Un matrimonio intimo

Riflettevo molto sul fatto che la maggior parte degli sposi sogna ricevimenti favolosi, con tanti invitati e scenografie da sogno. Certo, si tratta di un giorno speciale ed ognuno di noi vorrebbe viverlo alla “grande” per poterlo ricordare per sempre. Ma ci sono anche coppie di sposi che preferiscono l’intimità. A volte ciò deriva da esigenze economiche ma anche dalla voglia di condividere un giorno così importante con le persone che ci sono veramente vicino dedicando a loro tutta la nostra attenzione.

Io sono convinta che un matrimonio venga reso unico dalla cura dei particolari, dall’amore con cui ogni singolo aspetto viene pensato ed organizzato anche con “poco”. Ed è in questo che gli ospiti percepiscono la vera essenza degli sposi.

Escludendo le varie isole tropicali dove ormai in tanti vanno, con pochi amici e parenti, per sposarsi su una romantica spiaggia si possono prendere in considerazione molte altre alternative per rendere il vostro matrimonio il giorno più romantico della vostra vita.

In Italia abbiamo a disposizione molti casali, agriturismi che vi permettono di dare una atmosfera country ma anche shabby al vostro ricevimento. L’importante è scegliere un luogo adatto per ospitare voi ed i vostri ospiti in modo che possiate avere gli spazi giusti sia in caso di bel tempo che in caso di brutto tempo. Raccomando sempre ai miei sposi di non trascurare la necessità di avere spazi adeguati per non guastare l’atmosfera del ricevimento anche in caso di pioggia. Io sfrutto  molto le candele per donare quel tocco di romanticismo in più e per non far pesare un’eventuale acquazzone.

Si possono anche affittare delle sale o, per chi ha spazio in casa, sfruttare una terrazza, un giardino, una veranda.

Ed allora io consiglio una bella tavolata, o anche un tavolo a ferro di cavallo,  con una  o una serie di tovaglie bianche o dello stesso colore. Sopra potete decorale con fiori, candelabri, candeline, petali, oggetti vari ornamentali. Per esempio se siete in una località di mare potete osare con elementi marini associati ai fiori, alle candele ed alle lanterne.

Le stoviglie potete sceglierle coordinate o tutte diverse secondo un preciso schema. L’importante è che dai vostri allestimenti trasudi amore per ogni particolare. Come ad esempio dei segnaposti personalizzati o anche un menu scritto a mano in bella grafia da sistemare sopra ogni piatto. Un dolcetto posto a lato del tovagliolo, magari legato con un nastro, risulta particolarmente gradito agli occhi dei commensali. Ricordatevi che ogni dono, per quanto piccolo, è per loro un vostro pensiero d’amore.

Ho trovato molto interessante su Dalani.it le loro proposte sui complementi di arredo da cui si possono trarre molte ispirazioni per creare delle atmosfere suggestive… Spunti che si possono trovare anche nella loro sezione UN MATRIMONIO DA FAVOLA .

Intanto vi allego qualche foto che spero possa ispirarvi. Con me funziona sempre!

Reclaimed Barnwood Farm Tables for an Intimate Family-Style Rustic Urban Wedding Reception | Kelly Williams, Photographer | http://heyweddin...

Credits heyweddinglady.com

#tablescapes  Photography: Kurt Boomer Photo - kurtboomerphoto.com  Read More: http://www.stylemepretty.com/2014/12/04/intimate-summer-wedding-at-san-ysidro-ranch/

credits stylemepretty.com

Indian Weddings Inspirations. White Tablescapes. Repinned by #indianweddingsmag indianweddingsmag.com

credits indulgy.com

Chandelier in backyard dining room. This was for a wedding but gives me great idea for outdoor eating space / dining room.

credits weddingchicks.com

Melissa and Hans’ Greenhouse Wedding | Photo by: Ash Imagery #moss #greenhouse #tablesetting

credits intimateweddings.com

* All Things Shabby and Beautiful. flowers  + candles . wedding decor

credits althingshabbyandbeautiful.tumblr.com

Natural styled flowers by Green and Bloom - www.greenandbloom for Feather and Stone Film Photography Workshop. Styling by Love Birds Weddings.

credits featherandstone.com.au

Lovely farm #tablescape for an al fresco dinner party | Photography: http://loveisabird.com | Floral Design: http://panaceaflowery.com

credits stylemepretty.com

California At-Home Wedding: Katie 's Family Home Wedding in La Jolla | Intimate Weddings - Small Wedding Blog - DIY Wedding Ideas for Small and Intimate Weddings - Real Small Weddings

credits intimateweddings.com

Wedding Table Runner Ideas - because our banquet tables are ugly, putting a grey table cloth under would add an antique Tate to it

credits intimateweddings.com

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Cena con amici

DSC_0157

Ieri sera ho invitato una coppia di amici a cena… Doveva essere una semplice cena estiva ma estremamente delicata, curata e (per quanto possibile) veloce…

Adoro decorare la tavola puntando su un tema monocromatico. In questo caso ho voluto sfoggiare per la prima volta degli splendidi sottopiatti in madreperla che ho scovato in un negozio di New York… Pertanto tutto il tema della cena é stato caratterizzato da questo delicato colore perla:

DSC_0150

Ho abbinato i sottopiatti a dei piatti bianchi di porcellana finemente decorata, Villeroy & Boch, e posate in acciaio Sambonet. I bicchieri ovviamente in Cristallo ed il portatovagliolo, scovato un paio di anni fà da Zara Home, sempre in madreperla ad impreziosire un tovagliolo di lino bianco.

Non sottovalutate la madreperla come materiale. E’ estremamente versatile e potete abbinarlo facilmente ad altri colori.

Il menu è stato stampato su cartoncino bianco ed in cima era indicato il nome dell’ospite in modo da fungere anche da segnaposto.

DSC_0156

Il centrotavola è formato da due vasetti rettangolari in vetro su cui sono stati sistemati due mazzolini di Peonie bianche (5 peonie per mazzolino) tenute insieme da un nastro di raso bianco.  Due alti candelabri in cristallo a donare atmosfera alla tavola:

DSC_0146

Passiamo al menu:

Come aperitivo ho servito un vino francese aromatizzato alla Pesca accompagnato dai Wanton ai gamberi. Si possono comprare già fatti nei supermercati o nei ristoranti cinesi oppure comprarli da friggere. Sono estremamente facili, buoni e scenografici. Li ho accompagnati con una salsa agrodolce tailandese: deliziosa!

Dopo ci siamo spostati a tavola ed ho servito gli antipasti:

– Involtini di zucchine con mandorle e basilico (trovate qui la RICETTA)

– Zeppoline con alghe (si comprano già pronte solo da friggere, io le ho trovate alla METRO)

– fiori di pasta brisèe con patè di tonno (per la ricetta del patè seguite questa Ricetta)

– Salmone affumicato marinato e decorato con fettine di limone

Il piatto principale è stato un ottimo Astice alla Catalana. Non è un piatto da sottovalutare perché si può preparare la sera prima e lasciarlo riposare in frigo dove i sapori si amalgameranno meglio. In realtà questa è una specialità del mio fidanzato ma se superate la fase di pulizia degli astici il resto è davvero molto semplice.

Infine ho preparato delle cialde in cui poi ho servito i frutti di bosco e del gelato alla crema. Estremamente rinfrescante e rinfrancante dopo una cena di pesce. Questa ricetta l’ho sbirciata da un famoso Banqueting con cui collaboro che la usa con successo per concludere il pranzo di nozze prima della torta.

Ovviamente gli ospiti sono stati molto contenti. Perché è vero che la cucina è importante ma è altrettanto vero che la presentazione li fa’ sentire anche molto coccolati (ed i menu/segnaposto li hanno portati a casa come ricordo).

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

 

Feste a tema: giropizza party

Sono di origini napoletane e pertanto non posso sottrarmi all’amore innato per la pizza. Per questo tra le tante feste a tema che ho organizzato non ho voluto privarmi di una festa che si ispirasse al giropizza.

E’ estremamente allegro come tema e non potrà non conquistare i vostri ospiti. Insomma a chi non piace la pizza?

Il segreto è rendere tutto estremamente informale e preparare diversi gusti di pizza per soddisfare tutti i palati e rendere la serata dinamica.

Non è il caso a mio avviso di fare un party in piedi o a buffet. Meglio raccogliere un giusto numero di ospiti, non piu’ di una dozzina, ed organizzare una grande tavolata.

La tavola dovrà essere allegra, partenopea. Io vi raccomando sempre di coordinare il tutto: piatti, bicchieri, tovaglioli. Non lasciate nulla al caso.

E’ meglio usare come centrotavola delle candele e magari qualche piccolo vasetto qua e là con un fiore.

I bicchieri grandi, da birra che ovviamente dovrete servire a volontà insieme a soft drinks.

Passiamo alle pizze: una volta che avete molta pasta della pizza pronta (potete prepararla due o tre ore prima della festa o comprarla in grandi quantità già preparata) potete cimentarvi in diverse preparazioni. Ovviamente si parte da una classica pizza margherita arricchita magari da mozzarella di bufala e basilico fresco. Poi puntate su diversi tipi di pizza che vi piacciono e possono piacere ai vostri ospiti. Posso dirvi cosa ho preparato per il mio party:

– focaccia con patate e pancetta (su una base di pasta della pizza si dispongono dadini di mozzarella e poi patate e pancetta saltate in precedenza in padella. Si inforna per circa 15/20 minuti a 200 gradi)

– focaccia con zucchine e emmental (su una base di pasta della pizza si dispongono rondelle di zucchine e cipolla passate prima in padella e dopo 10 minuti di cottura si cosparge con emmental grattuggiato che si finisce di cuocere in forno per 10 minuti)

– pizza con salsicce e friarielli (si tratta di due dischi di pasta della pizza con ripieno di cime di rape passate in padella, salsiccia a tocchettini saltate in padella ed infine quadrotti di scamorza)

– pizza con salame, pizza con tonno, pizza ai quattro formaggi

– focaccia di recco (questa non è facilissima da fare, ma postero’ la ricetta)

Le focacce possono essere preparate prima e riscaldate poco prima di servirle, mentre le pizze sarebbe bene cuocerle al momento (del resto non ci vuole piu’ di 15 min) ma potete anch’esse prepararle prima e poi scaldarle.

Per dolce potete scegliere qualcosa di napoletano, per esempio andate in pasticceria e comprate sfogliatine e babà, oppure se si tratta di mesi freddi potete provare a fare una pastiera.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

L’arte del ricevere: il barbecue

Finalmente sta arrivando la bella stagione e questa giornata di sole mi ha fatto pensare ai numerosi barbecue che ho organizzato sulla mia terrazza.

Vediamo quindi come si puo’ allestire un barbecue per ricevere i nostri amici.

Ovviamente sarebbe il caso di disporre di un grande terrazzo o un giardino anche perchè la griglia deve essere disposta non vicino ai commensali per non disturbarli con il fumo: anche se ovviamente il profumo delle leccornie che cuocono è sicuramente molto apprezzato.

Organizzate innanzitutto una grande tavolata oppure se si tratta di molta gente  provvedete ad organizzare diversi tipi di tavolini o punti di appoggio dove i vostri ospiti possono accomodarsi per gustare i cibi e chiacchierare con gli altri avventori.

Anche se si tratta di fatto di una festa informale non lesinate nella cura dei particolari, per esempio utilizzate tovaglie allegre e colorate e non dimenticate dei centrotavola che possono essere fatti con fiori semplici, di campagna magari inseriti in vasetti trasparenti. Anche sui tavolini singoli.

mla102322_0906_party.jpg

mla97934_0806_pitch_plenty.jpg

Per i piatti vi consiglio di usare quelli semplici in ceramica bianca oppure potete puntare su piatti diversi di diversi servizi per creare una confusione elegante. In ultimo se non volete puntare sui piatti dei vostri servizi potete acquistare quelli di plastica. Ce ne sono davvero di molti tipi ma voi scegliete quelli di qualità. A questo punto coordinate il colore dei piatti con il resto della mise en place: tovaglia, tovaglioli, decorazioni.

Trovo davvero carine le posate presentate con questi nastrini fatti di pizzo, ma in carta:

kids_spring06_napkins.jpg

Anche i bicchieri possono essere allegramente ricoperti da carta colorata: questo permetterà ai vostri ospiti di riconoscere il proprio in caso di party in piedi.

mld104812_0709_origami2.jpg

Inoltre potete decorare gli spazi con lampadine colorate o con lanterne:

gt04julmsl_nightlights.jpg

In modo molto divertente le bibite possono essere tenute in fresco in un grosso contenitore di metallo con ghiaccio, cosa ne pensate:

mld103497_0708_bottleopnrs.jpg

mld102612_0707_buckets39.jpg

Passiamo finalmente al cibo: ovviamente in un barbecue non deve mancare cibo da fare alla griglia: quindi hamburger, spiedini, costine, bacon, verdure tagliate a fette (melanzane, zucchine, trevigiana, peperoni), pannocchie.

edf_jul06_side_grilled.jpg

Gli hamburger devono essere presentati nel panino al sesamo con ketchup, insalata, pomodoro. Meglio se accompagnati con patatine fritte, in alternativa preparate una gustosa insalata di patate.

Per accompagnare le pannocchie non deve mancare il burro salato così come per accompagnare la restante carne una deliziosa salsa barbecue: potete trovarla al supermercato oppure prepararla voi stessi. La ricetta non è affatto difficile:

  • 1 bottiglia (24 once) ketchup (circa 3 tazze)
  • 1 tazza di aceto di sidro
  • 1/2 tazza di melassa senza aggiunta di solfiti
  • 2 cucchiai di salsa Worcestershire
  • 1 tazza di acqua
  • 1 cucchiaio di paprika
  • 1 cucchiaio di cipolla in polvere
  • 1 cucchiaio di senape in polvere
  • 1 cucchiaino di aglio in polvere
  • 1/2 cucchiaino di pepe nero
  • 1/4 a 1/2 cucchiaino di pepe di Caienna

Unire tutti gli ingredienti in una casseruola media. Portate ad ebollizione, ridurre la fiamma e cuocete a fuoco lento fino a quando la salsa è addensata e ridotta di un terzo,  per circa 30 minuti. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente prima di utilizzare.

Ovviamente non fate mancare nemmeno ketchup, maionese e senape oltre ovviamente a olio d’oliva e aceto balsamico sulla vostra tavola.

mld103986_0708_decantings.jpg

Poi servite del pane gustoso a fette oppure meglio della focaccia tagliata a strisce, dei sottaceti, sott’olio, insalata mista. Se volete esagerare potete servire anche dei formaggi ma non sono necessari, piu’ che altro se avete degli ospiti vegetariani.

La frutta puo’ essere simpaticamente presentata in monoporzioni: anguria e melone scavato a palline si presta in modo molto allegro ad un barbecue

msl_jul06_gt_cups.jpg

Ma anche le ciliegie si prestano bene

cherries_sum99.jpg

Infine per dessert servite dei gelati e delle crostate di marmellata o di mele. Si accompagnano bene al vostro tema e saranno apprezzatissime dagli ospiti. Il sapore casalingo dei dolci non è mai fuori moda.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

L’arte del ricevere: la merenda

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoIn genere la merenda è un momento deliziosamente collegato all’infanzia. Puo’ essere invece un momento da condividere anche con i nostri ospiti.

Ci sono diversi modi di organizzarla, potete essere piu’ formali oppure conviviali. In ogni caso vi raccomando di curare ogni aspetto.

Se volete essere formali potete elegantemente optare per degli inviti scritti, in questo caso pero’ dovete darli con almeno tre settimane di anticipo. Mi raccomando siate chiari indicando che si tratta di una “merenda” e magari anche dove (per esempio in giardino, terrazza, in casa o davanti al camino). Questo suggerirà ai vostri ospiti il dress code da adottare.

Intonare la decorazione al cibo è sempre una buona idea, soprattutto se il comune denominatore della nostra merenda è un colore in particolare. Per esempio se puntiamo sul rosa possiamo preparare delle fragole o dei frutti di bosco, dei frappè di frutti rossi o alla rosa, una charlotte di frutti di bosco. E poi ancora cupcakes decorati con creme rosa, biscotti, macaron e così via…

Questo ovviamente nel caso del rosa, ma potete puntare anche alla crema o al cioccolato e basare la vostra merenda sui due colori.

Bisogna pensare prima di tutto alla decorazione della tavola: tovaglie e tovaglioli, mazzetti di fiori. Poi ancora decorazioni che riprendano il colore ispiratore della nostra merenda. Se avete delle belle stoviglie potete anche scompagnarle creando l’effetto d’insieme di una bella collezione. In una merenda potete usare coppette e bicchierini di servizi differenti, decisamente piu’ simpatico che presentare tutto su dei piatti uguali. Le coppe di champagne sono ideali per servire una macedonia o delle mousse.

88038767_7182731226_03fa2e7622_c

Per una merenda non è  indispensabile sedersi intorno ad una tavola, puo’ andare bene anche il salotto o delle panchette in giardino che accoglieranno benissimo i vostri ospiti.  Dovete ovviamente assicurarvi che i cibi si possano consumare tranquillamente con una sola posata e disporre di un tavolino molto grande o diversi tipi di tavolini per fare in modo che ognuno possa avere un’adeguata base di appoggio sia per il cibo che andrete ad offrire sia per le bevande o i piattini.

Disponete il tutto su diversi vassoi che vi aiuteranno a trasportare le varie pietanze o bevande e le terranno anche ben distinte agli occhi degli ospiti. Ovviamente saranno indispensabili anche per sparecchiare.

I fiori creeranno la giusta atmosfera a patto di non sceglierli con profumi troppo intensi – questo vale anche in caso di altri pasti – per fare in modo che l’effluvio non interferisca con quello dei piatti.

Cosa potete preparare? La scelta in realtà è infinita: potete optare per dei tramezzini finemente farciti per accontentare chi ama il salato, poi potete preparare delle torte, pasticcini, biscotti di pasta frolla, frutta fresca tagliata, tartellette, ma anche sorbetti in estate. Le bevande ovviamente saranno dei succhi di frutta ma anche thè, caffè e cioccolata calda (in inverno). Il caffè potete comodamente prepararlo prima e conservarlo in un termos prima di servirlo versandolo in un’apposita caraffa. Lo stesso vale per l’acqua calda per preparare il the.

styled-wedding-beaux-arts-tea-time-monique-lhuillier-santa-barbara-chic-flowers-table-setting-24.original    Teatablecenterpiece

Io adoro preparare dei piccoli doni per gli ospiti. Nel caso di una merenda potrebbe essere interessante confezionare dei graziosi pacchetti con dei biscotti da the oppure delle confezioni con delle miscele particolari di the o caffè. Risulteranno molto graditi ai vostri ospiti purchè curate nella presentazione.

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

L’arte del ricevere: apparecchiare la tavola

Preparare una bella tavola è un atto di attenzione verso i vostri ospiti inoltre contribuisce a creare un’accogliente atmosfera. Ma sapete come va apparecchiata secondo il galateo?

Ebbene per chi non lo sapesse o per chi avesse dubbi facciamo un piccolo ripasso.

Da un punto di vista formale la tovaglia deve essere stesa perfettamente ed il coperto deve essere disposto prima dell’arrivo degli ospiti. Nella disposizione degli elementi si parte dal centro ovvero prima di tutto si posiziona il sottopiatto; il tovagliolo puo’ essere posato sul sottopiatto in maniera semplice oppure a sinistra delle forchette.

Il coltello grande a destra del sottopiatto con la lama rivolta verso l’interno, il secondo coltello a destra del primo – sempre con la lama rivolta verso il piatto, la forchetta grande a sinistra e  la seconda forchetta a sinistra della prima.

Potete porre un’altra forchetta accanto alle altre due ed un cucchiaio dalla parte dei coltelli. Queste, insieme alle posate del dessert che vanno sopra il sottopiatto (la forchettina con l’impugnatura rivolta verso sinistra ed il coltello o il cucchiaio con l’impugnatura rivolta verso destra) sono il massimo che potete disporre a tavola.

Ricordatevi che la successione delle portate determina quella delle posate, ovvero si parte sempre dall’esterno.

Parliamo dei bicchieri: ormai rappresentano un vero e proprio elemento decorativo per la tavola. Una volta si usavano tutti i bicchieri, incluso quello dell’acqua, con lo stelo. Ora la moda è cambiata ed il bicchiere per l’acqua (tumbler) puo’ essere basso e decorato, in abbinamento con i colori del vostro evento. Si dispongono in diagonale, sulla destra, partendo dalla punta del coltello grande. Si parte prima dal bicchiere per l’acqua, poi il calice da vino bianco (a tulipano) ed il calice del vino rosso (panciuto e bombato). Si possono disporre in linea o in modo triangolare con il flûte che trova posizione fra i due calici di vino.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

L’arte del ricevere: pranzo in giardino

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: tumblr

Finalmente con l’approssimarsi della Primavera e le sue calde temperature possiamo pensare di organizzare un pranzo in giardino.

Come allestire la vostra tavola dipende molto dal contesto. Se vi trovate in un giardino rigoglioso, elegante e curato vi consiglio di puntare su una bella tovaglia di ottima fattura in cotone o lino. Abbinate dei tovaglioli che si armonizzino o, per creare contrasto, con delle fantasie bucoliche. Vanno benissimo anche i tovaglioli di carta ma quelli stampati con motivi deliziosi che conferiranno alla vostra tavola un tocco di colore. Sceglieteli ed abbinateli con cura alla tovaglia ed ai piatti…

Io adoro i segnaposto. Che siano dei semplici cartoncini bianchi piegati nei quali è semplicemente scritto in bella grafia il nome dell’ospite o segnaposto piu’ fantasiosi (direi sicuramente di buttarsi sui fiori tenendo presente il tema del pranzo) danno un tocco in piu’ alla tavola. Potete anche legare un cartoncino al tovagliolo con un bel nastro in tinta.

Un altro tocco puo’ essere la presenza di un piccolo menu magari scritto a mano poggiato sul tovagliolo o sul piatto. Non deve ovviamente mancare un centrotavola con dei fiori. Deve essere semplice e deve armonizzarsi con il resto della mise en place.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Se il contesto è piu’ “campagnolo” adeguate anche la vostra tavola. Una tovaglia colorata, dei cestini per contenere il pane, tovaglioli di carta – mi raccomando la qualità – stoviglie e posate colorate.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Come menu potete presentare del carpaccio, delle torte salate, del salmone affumicato, formaggi e vari tipi di pane fragrante. Non dimenticate la frutta. Si presentano bene ciotole di fragole o frutti di bosco.

Birdie Shoot (1)-1

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Feste a tema: Baby Shower

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoNegli Stati Uniti il Baby Shower è il tradizionale festeggiamento con cui si accoglie la futura nascita di un bambino.

Durante questa festa i genitori, o meglio la mamma, ricevono dagli invitati una serie di regali che saranno utili per il nascituro come i vestitini, i passeggini, scalda biberon, corredino etc etc. Il termine shower, ovvero doccia, vorrebbe dire “fare una doccia di regali” alla futura mamma.

Anche in Italia sta prendendo piede questa moda. Ci sono agenzie specializzate nell’organizzazione di questi eventi anche se io penso che sia carino che siano le amiche della futura mamma ad organizzare questa festicciola.

In ogni caso, sia che sia la futura mamma, o le amiche vediamo come si puo’ organizzare…

Sia che si preferisca il tradizionale o il moderno bisogna comunque scegliere un tema che leghi in modo semplice tutti gli elementi della festa: inviti, decorazioni, menu e altro ancora. Ricordate, il tema scelto non deve essere sopra le righe: la star dello show deve sempre essere la nuova mamma.
Quando si organizza uno shower baby bisogna tener conto dei gusti e degli interessi della “festeggiata”.  Ovviamente niente di formale, anzi deve essere tutto divertente, colorato, anche un po’ “chiassoso”. L’ambiente deve essere accogliente e, come al solito, curato!

Elementi che non devono mancare quindi sono: inviti, decorazioni, menu, regalino per gli ospiti.

Organizzate un bel buffet con dolci o anche salati. Per trarre ispirazione potete leggere questo articolo: come organizzare un buffet

Mi raccomando deve essere tutto estremamente allegro ed elegante. Inoltre allestite un altro tavolo con i regali per la futura mamma. Come detto sopra dovrete scegliere cose spiritose ma anche utili, una sorta di “lista nozze” ma per il bambino.

Non dimenticate un’allegra torta o cupcakes che richiamino il tema della festa. Cosa ne dite di questi deliziosi dolcetti?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: martha stewart

O questa torta?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Infine vi posto qualche immagine da cui potete trarre ispirazione:

spring

Spread

owl-couple-baby-shower

owl

mld104127_0509_opener4_xl

Heather-Baby-Shower-blog-0001

collage-1024x791(pp_w894_h690)

bag paper

baby-shower-ideas

DSC_0820 The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Infine potete pensare ad un regalo per la futura mamma… Una raccolta di filastrocche, le vostre preferite, raccolte in un libricino finemente rilegato e personalizzato magari con le vostre foto – un po’ spiritose – e le vostre firme 😉

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

L’arte del ricevere: la colazione

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoSia che siate da soli in famiglia o che abbiate ospiti la colazione è sicuramente uno dei momenti da non trascurare. Anzi le coccole mattutine, la convivialità sono il modo migliore per iniziare la giornata.

Scopriamo come organizzare una perfetta colazione.

In caso abbiate ospiti allestite la vostra tavola con una grande tovaglia bianca, di quelle eleganti, che arrivano fino a terra. Potete anche sovrapporci sopra una tovaglia piu’ piccola, delicatamente colorata. Questo dipende dal vostro gusto. A me personalmente il bianco piace molto.

Usate il vostro servizio piu’ bello, quindi via alle porcellane anche finemente decorate, le cristallerie, gli argenti. Non dimenticatevi dei fiori freschi: potete usare una semplice rosa in un vaso di cristallo o una piu’ complessa composizione. Ma anche un delicato mazzo di fiori come in figura va benissimo.

Nel caso di una colazione informale in famiglia potete escludere la tovaglia e puntare su graziose ma comunque eleganti tovagliette. Se avete un bel tavolo, magari di quelli rustici – come nella foto sotto – potete elegantemente decorarlo senza tovaglia.

Il country chic in questo caso è indicatissimo pero’ siate attenti ad abbinare le giuste stoviglie.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: timticks.com

Non dimenticate una musica dolce e leggera che accompagni l’atmosfera mattutina.

Cosa possiamo preparare? Io adoro la classica colazione italiana ma per chi ama anche il salato vediamo le varianti.

Innanzittutto le bevande: non devono mancare the, caffè, cappuccino, latte e caffè e succhi vari tra cui l’immancabile succo d’arancia. Poi potete mettere a tavola dei fragranti croissants (potete comprare quelli surgelati e infornarli poco prima di servirli), pane tostato, pane fresco di diverse fatture (al burro, al latte, etc etc). Non dimenticate i diversi tipi di marmellata servita in graziosi vasetti o in ciotoline, miele, burro (se volete davvero essere eleganti lavoratelo a riccioli), ovviamente nutella – non ne potrei fare a meno. Poi non deve mancare della frutta, meglio se tagliata. Non dovete per forza fare una macedonia, anzi è meglio lasciare agli ospiti la possibilità di scegliere quale frutta mangiare.

In ultimo non dimenticate i cereali o comunque il muesli da presentare con dello yogurt.

Se poi vogliamo cucinare qualcosa possiamo puntare sui pancake, delle torte o crostate. Anche delle crepe vanno bene.

Nel caso vogliate invece aggiungere qualcosa di salato non dimenticatevi delle uova che potete cucinare in diversi modi: omelette, uova strapazzate, in camicia, sode, alla coque. Non deve mancare la pancetta e se volete esagerare dei piccoli wustel cotti in acqua calda. E poi salumi, formaggi…

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: Favim.com

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: bloved weddings.com

Per concludere voglio postarvi la ricetta del Pain Perdu con la composta di albicocche:

Ingredienti:

  • 1/2 baccello di vaniglia
  • 40 cl di panna fresca
  • 4 tuorli
  • 80 gr di zucchero
  • 1 pan brioche rotondo di 20 cm di altezza
  • 1 noce di burro
  • 500 gr di albicocche fresche
  • 50 gr di zucchero
  • 20 gr di succo di limone

Preparazione:

Con un coltellino tagliate nel mezzo, nel senso della lunghezza, il baccello di vaniglia e grattare l’interno ricavandone la polpa. Intanto versate la panna in una casseruola e versateci dentro il baccello e la sua polpa. Portate quindi a leggera ebollizione. Spegnete, coprite e lasciate in infusione per circa un’ora. Dopo eliminate il baccello di vaniglia.

Nel frattempo lavate le albicocche, snocciolatele e tagliatele a pezzetti. Metteteli in una casseruola con lo zucchero e fate andare a fuoco medio, mescolando spesso. Quando, dopo circa 25 minuti, il tutto è ridotto in composta incorporate il succo di limone e tenete da parte.

Sbattete i tuorli e lo zucchero in una ciotola fino a quando il composto diventa chiaro. Aggiungete la panna lasciata in infusione, mescolando con una spatola.

Ricavate dal pan brioche 4 fette dallo spessore di circa 2 cm e privatele della crosta. Scaldate il burro in un’ampia padella. Inzuppate le fette di pan brioche da entrambi i lati nel composto preparato, sgocciolatele leggermente e trasferitele nella padella. Cuocetele circa 1 minuto per lato, finchè saranno dorate. Servite subito, accompagnando con la composta di albicocche.

Continuiamo con qualche foto di ispirazione:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: sabrinako

Ora sapete come organizzare una perfetta colazione.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Temi per il matrimonio: Wedding Brunch

The WeddingEve - Wedding Planner MialnoIn Italia, ormai molto sensibile alle mode americane, sta andando molto il Brunch.

Per chi non sapesse di cosa si tratta: il brunch è un pasto che sta a metà tra colazione e pranzo (appunto è l’unione delle due parole Breakfast e Lunch) e quindi di fatto prevede sia il dolce che il salato.

La caratteristica del brunch è l’informalità. Si puo’ organizzare allestendo dei ricchi buffet elegantemente decorati all’esterno, per esempio in un contesto molto bucolico, o anche sotto un bel pergolato.

E’ una soluzione diversa, piu’ economica, ma accattivante. E’ bello poter stupire i propri ospiti con qualcosa di nuovo e differente dal solito lungo pasto – anche se la tendenza è rimanere al tavolo il meno possibile. Ovviamente si salta tutta la parte degli aperitivi e ci si serve a Buffet (se volete organizzarlo a casa vi consiglio di dare un’occhio all’articolo su  come organizzare un Buffet).

Il buffet deve essere composto da diverse isole, quella del dolce, del salato e delle bevande. In quella del dolce libero sfogo a diversi tipi di torte, muffins, croissants, crostate,  biscotti, cupcakes, ciambelline, macaroons, madeleines, bignè ripieni di crema, marmellate, miele, ed anche diversi tipi di yogurt presentati in sfiziose monoporzioni riccamente decorate… e poi frutta tagliata a pezzi, macedonie diverse, fragole intinte nel cioccolato così come le banane, sorbetti e via con la fantasia. Mi raccomando non siate mai noiosi! Ah, ovviamente non dimenticate ricchi cesti con diversi tipi di pane.

Nell’isola del salato affettati, bretzel, formaggi, torte salate, soufflè, pancakes, toast, insalate, rosti, pomodori verdi fritti, Quiche…

Consiglio vivamente anche l’isola delle uova che in un Brunch che si rispetti non deve mancare. Meglio se gestita da un paio di chef che al momento possono preparare uova alla benedict, uova in camicia con bacon, diversi tipi di omelette, uova strapazzate, tutte combinate con vari tipi di verdure, ratatouille; e ancora croque monsieur…

Infine l’isola delle bevande in cui devono prendere spazio diversi tipi di scucchi di frutta,latte,  the, caffè, cocktails, vini…

Per quanto riguarda la Wedding Cake io vi consiglio di ricercare qualcosa di diverso. Dopo aver servito diversi tipi di torte durante il brunch potrebbe perdere di interesse il taglio di una torta ufficiale. Perchè non pensare ad una serie di piccole tortine oppure una piramide di cupcakes?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Per le decorazioni puntate su mazzi di fiori piuttosto che su composizioni tipo centrotavola. Hanno un aspetto piu’ campagnolo che si combina meglio con il tema. Inoltre potete pensare ad un tableau fatto con dei cartoncini appesi ad un alberlo e come bomboniere delle piccole crostate da portarsi via oppure dei sacchetti di caramelle, biscotti o, perchè no, una piantina o dei bulbi da piantare.

Vi posto qualche foto da dove potrete trarre ispirazione…

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: ashleigh taylor photography

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: ashleigh taylor photography

credits: ashleigh taylor photography

ashleigh taylor photography4

credits: ashleigh taylor photography

bridal-shower-brunch-ideas

cherry blossom escort cards

final-tables

hellebore bouquet from Martha Stewart Weddings

ibb-1285285018

Katie Osikowicz

martha_stewart_table_3

mimosabar

project wedding2

south bound bride

tahoeunveiled

the sweetest occasion

tiffany-blue-baby-pink-wedding-inspiration-board-600x561

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Segnaposto – centrotavola con le farfalle

 Il tema delle farfalle vedo che va ancora molto. Ed allora troviamo nuove idee. Per esempio si possono utilizzare dei piccoli vasi con orchidee da usare come segnaposto o come centrotavola.

L’idea è semplice ma di impatto. Ci si rifornisce di piccole orchidee in vasi che si coordino bene con i colori tema del matrimonio e si inserisce nel terriccio un fil di ferro che deve sostenere una farfallina di cartoncino. Sopra potete metterci delle frasi a voi care, nel caso vogliate usarli come centrotavola. Alla fine è assicurato che gli ospiti, con immensa gioia, se li porteranno a casa.

Sulle farfalline di cartoncino potete scrivere anche il nome dell’ospite, a questo punto fungeranno da segnaposto.

Insomma un’idea tanto semplice quanto originale.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

L’arte del ricevere: i picnic

The WeddingEveLa primavera è alle porte,  anche la Pasquetta con le sue gita fuori porta, e la natura si sta risvegliando. E’ il periodo ideale per pensare di organizzare un picnic, vediamo come possiamo fare:

innanzitutto pensate ad un luogo. Deve essere bello da vedere quindi sicuramente un prato con degli alberi e magari una vista mozzafiato. Anni fa andai a fare un picnic a Bellagio ed ancora porto con me i ricordi di quella bella giornata. Ma potete anche utilizzare il vostro giardino, qualora ne abbiate uno, o magari la vostra terrazza. Avete pensato di ricoprirla con un manto erboso di quelli che si comprano arrotolati e si stendono ovunque? Si, lo so, significa osare molto pero’ non la trovo malvagia come idea.

Insomma anche se io preferisco un bell’ambiente all’aperto non ponete limiti alla vostra fantasia.

Ricordatevi di pensare sempre al comfort dei vostri ospiti: se il luogo da voi scelto non prevede alberi che possano far ombra, magari siete in un grande prato, non dimenticate gli ombrelloni o al massimo dei cappelli di paglia da adornare con nastri o fiori intonati ai colori della festa. Potete anche pensare ad un piccolo gazebo… Ce ne sono in commercio di carinissimi e non molto costosi, fatto salvo anche l’opportunità di affittarne uno.

Per terra potete sistemare una moltitudine di cuscini colorati. Doneranno al vostro pic nic un tocco di

Nel caso la giornata si profili un po’ fresca e ventosa non dimenticate delle coperte, magari leggere che possano fungere da scialli.

Prima di suggerirvi cosa preparare vediamo come possiamo curare la presentazione:

se gli ospiti non sono molti potete pensare di fornire ad ognuno di loro un elegante e singolo cestino da pic-nic con dentro tutto il necessario:  potete prendere un cestino non molto grande, foderarlo con un telo di lino bianco o nei colori pastello oppure potete prendere una bella scatola colorata, che si armonizzi con i temi del picnic, e, sempre foderata con della stoffa, potete utilizzarla per fornire ad ognuno dei vostri ospiti tutto il necessario per il picnic. L’importante è coordinare il tutto e creare un prodotto armonico.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Nel cestino, o scatola o busta (come volete voi), dovete inserire un grande tovagliolo (un’idea in piu’ e piu’ chic sarebbe metterlo con monogramma), dei tovagliolini di carta che possono essere a fiori o abbinati al colore del vostro picnic, delle posate di buona fattura, un bicchiere colorato o di cristallo, un panino infiocchettato ed un piccolo menu stampato. Ovviamente non dovrà mancare un piatto ma potete aggiungere anche altri accessori o addirittura una graziosa scatola di biscottini. Cosa ne dite di questi bellissimi Macarons di Ladurée.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Non dimenticate di portare del ghiaccio per raffreddare bevande ed insalate. Se non avete contenitori ermetici per trasportarlo puntate sulle mattonelle refrigeranti da freezer. Potete assicurare così anche la freschezza dei cibi: avvolgetele nei tovaglioli di stoffa e sistemateli sotto i piatti che volete refrigerare.

Ora passiamo ai cibi che si possono preparare. Ovviamente le torte salate vanno benissimo. Inoltre puntate su panini e tramezzini che confezionerete singolarmente avvolti in colorati tovaglioli o sistemati in pratiche buste di carta colorate.

Poi ovviamente libero sfogo ad insalate, formaggi, salumi, olive, fragranti baguette, vino magari bianco e tenuto rigorosamente in fresco. Il segreto dei cibi è che siano freschi ed invoglianti e presentati in modi accattivante. Cosa ne pensate di piccoli cestini di carta con delle fragole? Oppure sacchettini di carta coordinati con le ciliegie?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano  The WeddingEve - Wedding Planner Milano

In ultimo vi posto una ricettina trovata sul ricettario francese di Ladurée, si tratta della Cake al Salmone.

Ingredienti:

150 gr di farina

40 cl di latte parzialmente scremato

20 gr di olio di semi di girasole

8 gr di sale fino

2 gr di pepe bianco macinato

3 uova

50 gr di salmone fresco

100 gr di salmone affumicato

10 gr di erba cipollina

20 gr di gruvyere grattugiato

Preparazione:

Mescolate farina e lievito in una ciotola. Unite il latte e mescolate delicatamente con una frusta. Versate l’olio di semi sempre mescolando. Salate e pepate. Proseguite aggiungendo un uovo alla volta, avendo cura di mescolare bene perchè il composto risulti omogeneo.

Tagliate il salmone fresco a dadi di 1 cm di lato e aggiungeteli al composto.

Unite quindi il salmone affumicato tagliato a pezzettini. Tagliate finemente l’erba cipollina ed incorporatela alla preparazione; incorporate anche il formaggio grattugiato.

Trasferite il composto nello stampo e infornate per 45 minuti a 180 gradi. Verificate la cottura introducendo al centro la punta di un coltello che dovrà uscire senza tracce di impasto. Servite il plum cake tiepido o freddo, tagliato a fette o a dadi.

Concludo con qualche immagine che vi puo’ dare qualche ispirazione.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano The WeddingEve - Wedding Planner Milano The WeddingEve - Wedding Planner Milano The WeddingEve - Wedding Planner Milano

 

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it