderna,  ma in questo caso sono dell’opinione che sia meglio eccedere ed essere leziosi. Quindi vanno bene le alzatine, sia in vetro che in porcellana, un bel tovagliato, ed ovviamente un bel servizio da the. Decorate la vostra tavola, se potete, anche con un bel vaso di fiori. Devono essere allegri, colorati. Io ci vedo molto bene i garofani 🙂

Vi posto qualche foto che ho trovato per darvi qualche idea:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The Wedding Eve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

new-hi-tea

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credit Julia M Pusher

Colorful-Vintage-Bridal-Shower-01_large

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoEva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Feste a tema: party spagnolo

img_3415La Spagna, non c’è dubbio, è una nazione calda e allegra. Io quando posso ci vado perchè amo le sue città, la cucina, la gente… Pertanto perchè non pensare di organizzare un party a tema spagnolo??

Vediamo quindi come fare. Innanzitutto dobbiamo decidere se fare una cena al tavolo o un buffet. In entrambi i casi dobbiamo puntare sui cibi e sull’atmosfera.

Quindi partiamo dal menu.

Senza alcun dubbio dobbiamo buttarci sulle tapas poi eventualmente (anzi in realtà sarebbe auspicabile) su una paella!!. Quando, a suo tempo, organizzai la mia di festa “spagnola” ebbi non poche difficoltà a trovare le ricette per le tapas ma poi ci riuscii e fu’ un successo.

L’importante è saper organizzare le tempistiche per non dover spadellare durante la sera quando ci sono gli ospiti.

pinchos_tapas_banezaPer chi non lo sapesse le tapas sono un’ampia varietà di preparazioni alimentari tipiche della cucina spagnola che vengono consumate come aperitivi o antipasti. Vediamo quindi quali si possono preparare:

  • Olive (aceitunas)
  • Almendras fritas: mandorle fritte e salate
  • tortilla de patata
  • polpette (albondigas)
  • aioli, salsa a base di aglio e olio d’oliva dal sapore forte e servita sul pane come antipasto o aperitivo
  • bacalao, merluzzo saltato servito molto lentamente e generalmente con pane e pomodori
  • boquerones, acciughe bianche servite sotto aceto (en vinagre) o fritte (fritos)
  • calamares fritos, calamares a la romana o rabas, anelli di calamaro fritti
  • pinchos (o pintxos in basco), stuzzichini realizzati con vari ingredienti, infilzati con uno stuzzicadente e collocati su una fetta di pane
  • patatas bravas, patatas a la brava o papas bravas, patate fritte accompagnate da una salsa piccante a base di pomodoro e cayenna
  • insalata russa (ensalada rusa o ensaladilla)
  • carne mechada, carne cucinata a fuoco lento, tenera come una bistecca.
  • chopitos o puntillitas, piccoli calamari fritti
  • polipo alla galinziana (pulpo a la gallega in spagnolo, polbo á feira o pulpo á feira in galinziano), polipo bollito e condito con olio d’oliva, sale e paprica.
  • crocchette (croquetas) di patate con pollo o prosciutto

Vediamo nel dettaglio alcune ricette quindi:

OLIVE: prendete in gastronomia quelle ripiene con del peperone, andranno bene.

ALMENDRAS FRITAS(2)ALMENDRAS FRITAS: è un piatto estremamente facile. Prendete delle mandorle spellate e fatele saltare per qualche minuto in padella con un po’ di olio di oliva. State attenti che non si brucino pero’. Poi con l’aiuto della carta assorbente tamponate l’eccesso di olio e quindi salatele.

–  PINCHOS: si tratta di fette di pane con sopra  uno o più ingredienti (i più diffusi sono prosciutto, formaggio, pesce, olive, tortilla de patatas, peperoni, ) e fermati con uno stuzzicadente. Qui potete spaziare tranquillamente con la fantasia.

309593774orio_restaurante_pintxos_gastronomia_vasca

6a013487d45991970c014e8756dfbb970d-800wiCHOPITOS: si tratta di piccoli calamari fritti.

ingredienti: ½ kg di calamari, 150 gr farina, 2 uova, 1 bicchiere di vino bianco, 1 cucchiaino di lievito in polvere

Preparazione: pulite  i calamari e tagliateli ad anelli. Metteteli in una ciotola, irrorareticon succo di limone e un poco di olio d’oliva. Lasciateli macerare per ½ ora. Battete a neve gli albumi. Incorporate delicatamente la farina mista con il lievito. Aggiungete i tuorli, il vino bianco. Mescolare. Lasciar riposare un ora. Passate gli anelli nella pastella. Friggete in olio profondo.

green-aioli-su-1027051-lSALSA AIOLI: la potete usare per condire le fette di pane e viene usata anche nella preparazione delle patate bravas

Ingredienti: 2/3 spicchi d’aglio, sale, 1 tuorlo d’uovo, l’olio d’oliva, un po ‘di succo di limone o aceto.

Preparazione: Sbucciate l’aglio e tagliatelo a pezzettini. Pestate quindi  l’aglio appena tagliato e un pizzico di sale con un mortaio fino a che non sarà omogeneo. (Aggiungete il tuorlo d’uovo e una spruzzata di limone/aceto se si preferisce questa versione). Aggiungete l’olio d’oliva in piccole dosi e girate sempre con continuità fino a che la salsa non verrà montata.

albondigas

ALBONDIGAS

Ingredienti: 300g carne di manzo macinato , 1 uovo , mollica di pane raffermo q.b. , 1 spicchio aglio, 1 mazzetto di prezzemolo , pangrattato q.b. , farina , paprika, sale,  1 cipolla, polpa di pomodoro, olio evo

Preparazione: in una terrina di vetro mescolate la carne con il pane (messo prima in ammollo nel latte e strizzato), l’uovo, il prezzemolo tritato insieme all’aglio tritato, la paprika, il sale. Se l’impasto risultasse troppo morbido aggiungete qualche manciata di pangrattato fino a ottenere un composto abbastanza denso per  poterne ricavare delle polpette. Formate delle polpette e passatele nella farina versata in un piatto. Scaldate l’olio e friggete le polpette, poche per volta, finché non saranno dorate. Scolatele su carta da cucina. Per il sughetto: tritate finemente la cipolla, farla rinvenire a fuoco basso con un filo di olio d’oliva finché non diventa morbida, aggiungete poi la polpa di pomodoro, il sale e pepe e lasciate cuocere a fuoco basso finché la salsa non si addensa. Infine, aggiungete le polpette nella padella con la salsa, mescolate e fatele scaldare per qualche minuto prima di servirle. Potete tranquillamente preparale prima e scaldare poco prima di servirle. Attenzione perchè l’aglio si sente parecchio 😉

CROQUETAS

Ingredienti:  200 gr di prosciutto crudo, 6 cucchiai di olio d’oliva (o burro), 3 cucchiai di farina, 2 bicchieri di latte, mezza cipolla, sale, un uovo, pan grattato, olio per friggere.

Preparazione:  soffriggete la cipolla o fuoco medio e ritiratela quando prende colore. Nello stesso olio tostate la farina. Aggiungete il prosciutto e quando si saranno ben integrati aggiungete il latte e girate lentamente e con una certa continuità. Mettete  poco sale perché già il prosciutto rilascia il suo sale. Bisogna aspettare che la besciamella si condensi come se fosse una pasta, dopodiché si può stenderla fuori dalla pentola per farla raffreddare. Quando sarà abbastanza fredda si possono modellate le crocchette; impanatele con uovo e pangrattato quindi potete friggerle.

Plato_de_patatas_bravas– PATATAS  BRAVAS

Ingredienti: patate, olio, paprika, maionese, aglio, limone

Preparazione: pelate le patate, lavatele bene ed asciugatele bene. In una padella mettete olio e paprika abbondante (l’olio deve diventare rossiccio). Cucinate le patate aggiuntando il sale: la ricetta originale prevede che vengano fritte, in ogni caso è fondamentale la crosticina. Intanto preparate la salsa: prendete 4 spicchi d’aglio e tritateli finemente, aggiungete il succo di limone di 1/2 limone e 250gr di maionese (viene tantissima salsa che poi potete conservare). Con un cucchiaio versare la salsa sulle patate creando dei disegni geometrici.

TORTILLA DI PATATE

Ingredienti:  6 uova, 500g di patate, 100gr di parmigiano grattugiato, un ciuffo di prezzemolo,  una spolverata di noce moscata, 4-5 cucchiai di olio di oliva, sale, pepe.

Preparazione: sbucciate le patate  tagliandole a fette dello spessore di circa 1 cm . Intanto mettete sul fuoco una casseruola con dell’acqua salata, quando l’acqua IMG_3541bolle versateci all’interno le patate  così tagliate e lasciatele cuocere per una  decina di minuti. State attenti che le patate non si rompano o frantumino durante la cottura. Quindi scolatele e lasciate raffreddare. Intanto in una ciotola capiente sbattete le uova, aggiungete il parmigiano, la noce moscata, il prezzemolo tritato , aggiustate di sale e di pepe, in ultimo aggiungete le patate ben scolate e intiepidite. Mescolate il tutto. Fate scaldare l’olio in una padella che abbia un diametro di circa 24-26 cm, una volta che l’olio sarà caldo versate il composto, lasciate cuocere la frittata con le patate per 10-15 minuti a fuoco medio coprendola con un coperchio. Ondeggiate la padella  di tanto in tanto, quando la frittata si stacca dal fondo è pronta per essere girata, fate questa operazione cautamente aiutandovi con il coperchio. Fate cuocere per 10-15 minuti anche dall’altro lato, ma questa volta senza coperchio. Una volta che la frittata con le patate sarà cotta, servitela su un piatto da portata. La frittata con le patate sarà ottima mangiata sia calda che fredda.

IMG_1400_edited-1Infine prepariamo una paella. Ce ne sono di diversi tipi, io preferisco quella di pesce (de marisco) e vi propongo sotto la ricetta. E’ abbastanza complessa.

INGREDIENTI

Riso arborio 400 gr, Cozze 500 gr, Calamari 500 gr,  Pomodori passata 200 ml, Scampi 4, Gamberi gamberoni 8, 1 grossa cipolla, due spicchi d’aglio, 8 cucchiai di olio extravergine di oliva, 2 bustine di zafferano, 1 cucchiaio di paprika dolce, ½ cucchiaino di peperoncino in polvere, 1,2 litri di fumetto di pesce disidratato

PREPARAZIONE

Preparate il fumetto di pesce e tenetelo in caldo. Pulite gli scampi e apriteli con l’aiuto di un paio di forbici partendo dalla coda con un taglio che arrivi fino all’inizio della testa; fate dischiudere le cozze in una pentola  e copritele con un coperchio in modo che rilascino il loro liquido. Versate l’intera quantità di olio nella paella e scaldatelo a fuoco medio, aggiungete gli scampi e i gamberoni e fateli dorare un paio di minuti per lato; toglieteli con delle pinze e teneteli al caldo su un piatto, tagliate grossolanamente la cipolla e gli spicchi di aglio e metteteli nel mixer , tritate finemente e fate imbiondire il trito nella paella per almeno 5 minuti a fuoco dolce, così che non bruci; aggiungete i calamari tagliati ad anelli e fateli cuocere per 5-10 minuti (il tempo varia a seconda della grandezza). Trascorso questo tempo, versate la passata di pomodoro e le spezie; mescolate con un cucchiaio  e lasciate sobbollire un paio di minuti. Intanto versate le cozze in un colino così da filtrare il liquido e tenetele da parte al caldo. Ora aggiungete il liquido: avrete pesato il liquido delle cozze, togliete dal totale del fumetto lo stesso peso del liquido delle cozze e sostituitelo con quest’ultimo in modo da ottenere sempre la stessa proporzione di liquido totale per la cottura del riso, ovvero 1,2l. Versate anche il fumetto di pesce  e portate il tutto a leggero bollore, assaggiate e regolate di sale se necessario, quindi  unitevi il riso spargendolo bene per tutto il tegame, aiutandovi eventualmente con il cucchiaio di legno; da ora in poi non dovrete più mescolare il riso, che dovrà cuocere per assorbimento del liquido. Mantenete il fuoco vivace per i primi 7-8 minuti, poi abbassate la fiamma e proseguite la cottura a fuoco medio per altri 10 minuti. A 5 minuti dalla fine cottura unite i gamberoni  e gli scampi , disponendoli già con gusto nel tegame. Non mescolate il riso. Quando il riso sarà cotto, unite anche le cozze  che avete fatto dischiudere in precedenza; a piacere potete tenerne qualcuna con il suo guscio da usare come decorazione. Lasciate riposare il riso un paio di minuti, così che con la sua umidità e il suo calore anche quello sulla base della paella si stacchi bene. Servite la paella nel suo tegame.

Infine pensiamo al dolce, ovviamente l’ideale sarebbe la crema catalana o anche i Churros serviti con cioccolata calda o infine la torta andalusa (vi posto sotto le ricette). Ma per il dolce vi consiglio di non essere troppo intransigenti e di buttarvi su quello che vi piace. In ogni caso per rimanere fedeli al tema vi posto tre ricette.

Crema-catalana-de-huevo2– CREMA CATALANA

Ingredienti: 120 gr. di zucchero 30 gr. di maizena 500 ml. di latte 1 gr. di limone scorza1 gr. di vaniglia baccello cannella 4 tuorli d’uovo

Preparazione: Sciogliete la maizena con un po’ di latte. Versate il latte avanzato in una casseruola e aggiungete metà dello zucchero. Aromatizzate il latte con un po’ di cannella in polvere. Aggiungete una stecca di vaniglia togliendo con un coltello le bacche dall’interno. Grattate la buccia di un limone nel latte e portatelo ad ebollizione. Aggiungete lo zucchero ai 4 tuorli d’uovo e lavorare bene con una frusta. Aggiungete la maizena sciolta al composto. Filtrate il latte aromatizzato e versatelo a filo ancora bollente nel composto di uova e zucchero, poi mettetelo sul fuoco in una casseruola e portate ad ebollizione fino a che non si ottiene una crema densa. Versate la crema in delle ciotoline apposite e far raffreddare in frigo. Spolverate con zucchero di canna. Caramellate lo zucchero con una fiamma da chef fino ad ottenere una crosta di zucchero caramellato.

foodanddrink_churros– CHURROS:

Ingredienti: 200 ml di acqua, 120g di burro, 135g di farina, un pizzico di sale, 2 uova intere, 100g di zucchero, olio di semi. Per cospargere: 1 cucchiaio di cannella in polvere. 3-4 cucchiai di zucchero.

Preparazione: accendete il fuoco e scaldate l’acqua, aggiungete lo zucchero e fatelo sciogliere, aggiungete iun pizzico di sale e unite il burro.  Una volta che il burro si sarà sciolto aggiungete la farina, rimestate continuamente il composto per fare in modo che non si formino grumi . Lasciate cuocere sul fornello fino a che sul fondo della pentola non si sarà formata una patina bianca . A quel punto spegnete il fuoco e lasciate intiepidire il composto all’interno della pentola stessa. Quando si sarà raffreddato trasferitelo in una planetaria dotata di gancio per impastare  e inserite le uova (che dovranno essere a temperatura ambiente) (9).Incorporate un uovo, fatelo assorbire all’impasto  e poi aggiungete l’altro. Quando avrete ottenuto una pasta lucida e morbida allora sarà pronta e potrete trasferire la massa in una sac-a-poche dotata di bocchetta a stella di media grandezza. In un pentolino dai bordi alti fate scaldare l’olio portandolo a una temperatura di 170 gradi circa. Quando l’olio sarà caldo formate con l’aiuto di una sac-a-poche spremete l’impasto direttamente nel pentolino così da formare dei bastoncini della lunghezza di 10 cm circa, tagliando l’estremità con la punta di un coltellino  intinto nell’olio (così l’impasto non rimarrà attaccato alla lama). Fate cuocere i churros 2-3 minuti rigirandoli per fare in modo che si dorino perfettamente . Una volta pronti scolateli e fate assorbire l’olio su un foglio di carta assorbente. Quindi preparate una ciotola unendo 3 o 4 cucchiai di zucchero e la cannella e ricoprite ogni churros. Ecco ora i vostri churros sono pronti per essere gustati, saranno ancora più buoni se mangiati tiepidi e serviti con cioccolata calda

– TORTA ANDALUSA:

Ingredienti:

Per la pasta: 1 tuorlo d’uovo, 60g di zucchero, 125g di burro, 2 cucchiai di acqua, 1 cucchiaino di arancia grattugiata; per la frutta cotta: 500g di mele, 75g di zucchero. Per la guarnizione: 2 arance, 3 cucchiai di albicocche, 1/2 di limone.

Preparazione: mescolate in una insalatiera il rosso di uovo, lo zucchero, la farina e il burro.  Lavorate a mano la pasta fino a che assuma un aspetto sabbioso. Aggiungete l’acqua e la buccia di arancia grattugiata, rendete la pasta omogenea e lasciatela riposare. Nel frattempo far cuocere le mele con lo zucchero fino ad ottenere un insieme compatto. Stendete la pasta in una teglia e mettere al forno per 10 minuti circa. A questo punto aggiungete la frutta cotta sulla pasta e rimettere al forno per 10/15 minuti, fino a che la pasta e la frutta siano dorate. Lasciate intiepidire, sbucciate le arance, tagliate in sottili dischetti e disporle sulla torta. Far bollire per qualche minuto la marmellata di albicocche con il succo di limone e l’acqua; quindi versare sulla torta.

Infine passiamo alle bevande. Non puo’ assolutamente mancare la sangria che vi consiglio di preparare, in grandi quantità perché avrà molto successo, qualche ora prima. Ecco la ricetta che in genere io seguo:

sangriaIngredienti: (dosi per 4 persone): 1 l. di vino rosso secco (tipo Cabernet, Merlot, Barbera, Chianti) , 40 ml. di rum, 40 g. di zucchero semolato, una stecca di cannella (mi raccomando non cannella macinata), una arancia, un limone, una mela, una pesca gialla, 4 chiodi di garofano

Preparazione: lavate e sbucciare la pesca e la mela, quindi tagliarne la polpa a cubetti e disporre quest’ultimi in una terrina; aggiungervi il rum, lo zucchero, mescolare bene fino a completo scioglimento di quest’ultimo e fare insaporire per un’ora. Lavate il limone e l’arancia, quindi sbucciate gli agrumi al vivo e tagliarli a fettine sottili. Versare il vino in una grande caraffa ed aggiungervi 4-5 fettine di arancia, 1-2 fettine di limone, la stecca di cannella e i chiodi di garofano; lasciate insaporire per un’ora. Trascorso questo tempo, eliminate le spezie e versare nella caraffa tutto il contenuto della terrina.Tenete la sangria in frigorifero per 3-4 ore, quindi servirla dopo aver messo nei bicchieri dei cubetti di ghiaccio.

Ora passiamo all’allestimento. Direi innanzitutto di puntare su colori caldi, quindi al bando i colori pastello piuttosto che il bianco. Nel caso teniate una cena al tavolo potete tenere il vostro tavolo di legno in bella vista magari usando delle tovagliette  all’americana(meglio se sono in raffia e quindi piu’ rustiche) e dei tovaglioli nei toni del rosso scuro, oppure un verdone o anche un color senape. Potete usare anche dei runners. I piatti non devono essere leziosi pertanto se non avete niente di rustico piuttosto usate quelli bianchi. Le terrine dove servirete le tapas dovrebbero essere di terracotta, in alternativa usate anche piatti di diversa fattura. Create un’ambiente conviviale! Al centro della tavola mettete molte candele e magari dei fiori tipo dei garofani nei toni del giallo e del rosso. Se amate le tovaglie potete usarne una sempre dai colori caldi abbinandoci sopra un runner magari arancione o rosso scuro.

Vi posto alcune foto:

mld106444_0311_a100813_garden_party_table_vert

Table setting once wed

sangria-and-tapas-party

Stessa cosa dicasi per il buffet. Andrebbe preparato seguendo le indicazioni di cui sopra ed ovviamente seguendo i suggerimenti riportati in questo articolo su come preparare un buffet.

Non fate mancare il Menu, meglio se scritto in Spagnolo (magari tra parentesi traducete in italiano il significato dei piatti e descrivetene una breve storia).

In casa non fate mancare molte candele che donano una calda atmosfera.

Buon divertimento!

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Biscotti da the

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoPer accompagnare un tea time con gli ospiti si possono fare dei biscottini di pasta frolla decorati.

La pasta frolla è facilissima da lavorare e si presta bene alle decorazioni. Io le ho fatte davvero molto semplici, in modo che non mi occupassero molto tempo, ma al tempo stesso scenografiche. Vi spiego come prepararli.

Innanzitutto bisogna preparare la pasta frolla che va bene per ogni preparazione. Qui di seguito la ricetta:

INGREDIENTI PER CIRCA 1 CHILO DI PASTA

500 gr di farina, 200 gr di zucchero a velo, 4 tuorli, 250 gr di burro, la punta di un cucchiaio di essenza di vaniglia.

Preparazione:

Per preparare la pasta frolla mettete la farina, un pizzico di sale ed il burro appena tolto dal frigo, quindi ancora freddo, nel mixer. Frullate il tutto fino ad ottenere un composto dall’aspetto sabbioso e farinoso. Aggiungete lo zucchero .

Formate con il composto ottenuto la classica fontana nel cui centro verserete l’essenza di vaniglia e i tuorli. Amalgamate velocemente il tutto fino ad ottenere un impasto compatto ed abbastanza elastico.

Formate con l’impasto ottenuto una palla, avvolgetela con della pellicola trasparente e mettete il tutto a riposare il frigo per almeno mezz’ora. Passata la mezz’ora, la vostra pasta frolla sarà pronta per essere stesa ed utilizzata.

Ora vi illustro come preparare i biscotti:

BISCOTTI A FORMA DI BUSTINA DA THE:

Ingredienti: pasta frolla e glassa al cioccolato (io uso quella della cameo che è molto buona e soprattutto veloce da utilizzare. In alternativa potete usare il cioccolato fondente sciolto a bagnomaria).

Preparazione:
The WeddingEve - Wedding Planner MilanoCon l’aiuto di un mattarello stendere parte della pasta sfoglia su un piano infarinato. Raggiungete uno spesso di 7 mm circa.

Con l’aiuto di un righello pulito e di un coltellino tagliate dei rettangoli di circa 6 per 7 cm. Poi, sempre con il coltellino smussante gli angoli superiori per avere la forma della bustina da the.

Con l’aiuto di uno stuzzicadenti (usate quello da barbecue) praticate un foro in alto al centro del biscotto. In modo da avere un foro dove legare il filo della bustina.

Disporre i biscotti su una teglia con carta da forno ed infornarli per circa 10 minuti (devono essere dorati ma non non marroni) a 175 gradi.

Una volta sfornati lasciateli raffreddare sulla teglia. Aiutandovi con lo stuzzicadenti allargate il buchino che in fase di cottura potrebbe essersi ristretto.

Nel frattempo sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria o la busta di glassa al cioccolato della cameo seguendo le istruzioni sulla busta. Mettete il cioccolato fuso in una ciotolina e immergetevi i biscotti per un terzo. Poi disponeteli su un piano coperto da carta da forno fino a che il cioccolato non si sarà solidificato.

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoQuando finalmente i biscotti saranno pronti potete legare un’estremità di un filo (io ho usato quello da cucina) al biscotto. All’altra estremità potete giocare con la fantasia: un cuoricino di cartoncino, la targhettina delle bustine da the, o altro…

BISCOTTI A FORMA DI CUORE:

Dopo aver steso la pasta ad uno spessore di circa mezzo cm tagliate i biscotti con un tagliapasta a forma di cuore. Disponeteli su una teglia coperta con carta da forno e infornateli per circa 10 minuti a 175 gradi.

Fateli raffreddare e poi immergeteli per metà nella glassa al cioccolato. Poneteli su un foglio di carta da forno ben distanziati e fateli raffreddare.

BISCOTTI A FORMA DI CUORE DECORA TAZZA:

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoLo ammetto questa idea l’ho sbirciata nel sito di “Pepper Diva” dove la mia mentore Ornella D’Angelo pubblica le sue meraviglie.

Sono estremamente facili e di effetto. Come sopra stendere su un piano infarinato la pasta frolla fino ad uno spesso di circa mezzo cm. Ritagliate dei cuori con il tagliapasta a forma di cuore. Sul lato sinistro ritagliate un rettangolino in modo da avere una fessurina che vi permetta di inserire il biscotto nella tazza.

Preparate quindi una glassa reale seguendo il procedimento:

iniziate ponendo un albume in una ciotola insieme a qualche goccia di limone, affinchè gli albumi montino meglio , azionate le fruste e quando l’albume sarà ben montato versate nella ciotola poco alla volta lo zucchero a velo ben setacciato (150 gr). Continuate a lavorare la glassa con le fruste fino a che lo zucchero a velo sarà completamente amalgamato e otterrete una glassa omogenea e senza grumi.

Trasferite la glassa reale in una sac-à-poche e tagliate la punta ottenendo un foro molto fine e stretto che vi servirà per decorare i biscotti.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Una colazione per San Valentino

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

So che San Valentino quest’anno cade di giovedì ma questa idea di una “colazione” romantica non mi abbandona. Quindi se non riuscite a metterla in pratica proprio il 14 febbraio cosa vi impedisce farlo il sabato o la domenica dopo? Credo che sarà quello che faro’ anche io… 🙂

Partendo dal presupposto che non bisogna spendere grosse cifre per stupire e far felice la vostrà metà insisto sul fatto che piu’ una cosa è curata e pensata e piu’ stupirà. In fondo sapere che la persona amata ha speso del tempo per regalarci un bel momento non è tremendamente romantico???

Bene, mettiamoci all’opera e vediamo cosa possiamo preparare:

Ingredienti:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano– 1 tazza  burro

– 2 tazze di zucchero
– 2 uova grandi
– 4 tazze e mezzo di farina, e molto di più per spolverare
– 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
– 1/4 di cucchiaino di sale
– 1/4 di tazza latticello – se non lo trovate provate su questo sito: http://www.naturei.it/)
– 1/2 tazza zucchero rosa pallido o bianco (opzionale) oppure polvere per colorare nei toni del  “petalo di rosa”, arancio e viola (opzionale)
– 2/3 tazza marmellata di albicocche o di fragole, leggermente riscaldato

Preparazione

Sarebbe meglio usare l’impastatrice ma in assenza ci facciamo aiutare dal mixer.

Sbattete in una ciotola il burro e lo zucchero fino a far diventare il composto spumoso. Aggiungete le uova una alla volta sbattendo per bene. Setacciate la farina, il bicarbonato ed il sale in un’altra ciotola e poi aggiungeteli poco alla volta , alternandoli al latticello, nella ciotola con gli altri ingredienti usando lo sbattitore a bassa velocità. Avvolgete la pasta ottenuta nella pellicola e tenetela in frigo un’ora o durante tutta la notte.
Vediamo come colorare lo zucchero bianco, in caso vogliate usarlo e non abbiate a disposizione lo zucchero colorato: mettete un paio di cucchiai di zucchero in una piccola ciotola. Mixare la polvere colorata con uno stuzzicadenti, un po ‘alla volta, fino a tonalità desiderata.
Scaldate il forno a 175 gradi. Sulla superficie leggermente infarinata tirate la pasta fino a mezzo cm di spessore. A questo punto tagliate i cuori con tagliapasta a forma di cuore di diverse misure. Per alcuni cuori tagliatene il centro con un tagliapasta piu’ piccolo. Trasferite i biscotti con una spatola su una teglia e mettetela in frigo a riposare per 30 minuti.

Ritirate fuori la teglia e spolverate con zucchero colorato i biscotti. Cuocete fino a quando non risultano dorati, circa 10 minuti. Trasferite i biscotti sulla griglia per farli raffreddare.
Per fare i cuori con lo strato di marmellata: spennellate leggermente con la marmellata il cuore che ne costituisce la base poi coprite con il secondo cuore con il centro forato. La marmellata farà aderire i due cuori. Completate mettendo ancora un po’ di marmellata  nel foro centrale. I biscotti sono pronti!

Ora vediamo come fare dei pancakes a forma di cuore:

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoIngredienti:

– 1 tazza di farina
– 2 cucchiai di zucchero
– 2 cucchiaini di lievito in polvere
– 1/2 cucchiaino di sale
– 1 uovo grande, leggermente sbattuto
– 1 tazza di latte
– 2 cucchiai di burro, fuso e raffreddato un po ‘, oltre a 1 cucchiaio da tavola per ungere la piastra

Preparazione:

Preriscaldate una piastra a fuoco medio alto.

Sbattete la farina, lo zucchero, il lievito e il sale in una ciotola media. Aggiungete l’uovo, il latte, e 2 cucchiai di burro fuso; sbattete con la frusta fino a togliere tutti i grumi.

Per verificare che la piastra sia abbastanza calda provate a spruzzarci sopra con le mani alcune gocce d’acqua. Se l’acqua rmibalza creando degli spruzzi vuol dire che è abbastanza calda. Con il tovagliolo di carta ungete la piastra con mezzo cucchiaino di burro. Rimuovete l’eccesso.

Riempite una tasca da pasticcere dotata di beccuccio a punta piana  con la pastella e create dei cuori sulla piastra: partite formando una V che poi riempirete . Quando  i pancakes presenteranno delle bolle in alto e saranno leggermente secchi sui bordi, circa 2 minuti, capovolgeteli. Cuocete un’altro minuto fino a doratura della base.

Ripetere con la pastella rimanente, usando 1/2 cucchiaino di burro sulla piastra per ogni lotto, mantenendo i pancake finiti su un piatto che sopporta il calore nel forno fino al momento di servirle.

Poi possiamo ovviamente pensare a due uova al tegamino, per chi ama il salato a colazione, a forma di cuore. In questo caso avrete bisogno dell’utensile apposito ma in assenza potete usare una forma per biscotti a forma di cuore un po’ grandina. Vi posto alcune immagini:

Con questa padellina che trovate su questo sito potete fare anche i pancakes per esempio

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Questa la trovate sul sito http://www.cookplanet.com

Andiamo avanti. Adesso che sapete cosa potete preparare dobbiamo pensare a come “presentare” la colazione. E’ un aspetto importantissimo: anche la piu’ semplice delle pietanze adeguatamente servita acquisisce gusto e valore per gli occhi. Ovviamente è piu’ romantica una colazione a letto pertanto sarebbe meglio allestire un bel vassoio: cappuccino o caffelatte, del succo d’arancia, dei croissants, delle fragole (ho visto che si possono già facilmente trovare e donano allegria ed un che di “romanticismo” al vostro vassoio) presentate in una ciotolina o una alzatina di vetro o cristallo,  delle fette di pane con della marmellata (potete utilizzare un taglia pasta a forma di cuore per aiutarvi a dare una forma alla marmellata), dei pancakes, torta, biscotti a forma di cuore o, se volete buttarvi sul salato, uova al tegamino – rigorsamente a forma di cuore – pancetta etc etc. Mi raccomando non fate mancare un fiore, meglio una rosa ma potete spaziare con la fantasia.

Vi posto un po’ di foto di come potete presentare la colazione:

credits: www-housetohome-co-uk

credits: www-housetohome-co-uk

d8afee6b-811a-457b-b72b-9581c628151e

Valentines-breakfast-31

tumblr_mhi61xhLhE1qeeqaho1_500

6a00e553a4097c88340167666d803c970b-500wi

Breakfast in Bed

Buon San Valentino a tutti!

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

scrivimi: info@theweddingeve.it

Idee per San Valentino: marshmallow

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoL’altro giorno facendo la spesa mi sono imbattuta in questa graziosissima torta. Non ho saputo resistere e l’ho presa. Piu’ che per regalarla per il gusto di averla! 🙂

Quindi sfruttiamo l’idea e usiamola per coccolare la nostra metà, magari a San Valentino. Intanto vi posto la ricetta dei Marshmallow poi vi indico come utilizzarli tuffati in una dolce cioccolata calda.

Ingredienti:

– 1 cucchiaio e 1/2  di gelatina insapore
– 1 tazza e 1/2  di zucchero semolato
– 1 tazza di  sciroppo di mais
– 1/4 di cucchiaino di sale
– 2 cucchiai di estratto di vaniglia puro
– zucchero a velo per spolverare
Preparazione:

Unite la gelatina e 1/2 tazza di acqua fredda nella ciotola di un mixer elettrico con frusta. Lasciate riposare per 30 minuti.

In una piccola casseruola pesante unite lo zucchero semolato, lo sciroppo di mais, il sale, e mezza tazza di acqua e metteretela sul fornello a fuoco basso; mescolate fino a quando lo zucchero si è sciolto. Lavate i lati della casseruola con un pennello da cucina bagnato per sciogliere i cristalli di zucchero.

Inserite nella casseruola un termometro per caramella ed alzate la fiamma. Cuocete lo sciroppo senza mescolare fino a raggiungere 244 gradi . Rimuovete immediatamente la casseruola dal fuoco.

Con il mixer a bassa velocità, lentamente e con attenzione, versate lo sciroppo nella gelatina ammorbidita. Aumentate la velocità al massimo e sbattete fino ad ottenere un composto molto denso e bianco che si è quasi triplicato in volume, ci vogliono circa 15 minuti. Aggiungete la vaniglia e continuate a sbattere per incorporare.

Spolverate generosamente una teglia di vetro con dello zucchero a velo. Versate il composto nella teglia.  Spolverate la superficie con altro zucchero a velo; bagnate le mani e date dei colpetti sulla superficie per lisciare il composto. Spolverate ancora con zucchero a velo e lasciate il composto scoperto a riposare ed asciugare per una notte. Sformate  quindi su una tavola e tagliate i marshmallows  con un coltello caldo e non bagnato in tocchetti da circa 2/3 cm;  spolverizzateli ancora con lo zucchero a velo. I vostri marshmallow sono pronti!

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoOra pensiamo invece come utilizzarli per San Valentino; che ne dite di tuffarli nella cioccolata calda?? Ovviamente potete usare il mitico Ciobar oppure provare questa ricetta. L’importante è che poi ci tuffiate dentro il marshmallow a forma di cuore 😉

Ingredienti:

–  2 tazze di latte intero
–  2 cucchiai di zucchero
–  2 cucchiai e un cucchiaino da tè di cacao in polvere zuccherato (che ne dite del Van Houten?)
–  4 cucchiai di  cioccolato semidolce grattuggiato
– olio vegetale
– marshmallows grandi

Preparazione:

Portate il  latte, lo zucchero, il cacao in polvere ed il cioccolato lentamente a ebollizione in una casseruola media a fuoco medio, mescolando fino a che il cioccolato si è sciolto (non far bollire). Versate in due tazze.

Ungete un taglia biscotti piccolino a forma di cuore con l’olio vegetale. Tagliate i  marshmallows  a metà orizzontalmente e quindi premete il tagliapasta al centro di ciascuno in modo da formare dei cuori, come in figura. Poggiate, in modo che galleggino, i ritagli dei marshmallow sulla cioccolata calda.

Buon San Valentino!

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

L’arte del ricevere: organizzare un Buffet

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Che sia a mezzogiorno, a cena o, perchè no per un Brunch, il buffet da’ una grande sensazione di convivialità e allegria. E libertà, sia agli ospiti di servirsi come e quando vogliono, sia alla padrona di casa di dedicare il suo tempo agli ospiti… Ovviamente ha senso quando gli ospiti sono piu’ di 6/8, altrimenti a mio avviso è meglio fare un pasto seduti.

Io preferisco usare tovagliato di stoffa ed i piatti e i bicchieri del servizio, pero’ mi rendo conto che in presenza di tante persone molti preferiscano usare gli articoli monouso. Ed allora usiamoli purchè siano di grande qualità.

Direi che di giorno si possono usare tranquillamente i colori pastello o il bianco – che è sempre indicato – mentre di sera sono meglio i colori scuri o comunque piu’ forti. Ed anche il bianco ovviamente! Nel caso usiate gli articoli monouso indirizzatevi verso le tovaglie che sembrano cotone. La resa non è male ed i colori sono intensi. I tovaglioli devono essere di qualità e si devono armonizzare alla tovaglia. E’ meglio creare un po’ di contrasto, quindi evitiamo il tono su tono.

Stesso dicasi per le stoviglie. Che siano ovali o quadrati i piatti devono essere di qualità, spessi,mentre per le posate potete indirizzarvi verso quelle “silver” che sembrano quasi di acciaio vero, almeno alla vista 😉 Per i bicchieri prevedete sempre quello del vino. Poi vi consiglio comunque i calici, ormai i prezzi non sono piu’ esagerati e sono sicuramente piu’ carini da vedere.

Torniamo invece alle stoviglie non monouso. Valgono le stesse regole, tovagliato di qualità ed in questo caso meglio coordinati. Bicchieri sia da vino che da acqua.

Organizziamo quindi il nostro buffet. Potete utilizzare un tavolo abbastanza grande (ove non saranno previste sedie) oppure diversi mobili, tipo buffet, e fare diverse isole: tipo l’isola dei cibi salati, dei dolci e delle bevande. Ogni isola deve essere adeguatamente allestita quindi oltre alla tovaglia dovete pensare a degli elementi decorativi come un centrotavola di fiori, candele, ma anche dei soprammobili….

Lasciate poi qua e la’ dei tovaglioli di carta, quelli da cocktail, che all’occorrenza possono servire ai vostri ospiti (li trovate tranquillamente all’Ikea e sono grandi circa la metà di quelli normali)

I bicchieri li disporrete in file, su un vassoio o su degli specchi, sull’isola delle bevande o in un angolo del vostro grande buffet.

Le posate è carino disporle su un  vassoio o magari dentro un cestino legate con un nastrino o una fascia di carta decorata (che ne dite con il nome dell’ospite elegantemente scritto sopra?) al proprio tovagliolo ripiegato.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Per servire le portate usate i piatti grandi e scenografici se li avete. Non disdegnate le alzate ad un piano o piu’ piani per servire i cibi monoporzione, o anche i  fritti, che sono molto scenografici. Se utilizzate le vaschette monoporzione per i finger food ricordatevi di disporli sempre su un vassoio o su degli specchi, non a casaccio:  in file o comunque in modo ordinato. Non dimenticate di disporre, nei piatti o sul buffet, le posate per servire le varie pietanze: non è di buongusto che l’ospite si serva con la sua forchetta.

Un tocco in piu’ sarà fare dei cartellini da lasciare davanti le pietanze per indicare cosa sono. Basta un cartoncino colorato in tinta con il resto della mise en place e sicuramente darete un tocco in piu’ al buffet. O ancora cercate di stampare  un menu, magari sistemato su un cavalletto – anche piccolo – per i quadri; o in una cornice da foto posizionata in un angolo o al centro del buffet. Sarà apprezzatissimo.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Per i cibi si possono prevedere diverse soluzioni, dipende dal tono del vostro evento: per un brunch o comunque un pranzo andranno molto le torte salate, delle insalate, dei tramezzini, focacce ripiene, della pasta fredda (se è stagione) e poi olive, formaggi, salumi, verdure tagliate per il pinzimonio, rotolini di bresaola o salmone con dentro formaggio caprino (rigorosamente legati con erba cipollina) vari tipi di pane e di grissini. Potete buttarvi anche sullo gnocco fritto (vi postero’ la ricetta originale) che porta sempre molta allegria e con poca fatica ha una grande resa, anche visiva. Poi possiamo pensare a del roast beef, a del vitello tonnato

Per la sera a mio avviso sarebbe meglio essere un po’ piu’ formali, anche nei cibi. Quindi ci orienteremo su un antipasto, dei primi e dei secondi. Tutti caldi o tiepidi (da scaldare poco prima di servire). Per gli antipasti possiamo servire ancora salumi e formaggi (ovviamente adeguatamente presentati), olive all’ascolana, mozzarelline, anche del sushi. Poi della pasta o dei risotti. Delle lasagne, cannelloni, pasta al forno. Per secondo arrosto con dei contorni di verdure, e così via…

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Per quanto riguarda i dolci, io raccomando un’isola separata e riccamente decorata. Potete disporre, oltre ai dolci, anche delle macedonia di frutta e poi pasticcini, biscotti, torte, caramelle. Tutto opportunamente disposto, quindi non lesinate in cristallerie o meglio, le porcellane:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Infine pensate anche ad un omaggio da regalare ai vostri ospiti, magari dei biscotti fatti in casa da voi (presto postero’ la ricetta dei Chocolate Chips Cookies)

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Dove sistemiamo infine gli ospiti? Bisogna pensare a dei punti dove si possano sedere e comodamente mangiare. Dipende sempre da quante persone avete invitato ovviamente. Se sono pochi si puo’ usare il salotto, ed un tavolino al centro come appoggio, altrimenti sistemate nell’ambiente diversi angoli con degli sgabellini, dei tavolini, delle poltroncine… Rendete tutto comodo ed invitante con dei cuscini!

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Il cane al vostro matrimonio

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Il giorno del matrimonio ci si vuole attorniare dalle persone a noi piu’ care, quelle che vogliamo avere vicino il giorno piu’ importante… Ma se un legame speciale vi lega al vostro cane perchè non includerlo nella festa?

Ovviamente ci sono alcune considerazioni da fare: innanzitutto il contesto del matrimonio deve essere tale per cui il cane sia ben inserito. Quindi se puo’ andar bene una cascina o una villa con giardino sicuramente lo sarà meno un ristorante chiuso o un albergo. Bisogna anche considerare se il vostro amico sarà bene accetto nella struttura dove si svolgerà l’evento e sicuramente dovrà avere qualcuno che si curi di lui e con cui in ogni caso ha confidenza.

Potete anche dare un ruolo ben specifico al vostro animale che puo’ portare le fedi (oddio se non siete padroni dell’inteligentissimo Lessie fate in modo che ci sia un’accompagnatore) o semplicemente puo’ rimanere vicino a voi durante la cerimonia per poi partecipare alla festa. Magari qualche sposa lo porta direttamente all’altare mentre percorre la navata 🙂 Ma di questo dovete anticipatamente discuterne con chi vi ospita, ovvero l’officiante o il proprietario della location.

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoIn ogni caso se non volete rischiare potete sempre rivolgervi ad un Wedding Dog Sitter che si occuperà di tutto: ovvero di conoscere il vostro cane, di toelettarlo e di fornire l’abito da cerimonia che per un’evento così importante non puo’ mancare. Poi si occupera’ di lui durante tutto lo svolgimento dell’evento.

Se invece volete occuparvene voi allora tenete a mente alcune regole quali appunto informare con largo anticipo gli operatori dell’evento e l’officiante.  Alcuni possono rifiutarsi di presiedere un matrimonio che include gli animali domestici.

Non lasciate mai il cane da solo. Pertanto se non avete una persona fidata, che conosca il vostro cane, pensate ad un dog sitter.

Anticipate gli eventuali problemi quali: dove farà i bisogni il nostro amico? Oppure se il collare del cane è adornato da fiori questi devono essere disposti in modo che non lo disturbino e che non vengano usati materiali tossici. Ovviamente durante il ricevimento, mentre pranzerete o cenerete, il vostro cane se non è abituato dovrà stare lontano in modo da non disturbare gli altri ospiti anche per non correre il rischio che qualcuno gli dia del cibo potenzialmente pericoloso (tipo il cioccolato, alcol o carne con ossicini piccoli).

Insomma potete condividere il vostro giorno piu’ bello anche con il vostro amico a quattro zampe, l’importante è seguire alcune accortezze in modo che la giornata sia speciale sia per voi che per lui.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Wedding Favors

In italiano possiamo definirli i “doni per gli ospiti” di un matrimonio. Ovviamente noi abbiamo le bomboniere che sinceramente considero per alcuni aspetti un po’ retro’. Invece ho trovato tantissime idee carine che possiamo tenere in considerazione per allietare oltremodo i nostri ospiti. Inoltre si possono utilizzare anche come segnaposto (quindi non solo ad un matrimonio) e diventano un grazioso omaggio che gli ospiti si possono portare via. Infine molti si possono davvero personalizzare; credo che questo impressioni sempre favorevolmente gli ospiti.

Ci sono tanti siti americani che vendono queste idee pertanto approvvigionarsene non dovrebbe essere un problema.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Per un matrimonio in maggio con uno stile campagnolo che ne dite delle ciliegie?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Se il tema è il vostro viaggio di nozze questo presente è da tenere in considerazione

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Vi lascio anche qualche sito dove sbirciare ulteriormente:

My Wedding Favors

Weddingthings

TopWeddingFavors

Fabulous favours

Dottydreams

Chloebeck

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Segnalibro a forma di cuore

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoEccomi con un’altra idea molto carina per San Valentino, ma non solo. Sono dei segnalibri che si possono realizzare anche per fare dei regalini in occasione di una festa, una ricorrenza o semplicemente perchè vi va…
Si tratta di Segnalibri a forma di cuore. Sono davvero molto semplici da realizzare.
Procedimento:
Prendete due cartoncini molto resistenti, uno a tinta unita e uno con un motivo decorativo. Potete anche incollare un foglio di carta decorata sul cartoncino.
Su un foglio di carta  comune create un cuore di circa 4 cm ed uno un po’ piu’ grande di circa 6 cm. Tagliateli ed usateli come stencil per creare sul cartoncino rigido a tinta unita il cuore piu’ grande e su quello decorato uno piu’ piccolo. Ritagliateli con una taglierina e incollate con colla stick quello piu’ piccolo al centro di quello piu’ grande e lasciare asciugate per bene.
Con l’aiuto di un taglierino separate i due cuori di cartone fino a metà. Ed ecco il fermalibro The WeddingEve - Wedding Planner Milanofinito. Buon lavoro!
Eva D’Angiola
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
Scrivimi: info@theweddingeve.it

Bustine da the con cuore

Torniamo a varie idee per San Valentino. Per stupire l’amato/a non si deve necessariamente spendere un capitale e con un po’ di fantasia e di tempo si possono realizzare delle cosine carine.

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoCosa ne dite di bustine da the personalizzate? Magari per preparare la colazione proprio a San Valentino.

Quindi armatevi di cartoncino rosso, un pennarellino con colore metallico (meglio argento), una sagoma a forma cuore (ve ne posto una), una pinzatrice.

Con l’aiuto della sagoma disegnate due cuori sul cartoncino e tagliateli. Con il pennarellino scrivete un breve messaggio su uno dei due cuori. Quindi rimuovete dalla bustina da te l’etichetta che trovate pinzata all’altro capo del filo. Ora dovete apporre i due cuori sull’estremità del filo, uno contro l’altro in modo da avere la scritta visibile, e incollateli insieme con nastro biadesivo o una cucitrice. Et voilà, il gioco è fatto… Poi preparate un vassoio e servite la colazione, magari a letto. Poi vi postero’ delle idee per preparare una colazione per stupire…

😉

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Romantico pizzo

Romantico pizzo.

Per le future spose che amano il pizzo, non solo nel vestito…

Temi per il matrimonio: romantico pizzo

Si sta avvicinando il periodo dei matrimoni e, sono sicura, molte staranno cercando freneticamente idee per il proprio matrimonio. Questo post lo dedico alle “romantiche” e cosa c’è di piu’ romantico e retro’ del pizzo? Eccovi qualche idea:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: michelle made me

Cominciamo con un po’ di ghirlande. Questi cuori li ho trovati sul sito “Michelle made me” e sono molto semplici da fare. Si tratta di cuori fatti in pizzo e servono: forbici, pizzo, una tagliapasta per biscotti a forma di cuore, della colla vinilica, un pennello, ago e filo, coltellino affilato. Con il pennello stendete un buon strato di colla sul bordo esterno del taglia pasta. Coprite il tagliapasta con il pizzo fino a fare incontrare i due lembi. Passare con il pennello ancora della colla sul pizzo e lasciare asciugare. Poi con un coltellino molto affilato aiutatevi a tirare fuori la forma di pizzo dal taglia pasta. E’ probabile che dopo con le mani dovrete ridare un po’ la forma del cuore, ma non è difficile. Dopo averne creati un po’ potete usare un filo per creare una ghirlanda.

Continuiamo con altre immagini di ghirlande:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credit: Martha Stewart

The WeddingEve - Wedding Planner Milano
credits: flickr
The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credit: etsy

Le partecipazioni…

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Poi ci sono i segnaposto:

per fare questi bisogna piegare due centrini tondi dal diametro di circa 5 cm a metà. Bisogna poi incollare le due metà superiori dei due centrini al cartoncino in modo che resti in piedi, come in figura:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

lace_placecards

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: theweddingofmydreams.co.uk

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: theweddingofmydreams.co.uk

O il tableau de mariage

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Portacandele

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Centrotavola

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Parliamo di Wedding Cake

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

…concludiamo con gli omaggi per gli ospiti…

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Ora non avete piu’ scuse. Se vorrete organizzare il vostro matrimonio con il tema del pizzo le ispirazioni non vi mancano!

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Pop corn caramellati

Sempre in tema di carnevale mi va di postare un po’ di cosine. Che ne dite di pop corn caramellati?? Sono golosi, portano allegria e The WeddingEve - Wedding Planner Milanoopportunamente confezionati possono essere un modo per far divertire sia gli amici che i bambini.

Vi riporto una ricetta originale:

Ingredienti

  • 1 tazza di zucchero di canna
  • 1/2 tazza di  sciroppo di mais
  • 1/3 tazza di burro
  • 1 cucchiaio di melassa
  • 1 cucchiaino e 1/2 di di estratto di vaniglia
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 12 tazze popcorn (senza ne sale ne grasso)
  • carta da forno

Procedimento

Preriscaldate il forno a 125 °.
Rivestire una teglia grande con della carta da forno imburrata.
Unite lo zucchero, lo sciroppo di mais, il burro e la melassa in una casseruola media e portate ad ebollizione a fuoco medio. Cuocete per 5 minuti, mescolando. Togliete dal fuoco la casseruola, mantecate con la vaniglia, il bicarbonato e il sale. Mettete il Popcorn  in una ciotola capiente, versate il composto di zucchero su popcorn in modo omogeneo mescolando continuamente.
The WeddingEve - Wedding Planner MilanoStendete la miscela di popcorn nella teglia  che avete precedentemente preparato. Cuocete in forno a 250 ° per 1 ora, mescolando ogni 15 minuti.

Togliete dal forno e mescolate per rompere eventuali grumi di grandi dimensioni. Lasciate raffreddare 15 minuti. Servite i popcorn caldi o a  temperatura ambiente.Nota: Conservare in un contenitore ermetico per un massimo di 1 settimana e lasciate che il popcorn al caramello si raffreddi completamente prima di dividerlo nei barattoli

I popcorn potete metterli in coni colorati, come rappresentato nella figura accanto o in allegre buste trasparenti con nastri colorati; potete regalarli o potete condirci il gelato. La dolcezza e la croccantezza non vi deluderanno  😉

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

 

Tableau Mariage a forma di cuore 2

Ancora una volta Martha Stewart è di ispirazione. Del resto ci avviciniamo al periodo dei matrimoni e bisogna essere pronti.

Questa vecchia idea per decorare una finestra puo’ essere a mio parere The WeddingEve - Wedding Planner Milanoutilizzata per costruire un “tableau Mariage” a forma di cuore davvero inusuale e carino.

Si tratta di diversi cuori colorati fatti con, pensate un po’, carta forno e pastelli. Questo dona loro questo effetto “trasparente”… Con un pennarello nero ed indelebile potete scrivere sopra quelli piu’ grandi il nome del tavolo e degli ospiti… Quelli piu’ piccoli fungeranno da decorazione e riempitivo.

Qui di seguito il procedimento:

Occorrente:

  • pastelli di cera colorati
  • carta da forno
  • carta da pacchi
  • forbici
  • ferro da stiro
  • nastri colorati

Procedimento:  


Iniziate con un foglio di carta da forno  30 x 40 cm. Piegatelo a metà nel senso della lunghezza poi riapritelo e stendetelo. Distribuite dei trucioli dei pastelli di cera (fatti con un temperino portatile)  in   modo uniforme ma in uno strato non troppo spesso su metà della carta.  Sui diversi fogli usate diversi tipi di colore – simili tra loro. Piegare la parte pulita della carta su quella con i trucioli. Chiudere  i tre bordi aperti con una piega di 3 o 5 cm per contenere e non far fuoriuscire i trucioli. Proteggete il piano da stiro  con la carta da pacchi. Posizionate la carta da forno sulla carta da pacchi, e coprire con un altro foglio di carta da pacchi. Passate leggermente il ferro da stiro a media temperatura controllando dopo poche passate se la cera risulta totalmente fusa. Altrimenti continuate fino alla conclusione del processo. Lasciate raffreddare e poi togliete la carta. Tracciate e ritagliate cuori di varie dimensioni; fate un buchino al centro ed in alto in modo da poterci passare un filo di seta e poterli appendere.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano  The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

 

Idee per San Valentino

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoManca poco per S. Valentino ed è meglio non farsi trovare impreparati.

Allora scopriamo qualche idea per rendere speciale questo giorno ma non banale 🙂

Molte coppiette escono a cena fuori ma il rischio è sempre quello di pagare cifre esagerate e trovarsi in ristoranti popolati da altre coppiette così che la sera sia un po’ meno esclusiva. Ovviamente per chi ha bambini uscire fuori da soli è sicuramente qualcosa di diverso ma per chi non ha prole o per chi puo’ farla accudire da qualche nonna perchè non pensare di organizzare una cenetta in casa? Non ci vuole molto ed i piatti non devono essere molto elaborati… E’ l’atmosfera la vera protagonista della serata. Quindi la mise è place dovrà essere curatissima, si a candele, piatti del servizio “buono”, sottopiatti, bicchieri di cristallo. Un buon vino magari servito nel decanter. Anche dei fiori aiuteranno a donare la giusta atmosfera ma le candele non devono mancare..

Per il menu io suggerisco un buon antipasto ed un secondo. Un dolce, magari al cucchiaio, concluderanno in modo perfetto la serata. Non bisogna essere troppo appesantiti per il dopocena 😉 L’importante è curare l’impiattamento e, perchè no, mettere ad ogni posto un piccolo menu scritto da voi, in bella grafia… Adornato magari con qualche frase ad effetto. Non lesinate in romanticismo almeno in questa serata.

Vi posto alcune foto di mise en place adatte all’occasione:

The WeddingEve - Wedding Planner MIlano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Fantastica questa idea di un runner personalizzato. Magari con delle frasi a voi care, oppure dei versi di poesie o, perchè no, di canzoni che amate. Anche nel portatovagliolo si puo’ pensare di fare lo stesso.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Un po’ leziosa questa tavola, ma puo’ piacere…

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

E che ne pensate di queste altre idee?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Un romantico bagno… (mi raccomando i petali)

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

O se non potete vedervi per cena una romantica colazione…

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Un regalo ed un messaggio romantico vicino al letto. Siamo anche in periodo di tulipani e magari possiamo abbinarli ad allegri marshmallow

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Queste fragole sono belle e golose intinte nel cioccolato bianco o fondente e decorate con degli zuccherini…

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Se volete festeggiare insieme a tutta la famiglia potete pensare ad una tavola decorata con un grande cuore fatto di tanti piccoli vasetti con fiori colorati… Da tener presente, a mio avviso, anche per altre occasioni.

In ultimo parliamo del regalo. La sorpresa a parer mio è fondamentale ed è importante che il regalo sia “pensato”. Certo, potete regalare quel particolare oggetto che la vostra metà ha addocchiato da tempo oppure regalarvi qualche esperienza… In una spa, un castello, un agriturismo… Io amo regalare viaggi. Non ci vuole molto per stupire, basta trovare ed acquistare qualche volo low cost (magari per il ponte del 25 aprile o qualsiasi altro week end per il quale siete sicuri di poter partire insieme) e poi comprare la guida turistica della destinazione. Et voilà: con un cartoncino create un porta biglietti (vi posto sotto alcune idee) che inserirete nel libro. Poi create una bellissima confezione regalo per il libro ed infine lo donate all’amato/a. Ci metterà un po’ a capire, dopo averlo scartato, che non si tratta semplicemente di una guida di viaggio bensì del viaggio stesso.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Inoltre tra gli oggetti personalizzabili ho trovato le cover per I-phone… Cosa ne dite di impreziosirne una con una vostra foto?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Cover Iphone personalizzate. Source: Vistaprint.it

Cosa ne dite di una bottiglia di vino personalizzata che possa scandire le date del vostro amore? Le trovate su Personal Wine

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Altri regali potrebbero essere delle particolari “promesse”. Una volta regalai un carnet (fatto da me al computer) con 10 massaggi, ovviamente fatti da me. Furono davvero molto apprezzati 😉 Ma potete regalare altre eperienze come andare in un particolare luogo, o fare quella particolare attività… Cose che fanno parte di voi insomma.

Qui di seguito ripropongo gli m&m’s personalizzati che fanno sempre scena e che trovate  Qui

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Poi girando ho trovato questo sito Personal Gift dove potrete trovare molte cose personalizzate.

Pensavo anche ad un quadro ricavato da una foto a cui tenete particolarmente. Ci sono molti siti che se ne occupano online:

http://www.fotoregali.com

http://www.mistercupido.com

http://www.crearti.eu

Insomma con la fantasia potete spaziare parecchio… Non fatevi trovare impreparati!

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Mele caramellate

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoColorate di un bel rosso vivo, golose… Chi sa resistere?

Si sta avvicinando il carnevale e per me sono l’ideale per festeggiarlo. Portano allegria, si trovano sempre nei luna park ed allora perchè non farle in casa? Del resto quella dolce croccantezza della glassatura si sposa benissimo con il gusto un po’ acidulo della mela.

Beh, io vi posto la ricetta originale poi vi sfido a farle a casa (magari per i vostri bambini):

Ingredienti

  • Burro, per la carta forno
  • 2 tazze di zucchero
  • 3/4 tazza di acqua
  • 1/2 tazza di sciroppo di mais chiaro
  • Mezzo cucchiaino di colorante alimentare rosso, (opzionale)
  • 6 mele medie o 12 mele piccole
  • bastoncini di legno

Preparazione

Foderate una teglia con carta da forno e passateci sopra il burro, quindi mettetela da parte. Usate una pentola dal fondo pesante quindi unire lo zucchero, 3/4 tazza di acqua, sciroppo di mais ed il colorante alimentare, se si utilizza. Portate a ebollizione a fuoco alto e poi riducete la fiamma a medio-alta. Inserite il termometro per alimenti e continuate a far bollire fino a quando la temperatura non raggiungera’ tra i 300 ed i 310 gradi , ci vogliono circa 20 minuti.
Nel frattempo inserite un bastoncino di legno nella parte superiore di ogni mela, spingendo circa a metà, e mettetele da parte. Quando la miscela raggiunge la temperatura toglierla immediatamente dal fuoco. Lavorando velocemente tuffate le mele nella miscela di zucchero fino a quando non saranno completamente rivestite. Trasferitele sulla teglia già preparata con carta forno e lasciatele raffreddare.

Fatemi sapere come vi vengono!!

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Cheesecake ai lamponi

Questa volta posto la ricetta di una cheesecake che ho avuto modo di fare parecchie volte, e per questo posso affermare con convinzione che è davvero semplice da fare, e che è sempre molto richiesta. La ricetta di base mi fu’ gentilmente data qualche annetto fa’ da una mia cara amica toscana poi io l’ho variata con l’aggiunta di salsa ai lamponi che la rende oltremodo allegra – chi non è conquistato da quel colore rosso rubino della salsa?? – ed il cui gusto si sposa perfettamente con quello del formaggio.

cheesecakeIngredienti:

Per il fondo

  • 36 biscotti tipo “Oro Saiwa”
  • 1/2 tazza di burro
  • 2 cucchiai di zucchero

Per la copertura

  • 2 confezioni di formaggio tipo “Philadelphia” da 250 gr l’una
  • 1/2 tazza di panna liquida
  • 2 uova
  • 1/2 di zucchero
  • vaniglina

Per la salsa

  • 250 gr di lamponi
  • 2 cucchiai di zucchero

Preparazione:

Nel tritatutto si polverizzano i biscotti che si amalgamano al burro fuso ed allo zucchero. Con il composto ottenuto si copre il fondo di una teglia a cerniera di media grandezza precedentemente imburrata. Si prepara l’impasto unendo al formaggio la panna, lo zucchero, le uova e la vaniglina. Il composto si versa sul fondo di biscotti e si mette in forno preriscaldato a 160 gradi per 45 minuti/un’ora.

Nel frattempo preparare la salsa ai lamponi: in un pentolino portare a bollore i lamponi con lo zucchero. Dopo lasciare raffreddare per qualche minuto e quindi frullare la salsa ottenuta.

Togliere la torta dal forno e farla raffreddare. Toglierla quindi dalla cerniera e disporla su un piatto di portata. Infine versarci sopra la salsa ai lamponi e decorare con qualche lampone rimasto.

Buon Appetito 😉

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Cake Topper personalizzati

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoQuesta volta riporto un’idea vista al matrimonio di una mia cara amica ma che ho trovato davvero originale. Si tratta delle statuine da mettere sulla torta nuziale (cake topper).

Navigando ho visto parecchi siti ma ho potuto apprezzare davvero tanto l’opera di quest’artista del settore che con una foto riesce a riprodurre gli sposi in una simpatica statuina vestiti addirittura come nel giorno del matrimonio, bouquet ed acconciatura compresi.

La cura dei particolari è impressionante e la resa davvero sorprendente.

I miei amici in questo caso si sono divertiti a fare la foto mettendosi in posa proprio come la statuina. E la statuina riprendeva anche il loro bel bimbo.  E’ stato un momento divertentissimo ed é poi un bel ricordo in quanto la statuina vi rimarrà.

debora e paolo-479

I riferimenti li trovate qui: MARYMADE

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Biscotti con effetto “vetro colorato”…

Biscotti con effetto "vetro colorato"….

Segnaposto farfalla

The WeddingEve Wedding Planner MilanoImpazzisco per i segnaposto. Secondo me la fantasia non subisce limiti in tal senso… L’altro giorno ho postato dei biscotti “effetto vetro” che potrebbero essere utilizzati anche come segnaposto, oggi mi limito (ma solo per oggi) ai segnaposto ispirati alle farfalle. Possono davvero essere utilizzati in ogni occasione, ovviamente meglio in primavera… Un matrimonio in giardino, una festa sul terrazzo non ci sono limiti ma sono molto scenografici a parer mio…

Questi li ho trovati in giro su internet da acquistare ma con un po’ di fantasia potete davvero realizzarli voi stessi. Per una festa in terrazza, per esempio, avevo preso una serie di cartoncini colorati ed ho ritagliato diverse sagome di farfalle. Non è difficile, se non sapete disegnarle voi potete agevolmente scaricarle da internet. Le avevo leggermente piegate al centro e  con il filo da pesca le avevo appese (il terrazzo aveva delle travi su cui si arrampicava una vigna) in modo che sembrassero che svolazzassero sul tavolo. Davvero scenografico… Torniamo ai segnaposto: adoro quelli che si poggiano sui bicchieri come se davvero una farfalla si fosse posata sopra.

2012NEW-Laser-cut-butterfly-wedding-font-b-supply-b-font-place-cards-for-font-b-party

Questo  per esempio li ho trovati su aliexpress.com

$(KGrHqQOKpkE3vPU(HyFBN+mwfPss!~~0_12

Oppure su  Butterfly Place Holder

place_card_for_glass_pink1

Di diverse tonalità su  favourboxes

Poi ne ho trovati davvero molti altri su ohsocherished.co.uk

Ivory Butterfly Place Cards

Questi li potete trovare su Borrowedbluewedding.com

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Su TIMELESSPAPER potete trovare i segnaposto di cui sopra. Molto eleganti a mio avviso. Su questo sito potete trovare anche altre idee sempre con tema le farfalle:

Butterfly Napkin Rings

Butterfly Escort Cards

Butterfly Gift Tags

Butterfly Gift Tags

Butterfly Gift Tags

Butterfly Menu Cards

Infine ne ho fatti di miei ma che non ho avuto ancora modo di utilizzare. Farli è semplicissimo, la resa ottima: cercate su internet immagini a colori di farfalle (sotto ne ho postate un po’)… Ne stampate per ognuna due copie che poi ritaglierete e ed incollerete l’una sull’altra. Se quando le incollate rimangono dei bordi bianchi rifinite con un pennarellino nero.

Infine basta piegarle e con un goccio di colla a caldo attaccatele sul cartoncino del segnaposto… Sembra che si siano poggiate sopra per caso, non vi pare?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Se volete cimentarvi a crearne di vostri vi posto dei disegni di farfalle:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Butterfly

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

“Tableau Mariage” a forma di cuore

The WeddinEve - Wedding Planner Milano

Questa idea l’ho vista qualche mesetto fa’ sul Magazine Summer 2012 sempre di Martha Stewart e mi ha colpito parecchio. Forse perchè è semplice ma scenografica e comunque potete tranquillamente realizzarla da soli.

Si tratta di un “tableau Mariage” a forma di cuore ma formato da un unico filo che si intreccia a vari chiodini in modo da formare  una fitta rete dove inserire i nomi degli ospiti (mi raccomando rigorosamente in ordine alfabetico!) e l’indicazione del loro tavolo.

Qui sono usate le frecce ma a parer mio si possono usare anche altre forme, a voi la fantasia.

Vi traduco e riporto la procedura per eseguirlo:

Strumenti e materiali

  • forbici
  • un foglio di carta da 120 cm x 120 cm
  • un pannello di legno di 120 cm x 120 cm
  • chiodini bianchi o dorati da 2,5 cm
  • un martello
  • filo di nylon bianco
  • 8 cartoncini misura A4

Procedimento
Piegare il foglio in due, disegnare  mezzo cuore contro la piega aprire  il foglio e ritagliare poi il cuore intero. Poggiate il cuore di carta sul pannello di legno ed usatelo come guida per disegnare il cuore; usando il martello inserite poi i chiodini lungo il contorno lasciando circa 1,3 cm di spazio tra uno e l’altro.

The WeddinEve - Wedding Planner Milano

Annodare un’estremità del filo intorno ad un chiodino (non importa quale) che servirà come punto di partenza, quindi passare il filo da  chiodino a chiodino attraverso il cuore. Non c’è un modo sbagliato per farlo, basta assicurarsi di avvolgere il filo attorno l’esterno del cuore un paio di volte in modo da definirne la forma. Quando avete finito annodare l’altra estremità del filo attorno ad un chiodino.

The WeddinEve - Wedding Planner Milano

Aprire quindi il file pdf modificabile sul sito di Martha Stewart (qui il link) con le freccie da completare con i nomi degli ospiti e il numero (o anche la descrizione) del tavolo; stampare il file su cartoncino nel colore scelto e ritagliare le frecce. Infilare infine le frecce nel filo disponendole in ordine alfabetico piu’ o meno in file in modo che gli ospiti possano facilmente trovare i loro nomi.

The WeddinEve - Wedding Planner Milano

Buon divertimento!

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Parliamo di Finger Food

 finger-food

Chi è stato ad un matrimonio sa per certo cosa sono. Magari non sa che si chiamano Finger Food ma li ha mangiati.
La cosa bella che ora la moda, oltre ai matrimonio o agli eventi di un certo tipo, si è estesa anche nelle mura di casa per feste o eventi piu’ o meno importanti.

Per i “finger food” troviamo diverse definizioni ma alla fine possiamo ridurle ad una: “bocconcini”. Sono cibi che si devono poter mangiare in un solo boccone. La particolarità di queste delizie, oltre alla fantasia sconfinata, è la presentazione che ne è parte essenziale ed integrante. Deve essere curata, di un certo fascino, invogliante. A tal proposito ci aiutano gli “utensili” per presentarli: possono essere monouso oppure di vetro e porcellana per un riutilizzo costante.

Di ricette in Internet se ne trovano di tutti i gusti e laddove non ci aiutano possiamo usare la fantasia!

Per il mio compleanno, in agosto, ho deciso di cimentarmi;  ho preparato un antipasto di finger food ed anche un buffet di dolci. Le ricette erano davvero molto semplici ma la presentazione ha fatto la diffrenza.

Qui allego un paio di foto del buffet di dolci presentato, così come è stato fatto per gli aperitivi, su dei vassoi di specchio: o meglio degli specchi che sono stati utilizzati come vassoi.

Finger Food

Finger Food di Dolci

 

Finger Food

Finger Food di dolci

I dolci erano delle mini cheese cake decorate con kiwi e frutti di bosco, una torta fondente al cioccolato decorata con cioccolato bianco, dei mini tiramisu con sfoglie di cioccolato.

I contenitori si possono trovare piu’ facilmente di una volta in giro ma non amo accontentarmi e quindi mi sono rivolta ad una azienda in internet che in pochissimi giorni mi ha mandato quanto ordinato. Soprattutto ho trovato un’ottima fornitura per quanto la mia fantasia richiedesse: NECESSORI.COM. Devo dire che il servizio pre e post vendita è stato curatissimo e quindi mi sento di consigliarli.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Vigilia di Natale – La tavola.

Vigilia di Natale – La tavola..

Vigilia di Natale – La tavola.

Sarà forse perchè sono napoletana oppure perchè la Vigilia è di sera e poi tutti insieme si aspetta la mezzanotte per aprire i regali ma sta di fatto che ha sempre avuto un gran fascino su di me, ancora di piu’ del pranzo di Natale… Del resto si puo’ giocare molto con le atmosfere di sera e la vigilia di Natale si presta davvero bene.
Quest’anno ho voluto buttarmi su una tavola tutta bianca. Un po’ eterea se vogliamo. L’atmosfera del resto, se si gioca anche con molte candele, è assicurata.

The WeddinEve - Wedding Planner Milano

Ed allora tovaglia rigorosamente bianca, meglio se di un certo pregio, sottopiatti trasparenti, piatti in porcellana bianca, candelabri d’argento (un po’ retro’ ma anche con un tocco moderno) e segnaposto “NOEL” che se da un lato sdrammatizzano la tavola dall’altro gli danno certamente quel tocco in piu’.

The WeddinEve - Wedding Planner Milano

I candelabri ed i segnaposto li ho trovati da BOTANIC mentre il resto fa’ parte del mio “corredo” (quello che mi fece mia madre) tutto rigorosamente bianco. Del resto con il bianco si puo’ giocare sempre: basta aggiungere qualche tocco e la tavola è sempre diversa.

Sulla tavola sono state sparse delle “gocce” di vetro. Quelle per decorare i vasi per intenderci. Io le uso anche nei portacandele ma si prestano a diversi utilizzi.

Non manca mai a casa mia, quando organizzo cene di una certa importanza, il menu’ stampato su cartoncino. A mio avviso da’ un tocco in piu’ e gli invitati sono sempre piacevolmente stupiti, soprattutto se si da’ un tema. In questo caso ho giocato con il “Joyeux Noel”.

The WeddinEve - Wedding Planner Milano

The WeddinEve - Wedding Planner Milano

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

M&M’S personalizzabili

M&M’S personalizzabili.

Festa cinese

Viaggio davvero tantissimo… Ogni anno è come se facessi un viaggio di nozze e la cosa entusiasmante è che organizzo io ogni cosa. Amo tantissimo organizzare e se posso farlo adattando il viaggio sulle mie esigenze risparmiando pure, cosa da non sottovalutare, la cosa diventa davvero perfetta.

C’è una nota pubblicità che recita che il piacere comincia con l’attesa. Condivido totalmente. Ed è questo che rappresenta per me organizzare un viaggio, o un evento.

Non voglio divagare ma viaggi ed eventi sono collegati in questo caso. Quest’anno sono andata in Cina ed in Indonesia. Al ritorno dal viaggio il fidanzato ha voluto che festeggiassimo il suo compleanno dando una “festa cinese”. L’organizzazione ha richiesto piu’ o meno due settimane ed è stato piu’ che altro un lavoro di ricerca: ovviamente ho cucinato io e non ho mai cucinato cinese.

Ho puntato su delle ricette che potessero soddisfare anche palati poco affini ai gusti orientali e ne è venuto fuori questo menu:

The WeddingEve menu

Tralasciamo il nome dell’evento che riprende sempre il nomignolo del fidanzato “Danielino” :-).

In ogni caso il menu è stato un successone soprattutto perchè era la prima volta che mi accingevo a cucinare cinese. Mi sono anche cimentata nel fare i biscottini cinesi della fortuna (le frasi all’interno le abbiamo inventate noi, un po’ paradossali, ma hanno fatto morir dal ridere gli ospiti) che ho preparato il giorno prima. Poi facendo ricerche ho scoperto che questi biscotti in Cina non esistono (in effetti non li avevo trovati come ho avuto davvero difficoltà a trovare gli involtini primavera) ed è un’invenzione del tutto americana. Infatti si possono trovare lì o recentemente anche nei supermercati. Insomma se non avete voglia di cimentarvi nel farli potete comprarli già fatti ma le frasi non le deciderete voi. Intanto vi lascio la ricetta che ho seguito:

Ricetta biscotti della fortuna

La tavola, che è sempre stata la mia passione, l’ho decorata ispirandomi alle tavole cinesi che, devo essere sincera, sono un po’ spartane: ed allora via di fantasia. Tovaglia bianca (non deve mai mancare in casa), runner rosso (anche questi, se ne avete un po’ di diversi colori potete riutilizzarli in molte occasioni e rinnovare le vostre tovaglie), sottopiatti dorati, piatti di porcellana e cristalleria. Ovviamente tante candele per creare atmosfera. Per Natale pero’ mi buttero’ anche sui fiori. Ah, naturalmente non potevamo mancare le bacchette cinesi ed i menu’ sono stati legati al tovagliolo. Se avete un po’ di ospiti accoglierli con il menu stampato lì sorprenderà favorevolmente soprattutto se il logo è ripreso nel segnaposto. Sui segnaposto (ma da ricevimento) poi parleremo. Vi posto un paio di foto:

   

 tavola in stile cinese - Eva D'Angiola

 

Questo è per dare un po’ l’idea. Insomma con un po’ di estro ma anche voglia di fare ricerche si possono organizzare delle cose carine che stupiranno i vostri ospiti.

Eva

TheWedding Eve – Wedding Planner Milano