Come fare: centrotavola nuziale

candele

Per decorare la vostra tavola, sia per una cena con ospiti, o per il vostro matrimonio, non dovete per forza spendere molti soldi. La fantasia puo’ aiutarvi molto per creare qualcosa di originale ed economico.

Martha Stewart  in questo caso è ancora di ispirazione. Vale la pena riportare la procedura per la creazione di questi bellissimi centrotavola fatti con della carta decorata che avvolge dei portacandele quadrati in vetro. Questo tipo di portacandele potete trovarli tranquillamente all’IKEA, non sono nemmeno cari.

Stampate le clip art – sotto potete trovare i link – su carta ad alta grammatura (se la vostra stampante non gestisce questo formato, copiare la clip art su un disco o chiavetta, e portarlo ad una copisteria o negozio che si occupa di fare questo tipo di stampe).

Quindi, tagliate i modelli per le varie altezze dei candelabri quadri o vasi (per accorciare la carta tagliate via l’eccesso dal fondo dove si trova lo stelo). Avvolgete intorno candelabri, e fissate con nastro biadesivo.

Per rifinire i fondi avvolgete del nastro a grana grossa verde – potete utilizzare quello dei fioristi – attorno al candeliere, e fissate con nastro biadesivo.

Link per stampare le clipart:

CENTROTAVOLA ROSE

CENTROTAVOLA TULIPANI

CENTROTAVOLA RANUNCOLI

Buon lavoro.

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Cupcakes con cioccolato e marmellata

Sono appena tornata da New York in questi giorni, e non potevo non pubblicare una ricetta sui cupcakes. Questi sono ottimi e semplici da fare!! Sotto una crema al cioccolato si nasconde un ripieno di marmellata di lamponi… La fonte è Everyday Food, June 2009.

Ingredienti

  • 1 tazza di burro non salato, a temperatura ambiente
  • 1 tazza e 1/2  di farina
  • 1  cucchiaino e 1/2  di lievito in polvere
  • 1 cucchiaino di sale
  • 2/4 di tazza di zucchero semolato
  • 2 grandi uova, a temperatura ambiente
  • 1 cucchianino e 1/2  di estratto di vaniglia puro
  • 1/2 tazza più 2 cucchiai di latte intero
  • 1 tazza di zucchero a velo
  • 1/4 tazza di cacao amaro in polvere
  • 1/4 di tazza di marmellata di lamponi senza semi
  • 12 lamponi, per guarnire

Preparazione

Preriscaldate il forno a 175 gradi. Inserite nella  teglia 12 stampini per  muffin.

Unite la farina, il lievito, e 3/4 di un cucchiaino di sale. In una grande ciotola, utilizzando un miscelatore elettrico, sbattete lo zucchero semolato e 1/2 tazza di burro fino a che non diventa chiaro e spumoso. Aggiungete sbattendo le uova una alla volta ed infine  1 cucchiaino di vaniglia. Con il mixer a bassa velocità sbattete la farina alternandola con 1/2 tazza di latte.
Dividete la pastella tra i pirottini preparati. Infornate e cuocete fino a quando uno stuzzicadenti inserito nel centro di un cupcake esce pulito, circa 20 minuti. Lasciate raffreddare nella teglia 5 minuti. Trasferite in una rastrelliera per raffreddare completamente.

Nel frattempo, sbattete insieme lo zucchero a velo, il cacao, e 1/4 di cucchiaino di sale. In una grande ciotola, utilizzando un miscelatore elettrico, sbattete 1/2 tazza di burro fino a quando diventa chiaro e spumoso. Con il mixer a bassa velocità, aggiungete gradualmente la miscela di cacao. Gradualmente aggiungete 2 cucchiai di latte e 1/2 cucchiaino di vaniglia. Sbattete la glassa fino quando diventa chiara e spumoso, circa 30 secondi.

Utilizzando un coltello da cucina, tagliate un pezzettino da 2 cm di profondità dalla cima di ogni cupcake (non scartartatelo). Riempite ogni buco con 1 cucchiaino di marmellata e rimettete il pezzo ritagliato. Ricoprite la cima di ogni cupcake con la crema al cioccolato e con i lamponi.

Buon Appetito!

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Ricorrenze: la festa della mamma

Si avvicina la festa della mamma… Anche se a molti queste feste possono sembrare meramente commerciali vi assicuro che le “festeggiate” ci tengono moltissimo a essere celebrate! Pertanto non vi dimenticate di questa ricorrenza.

Allora cosa si puo’ fare per rendere omaggio a chi ci ama incondizionatamente? Ci sono idee per tutti i gusti. Ovviamente la mamma apprezzerà tutto cio’ che è stato fatto con le vostre manine e comunque sarà felice di  tutto il tempo che riuscirete a dedicarle… Per darle il buongiorno potete sicuramente prepararle una colazione. Ovviamente non deve essere “banale” ma piena di accortezze. Anche un semplice caffè latte con croissant puo’ fare la sua scena se opportunamente presentato:

Come potete vedere basta una nota di colore data da un fiore, un bigliettino e la vostra mamma sarà contenta. Potete anche optare per qualcosa di piu’ ricercato magari pronti a sfruttare qualche golosità sia vostra che sua. Immaginate una bella fetta di torta, una coppa di fragole, una coppetta di cereali o magari un muffin o un cupcakes deliziosamente decorato… Ed ancora dei pancakes oppure per le amanti delle colazioni salate delle uova a forma di cuore o anche un toast a forma di cuore, usate le formine vi aiuteranno tantissimo. Sono tutte le idee già esposte per San Valentino e saranno utilissime anche in questo caso: in fondo si parla di amore, no?

I fiori, magari due tulipani legati da un nastrino di raso, saranno un graditissimo regalo ed un bigliettino che parli di amore la farà sicuramente sciogliere. Vi posto qualche immagine pescata qua e la per darvi qualche spunto:

Cosa ne dite di questi carinissimi biscotti. Peraltro facili da fare, basta armarsi di formine con lettere e cuori:

Vi rimando ad un po’ di idee che ho scritto per San Valentino:

http://appuntidimatrimonio.com/2013/02/11/una-colazione-per-san-valentino/

http://appuntidimatrimonio.com/2013/01/27/segnalibro-a-forma-di-cuore/

http://appuntidimatrimonio.com/2013/01/25/bustine-da-the-con-cuore/

In particolare le bustine da the con il cuore sono perfette per la colazione.

Tra le varie idee scovate in giro trovo deliziosa quella di fare una ghirlanda con le vostre foto, magari elaborate e rese un po’ retro’, come nella foto (ahimè sono in secondo piano):

Carina l’idea di un cuscino personalizzato, magari con una vostra piccola poesia stampata sopra o un pensiero d’amore

Infine, come ho già scritto all’inizio, puntate sull’importanza di poter passare qualche momento con lei, ritagliatevi uno spazio, un’esperienza, una passeggiata… Saranno per lei momenti graditissimi ed anche per voi sarà una preziosa occasione per passare del tempo con lei.

Buona Festa della Mamma.

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Save the Date

Sono appena tornata da un meraviglioso viaggio a New York. Non nascondo di aver amato la città, la sua popolazione ma anche gli usi e costumi americani, soprattutto nel campo del matrimonio.

Ho avuto anche modo di conoscere di persona la deliziosa coppia di sposi americani per i quali sto organizzando il matrimonio in Italia e mi hanno aggiornato appunto sulle loro “usanze”.

Tra le varie cose mi ha incuriosito il “save the date”. Di fatto si usa, non appena si è decisa la data del matrimonio, di mandare una comunicazione scritta – che sembra una partecipazione ma non lo è – in cui si informano i futuri ospiti di tenersi “liberi” per una certa data. La partecipazione come di consueto verrà poi inviata due/tre mesi prima delle nozze con i vari dettagli.

E’ utile soprattutto nel caso in cui la cerimonia venga celebrata durante un “ponte” dove molti invitati potrebbero, inconsapevoli del matrimonio, prenotarsi un viaggio oppure nel caso dobbiate invitarli in un luogo lontano e debbano quindi organizzarsi per gli spostamenti.

Ovviamente la veste grafica deve essere attinente a quella del resto del ricevimento ma puo’ anche essere divertente e riprodurre in modo gogliardico le foto degli sposi.

Guardate cosa ho trovato in giro per la rete:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

 

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Idee per bomboniere: vino e liquori

Come ho già detto amo i regali che possono avere una funzione piu’ utile del semplice soprammobile; una buona bottiglia di vino o di vino liquoroso possono a mio avviso risultare davvero graditi ai vostri ospiti.

Potete tranquillamente personalizzarli con un vostro logo o addirittura la vostra immagine: ecco, magari in quest’ultimo caso serigrafata o comunque elaborata per essere discreta e magari romantica. In tal senso potete farvi aiutare da un buon grafico.

credits: donnamoderna.com

In Italia potete andare in un’azienda vinicola, oppure ci sono molte società che online provvedono a fornirvi delle bottiglie personalizzate secondo i vostri gusti. L’unico consiglio che mi sento di darvi è quello di provare comunque il prodotto prima di ordinarlo.

Di seguito qualche link:

http://www.maremmavignamia.com/bomboniere-di-vineo/

http://www.artevinum.it

http://www.agricolamatteoli.it/bottiglia-vino-bomboniera/

http://www.baccoteca.it/

http://www.winesurprise.it/bomboniere_4.html

Su questo sito potete trovare oggettistica relativa al vino:

http://www.lightinthebox.com/it/Offerte/Bomboniere_Vino_Matrimonio.html

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Wedding Cakes

Un posto sempre piu’ importante se lo sta ritagliando la torta nuziale, o come abbiamo recentemente imparato a chiamarla: la wedding cake.

La moda americana finalmente è arrivata anche in Italia da qualche anno, e finalmente anche noi possiamo sfoggiare con orgoglio torte multipiano finemente decorate. Non è ancora semplicissimo trovare pasticceri che si cimentino nell’esprimere al meglio tale arte. In ogni caso la migliore ispirazione si trova in America; sbirciando tra le pagine di Brides ne ho trovate di interessanti:

 

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Idee per bomboniere: le piantine

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoMolte volte la scelta di una bomboniera puo’ rappresentare davvero un problema. Gli invitati ci tengono molto a ricevere un “presente” a fine cerimonia ma il piu’ delle volte si ritrovano con un oggetto che altra funzione non ha che quella di essere riposta in un cassetto o al massimo in una vetrinetta insieme a tante altre bomboniere.

Personalmente amo chi sa distinguersi e soprattutto chi sa regalare qualcosa che puo’ certamente ricordare gli sposi ma che risulti anche utile a chi lo riceve.

In tal senso trovo davvero bella l’idea di regalare una piantina o dei bulbi agli invitati. Ovviamente è un regalo che deve essere previsto in un certo contesto, magari dei festeggiamenti in agriturismo o comunque in un’ambiente bucolico.

La presentazione in questo tipo di regalo è davvero importante. E’ essenziale scegliere un vaso che si armonizzi con i colori del vostro evento e che sia bello da vedere. Potete anche pensare di personalizzarlo con un vostro logo o le vostre iniziali…

Per quanto riguarda le piante: sarebbe meglio scegliere qualcosa che duri nel tempo e che non sia stagionale. Potrà essere bello per gli ospiti curare il vostro dono negli anni e ricordarsi di voi e del vostro evento…

Il vaso potete farlo personalizzare da un produttore di ceramiche mentre per la pianta vi potete servire dai numerosi garden che ormai si trovano facilmente in giro. Vi sapranno consigliare circa la pianta migliore da regalare.

Nel caso di bulbi potete optare per una confezione come quelle sotto riportate. Sarà bello per i vostri ospiti poter vedere nella stagione giusta fiorire le vostre piante e ricordarsi di voi e del vostro amore.

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Abiti da sposa: rosso passione

Adoro Vera Wang! Adoro come sa combinare i colori nei suoi abiti da sposa rendendoli estremamente eleganti e stravaganti… L’altro giorno stavo guardando la collezione del 2013 e mi sono stupita parecchio nel constatare come puntasse sul rosso. Peraltro il rosso è usato molto nei matrimoni stranieri, per esempio in Cina. In Italia non so se ci sarà una sposa così stravagante da osare portarlo anche se la tendenza è quella di discostarsi dal solito bianco o avorio. Personalmente adoro gli accostamenti sul nero, prossimamente pubblichero’ qualcosa.

Vi riporto qualche modello, giudicate voi!

http://www.verawang.com

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Il rito del matrimonio: cerimonia fittizia o il rito civile in locations?

In questo periodo sto organizzando due matrimoni che hanno come tema comune la cerimonia da svolgersi in location. La differenza è che una coppia celebrerà la cerimonia fittizia mentre l’altra celebrerà il rito civile legalmente riconosciuto in loco.

Quali sono le differenze?

Innanzitutto c’è da chiarire che in Italia non si possono fare le romantiche cerimonie all’americana se non in alcuni luoghi deputati a tale scopo. La tendenza vuole che sempre piu’ coppie vogliano celebrare il solo rito civile ed i comuni si stanno adeguando attrezzando ville o luoghi suggestivi per la sola cerimonia, cio’ non contempla pero’ le spiagge.

Chi cerca invece una location dove poter celebrare il rito legalmente riconosciuto seguito dai festeggiamenti in loco si deve appoggiare alle pochissime strutture che hanno avuto il permesso, con tanto di delibera comunale, di celebrare il rito civile. Ovviamente in questo caso uscirà il sindaco o un suo delegato per celebrare la cerimonia che in genere circa un quarto d’ora ma  che a volte si puo’ anche un po’ personalizzare. Il limite sta nelle locations: in Lombardia io ne conosco circa una quindicina e non è stato affatto semplice trovarle. Queste cerimonie ovviamente hanno un costo. In genere va dai 200 ai 1000 euro – dipende dal Comune che a volte fa’ un distinguo anche tra i residenti e gli sposi provenienti da altri comuni.

credits: instablogsimages.com

L’alternativa è la cerimonia fittizia. In questo caso gli sposi, con i soli testimoni, vanno il giorno prima o la mattina stessa del matrimonio a firmare i registri in municipio (quindi formalmente si sposano) e poi celebrano una “finta” cerimonia in locations per se stessi e gli ospiti. Sempre piu’ sposi stanno prendendo in considerazione tale tipo di cerimonia che gli permette di scegliere in tutta libertà il luogo dove celebrare il rito e dove festeggiare e che gli permette anche di personalizzare, con musiche, letture, scambio di promesse etc etc la cerimonia. Emotivamente puo’ essere davvero molto impattante e quindi da tenere in considerazione anche nel caso in cui vogliate una romantica cerimonia sulla spiaggia o in un luogo a voi caro.

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

L’arte del ricevere: pranzo in giardino

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: tumblr

Finalmente con l’approssimarsi della Primavera e le sue calde temperature possiamo pensare di organizzare un pranzo in giardino.

Come allestire la vostra tavola dipende molto dal contesto. Se vi trovate in un giardino rigoglioso, elegante e curato vi consiglio di puntare su una bella tovaglia di ottima fattura in cotone o lino. Abbinate dei tovaglioli che si armonizzino o, per creare contrasto, con delle fantasie bucoliche. Vanno benissimo anche i tovaglioli di carta ma quelli stampati con motivi deliziosi che conferiranno alla vostra tavola un tocco di colore. Sceglieteli ed abbinateli con cura alla tovaglia ed ai piatti…

Io adoro i segnaposto. Che siano dei semplici cartoncini bianchi piegati nei quali è semplicemente scritto in bella grafia il nome dell’ospite o segnaposto piu’ fantasiosi (direi sicuramente di buttarsi sui fiori tenendo presente il tema del pranzo) danno un tocco in piu’ alla tavola. Potete anche legare un cartoncino al tovagliolo con un bel nastro in tinta.

Un altro tocco puo’ essere la presenza di un piccolo menu magari scritto a mano poggiato sul tovagliolo o sul piatto. Non deve ovviamente mancare un centrotavola con dei fiori. Deve essere semplice e deve armonizzarsi con il resto della mise en place.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Se il contesto è piu’ “campagnolo” adeguate anche la vostra tavola. Una tovaglia colorata, dei cestini per contenere il pane, tovaglioli di carta – mi raccomando la qualità – stoviglie e posate colorate.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Come menu potete presentare del carpaccio, delle torte salate, del salmone affumicato, formaggi e vari tipi di pane fragrante. Non dimenticate la frutta. Si presentano bene ciotole di fragole o frutti di bosco.

Birdie Shoot (1)-1

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Upside – Cake: albicocche e ciliegie

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credit: Courtesy Random House

Bellissima questa torta in cui la frutta viene messa alla base della torta e poi, dopo averla rovesciata, vi si ritrova in cima. Fra poco usciranno ciliegie ed albicocche e possiamo provare a farla.

La ricetta l’ho scovata su Martha Stewart’s Baking Handbook by Martha Stewart. Copyright © 2010 by Martha Stewart.

Vi riporto la ricetta:

Ingredienti:

  • 1/2 tazza di burro a temperatura ambiente, ed altro per la tortiera
  • 1 tazza ed 1/4 di zucchero
  • 5-6 albicocche fresche medie (circa 1 chilo), dimezzato e snocciolate
  • 350 gr di ciliegie fresche dolci  snocciolate, e tagliate a metà
  • 3/4  di tazza di farina
  • 1/4 di tazza più 2 cucchiai di farina gialla  finissima
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1/4 di  tazza di pasta di mandorle (non il marzapane), sbriciolato
  • 3 uova di grandi dimensioni
  • 1/4 di cucchiaino di estratto di vaniglia puro
  • 1/2  cucchiaino di estratto puro di mandorle
  • 1/2 tazza di latte

Procedimento:

Preriscaldate il forno a 175 º C.  Imburrate il fondo di una tortiera rotonda e foderatela con carta forno. Nella ciotola di un mixer elettrico sbattete 2 cucchiai di burro con  ¼ di tazza di zucchero a media velocità fino a  quando non diventa chiaro e spumoso, circa 2 minuti. Stendete il composto uniformemente sul fondo della teglia preparata. Disponete le metà delle albicocche con il lato tagliato verso il basso nella teglia, intervallando ed usando le ciliegie per riempire gli spazi tra le albicocche. Schiacciate leggermente lo strato di frutta con le mani e mettete da parte la teglia.

In una ciotola media, sbattete insieme la farina, la farina di mais, il lievito e il sale e mettete da parte. Nella ciotola di un mixer elettrico sbattete i rimanenti 6 cucchiai di burro fino a quando il composto non risulti liscio, circa 1 minuto. Aggiungete la pasta di mandorle e ¾ di tazza di zucchero e sbattete fino a quando il composto non risulti chiaro e spumoso, circa 2 minuti.

Aggiungete i tuorli e sbattete fino a quando non risultano ben amalgamati. Aggiungete ed amalgamate gli estratti di vaniglia e mandorla. Aggiungete le farine precedentemente mescolate alternandole con il latte; mi raccomando dovete inziare e finire con la farina. Sbattete con le fruste fino a quando il composto non risulta ben amalgamato.

In una ciotola pulita montate i bianchi d’uovo fino a quando non risultano spumosi. A poco a poco cospargete il bianco d’uovo con il  restante quarto della tazza di zucchero e continuate a sbattere finchè il composto non risulta sodo. Versate il composto di albumi e zucchero sulla pastella e con l’aiuto di una spatola amalgamate delicatamente con un movimento dal basso verso l’alto.

Versate la pastella sopra i frutti che avete precedentemente posto nella teglia lisciandola con una spatola.

Infornate per circa un’ora e dieci minuti la torta verificando poi che inserendo uno stecchino nella torta questo esca pulito r Sfornate e lasciate raffreddare per circa 15 minuti. Con l’aiuto di un coltellino staccate la torta dai bordi della tortiera e poi rovesciate la torta su un piatto da portata. Lasciatela raffreddare completamente  prima di servirla.

La torta puo’ essere conservata per un massimo di tre giorni.

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

La vostra storia dietro un invito

S (1)

Ho già scritto di questo argomento ma ci voglio ritornare  perchè lo considero di estrema importanza nell’organizzazione di un matrimonio…

Come ho piu’ volte ribadito il matrimonio deve parlare degli Sposi, deve esprimere la loro personalità, la loro storia ma deve anche stupire gli ospiti per la cura e la creatività. Pertanto considero basilare  la veste grafica dell’evento che, in quanto unico, deve potersi sempre distinguere.

Pensate di avere un coordinato di partecipazioni, menu, tableau mariage, biglietti di ringraziamento studiati e creati appositamente per voi che raccontino ai vostri ospiti chi siete, cosa amate e che diano un filo conduttore al vostro evento. E’ un lavoro che richiede particolare cura ma la resa è garantita.

Immedesimatevi nei vostri ospiti che riceveranno una partecipazione con una grafica che suggerisce il tema e mood dell’evento. Credo che possa essere molto divertente anche per loro che non si ritroveranno a sbuffare, come di solito avviene, davanti al solito e piatto invito che preannuncia un matrimonio.

Un altro aspetto da tenere in considerazione sono i materiali. Siamo abituati al largo uso della carta di un certo pregio, un certo spessore e invariabilmente bianco o avorio o al massimo qualche colore pastello… In Italia non si è ancora abituati all’esclusivo uso del colore, delle immagini, della grafica ma la tendenza punta in quella direzione. Così come per i materiali: ho trovato estremamente interessante l’uso del plexiglas che dona anche un certo valore alla partecipazione e che puo’ essere conservata ne piu’ ne meno di una bomboniera…

Ho avuto modo di conoscere come lavora un famoso creativo che si è affermato nel mondo Wedding col nome di DiZeta che partendo dalle idee, dalla storia e dai desideri degli Sposi sviluppa un progetto ad hoc ed esclusivo che non verrà mai replicato per nessun’altro. Credo che sia altamente gratificante per una coppia avere un prodotto unico che li rappresenti.

E’ sicuramente da tenere in considerazione per chi ama distinguersi, ma anche per chi è così romantico da voler avere un qualcosa di tangibile che racconti il proprio amore.

Sotto vi riporto alcuni progetti di DiZeta, se volete contattarli potete andare sul sito www.DiZeta.eu

A (1)

DiZeta

H (1)

DiZeta

L (1)

DiZeta

M (1)

DiZeta

 P (1)

DiZeta

  U (1)

DiZeta

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Matrimoni ed Eventi

logo the weddingeve

info@theweddingeve.it

My M&M’s per il matrimonio

Nuova immagine (37)Qualche mese fa’ avevo visto che già negli Stati Uniti si usava personalizzare gli M&M’S per il matrimonio… In Italia erano arrivati solo quelli personalizzabili con frasi o parole ma non con figure. Finalmente anche da noi si possono ordinare gli M&M’S che riproducono la foto degli sposi.

Peraltro si possono scegliere una serie di  combinazioni di colori ed originalissime confezioni.

Io li ho già provati: qualche mese fa’ ordinai una scatola di confettini personalizzati da regalare per un compleanno. Hanno stupito parecchio  sia il festeggiato che gli altri ospiti oltre ad essere ovviamente belli da vedere e buoni da mangiare 😉

Se volete fare qualcosa di originale sono da tenere in considerazione. Il sito è www.mymms.it

Nuova immagine (36)

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Biscotti Cioccolato e Menta

credits: martha stewart

Questi biscotti sono particolarissimi, per gusto e presentazione. Si tratta di biscotti al cioccolato, immersi nel cioccolato bianco e decorato con la menta. Per gli amanti della menta e del cioccolato sono imperdibili.

Di seguito vi spiego come farli:

Ingredienti

  • 1 di tazza di farina 
  • 1/2 tazza  di cacao in polvere senza zucchero
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1/2 cucchiaino di lievito in polvere
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 5 cucchiai di burro  ammorbidito
  • 3/4 di tazza di zucchero
  • 1 uovo grande
  • 1 grande tuorlo d’uovo
  • 3/4 di cucchiaino di estratto di menta piperita puro
  • 30 caramelle alla menta, tritate
  • 100 g di cioccolato bianco tritato grossolanamente

Procedimento

Preriscaldate il forno a 170 gradi.

Setacciare la farina, il cacao, il bicarbonato, il lievito e il sale in una ciotola. Sbattete il burro e lo zucchero con un mixer a velocità medio-alta per 1 minuto. Ridurre la velocità a medio-bassa  e aggiungere l’uovo, poi il tuorlo d’uovo, mescolando bene dopo ogni aggiunta.  Aggiungere l’estratto di menta piperita e poi lentamente il composto con la farina e continuate a sbattere fino a quando non è incorporata. Formate 2 dischi, avvolgeteli ciascuno nella pellicola trasparente e conservate in frigo per un’ora.

Stendete un disco di pasta su una superficie  leggermente infarinata per mezzo cm di  spessore. Mettete nel congelatore fino a quando non diventa dura, circa 15 min, poi utilizzando uno stampo da circa 5 cm di diamentro tagliate dei cerchi e poneteli sulla teglia coperta da carta da forno. Rimettete i biscotti in freezer fino a quando non tornano duri (15 min) e ripetere l’operazione con l’altro disco

Infornate fino a quando i biscotti non sono asciutti al tatto, circa 12 minuti. Trasferite i biscotti su una griglia e lasciateli raffreddare.

Sciogliete il cioccolato bianco a bagnomaria. Togliete dal fuoco. Immergete i biscotti nel cioccolato fuso  ed aiutandovi poi con delle forchette lasciate sgocciolare il cioccolato in eccesso e poneteli su una graticola o su carta forno. Infine decorateli con le caramelle alla menta sbriciolate  e metteteli in frigorifero per circa tre ore.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Matrimoni ed Eventi

info@theweddingeve.it

Temi per il matrimonio: i giochi di luce

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: fivestarholidaydecor.com

Se celebrate il matrimonio nel pomeriggio a cui seguirà una cena, o meglio una serata danzante, dovete assolutamente puntare sulle luci. Che siano artificiali, o meglio quelle soffuse delle candele, dovete allestire al meglio i vostri spazi per creare suggestive atmosfere che avvolgeranno voi ed i vostri ospiti.

Sicuramente per la cerimonia,  sia civile, fittizia o religiosa, non dovete far mancare le candele. Le candele dovranno essere riprese anche nei centrotavola, in alcuni angoli della location piuttosto che nell’allestimento della wedding cake.

Insomma che sia un matrimonio moderno piuttosto che estremamente romantico la luce dovrà avere un ruolo  da protagonista.

Non sottovalutate l’importanza anche di candelabri o di sfere, come quelle a lato, che oltre ad avere un fortissimo potere decorativo potranno, come vedete, creare una atmosfera piu’ intima.

Per esempio un lampadario sospeso ad un albero puo’ creare un angolo molto romantico:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: martha stewart

Delle sfere illuminate potranno anche delimitare degli spazi

O anche delle lanterne…

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: martha stewart

Mentre si possono far scendere sui tavoli una moltitudine di luci di diverse fatture. La resa è assicurata:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: graceheppard.com

The WeddingEve

credits: bright bold beautyful.com

The WeddingEve

elizabethannedesignsstring-fifth

Guardate invece come le luci in questo caso aiutino a creare un’atmosfera fiabesca

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: tumblr.com

Possono anche essere usate per creare dei centrotavola

garland-lights-wedding-centerpiece

Le luci possono anche accentuare un’atmosfera un po’ country

il_fullxfull.313148643

Anche per una cerimonia piu’ intima piuttosto che per una festa in giardino o in terrazza potete prendere spunto

Credo che ora abbiate capito la differenza che puo’ fare un allestimento luminoso ben progettato, non sottovalutatelo!

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Temi per il matrimonio: il cioccolato

Delizia e debolezza di molti, perchè non pensare al cioccolato come tema base per il vostro matrimonio? E’ un colore caldo e particolare ma anche un gusto che puo’ trovare mille abbinamenti ed allora per non fare le solite cose perchè non giocarci sopra?

Possiamo trovare ispirazione dai vari gusti tipo gianduia, latte, fondente, bianco … Oppure agli abbinamenti magari con le pere, il peperoncino, caramello, caffè o le varie creme ed i frutti. E se invece ci si ispirasse al film “La Fabbrica di Cioccolato” oppure il piu’ romantico “Chocolat”… Le fonti di ispirazione sono davvero infinite.

Intanto partiamo dai colori che si possono utilizzare:

possiamo partire da un’azzurro Tiffany che sta benissimo con le note del cioccolato

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: primadonnabride.co.za

Oppure i toni del verde un po’ acido

chocolate-brown-and-lime-green1

Cosa ne pensate invece del lilla e del violetto?

Chocolate-Brown-and-Lilac-Purple-Wedding

O  un piu’ romantico rosa antico 🙂

claret-and-gold1

O anche un rosa confetto va bene…

Mi piace molto anche l’abbinamento con il color prugna. Molto elegante direi…

Infine mi piace anche il piu’ sobrio ed elegante beige o avorio

Vediamo ora qualche idea per le partecipazioni… Cosa ne dite di una barretta di cioccolato?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Oppure di partecipazioni che richiamino il colore del cioccolato

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: artwedding.com

Passiamo a qualche decorazione:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: etsy.com

Credo che il termine piu’ ricercato nei vari siti di matrimonio sia “Tableau Mariage”. Ed allora voglio accontentarvi…

Innanzittutto potete pensare di chiamare ogni tavolo con il nome di un gusto o un tipo di cioccolato o una combinazione di gusti… Personalmente non farei un tableau magari a forma di cioccolatino o con dei colori che seppur belli richiamino la palette sopra indicata; punterei piuttosto sui segnaposto – i favors americani – che in ordine alfabetico indicano all’invitato quale è il suo tavolo.  Del resto questo segnaposto rappresenta anche un graziosissimo regalo…

1110518_f520

edible_placecards_lg

Godivia wedding favor packaging

Wedding-Favors-Chocolate

Io li trovo deliziosi e particolari.

Invece come si potrebbe decorare la tavola?

cf05095e8552ee51eaf2dfb849ec12f1_m

cupcake centerpieces

Rehearsal Dinner1 018

wa102412_fal06_18_xl

Poi ci sono le Wedding Cake

tradiswedding com

Trovo questa torta ADORABILE, ovviamente era sul sito di Martha Stewart

Ovviamente invece della classica confettata dovrete proporre un’abbondante e fantasiosa selezione di cioccolatini… Mi raccomando cercate di pensare anche a tanta frutta da servire con il cioccolato per variare un po’ il gusto…

Screen shot 2011-05-12 at 11.27.23 AM     Screen shot 2011-05-12 at 11.27.31 AM

Infine bisognerà pensare alle bomboniere… A tal proposito la Godiva propone delle belle idee:

Ed infine non trovate bellissime queste barrette di cioccolato personalizzate?

candy-stripes

Su questo sito http://www.cioccolatinipersonalizzati.com potrete ordinarle personalizzate…

Credo che ora abbiate un po’ di ispirazioni per organizzare il vostro Matrimonio a tema.

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Feste a tema: Baby Shower

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoNegli Stati Uniti il Baby Shower è il tradizionale festeggiamento con cui si accoglie la futura nascita di un bambino.

Durante questa festa i genitori, o meglio la mamma, ricevono dagli invitati una serie di regali che saranno utili per il nascituro come i vestitini, i passeggini, scalda biberon, corredino etc etc. Il termine shower, ovvero doccia, vorrebbe dire “fare una doccia di regali” alla futura mamma.

Anche in Italia sta prendendo piede questa moda. Ci sono agenzie specializzate nell’organizzazione di questi eventi anche se io penso che sia carino che siano le amiche della futura mamma ad organizzare questa festicciola.

In ogni caso, sia che sia la futura mamma, o le amiche vediamo come si puo’ organizzare…

Sia che si preferisca il tradizionale o il moderno bisogna comunque scegliere un tema che leghi in modo semplice tutti gli elementi della festa: inviti, decorazioni, menu e altro ancora. Ricordate, il tema scelto non deve essere sopra le righe: la star dello show deve sempre essere la nuova mamma.
Quando si organizza uno shower baby bisogna tener conto dei gusti e degli interessi della “festeggiata”.  Ovviamente niente di formale, anzi deve essere tutto divertente, colorato, anche un po’ “chiassoso”. L’ambiente deve essere accogliente e, come al solito, curato!

Elementi che non devono mancare quindi sono: inviti, decorazioni, menu, regalino per gli ospiti.

Organizzate un bel buffet con dolci o anche salati. Per trarre ispirazione potete leggere questo articolo: come organizzare un buffet

Mi raccomando deve essere tutto estremamente allegro ed elegante. Inoltre allestite un altro tavolo con i regali per la futura mamma. Come detto sopra dovrete scegliere cose spiritose ma anche utili, una sorta di “lista nozze” ma per il bambino.

Non dimenticate un’allegra torta o cupcakes che richiamino il tema della festa. Cosa ne dite di questi deliziosi dolcetti?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: martha stewart

O questa torta?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Infine vi posto qualche immagine da cui potete trarre ispirazione:

spring

Spread

owl-couple-baby-shower

owl

mld104127_0509_opener4_xl

Heather-Baby-Shower-blog-0001

collage-1024x791(pp_w894_h690)

bag paper

baby-shower-ideas

DSC_0820 The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Infine potete pensare ad un regalo per la futura mamma… Una raccolta di filastrocche, le vostre preferite, raccolte in un libricino finemente rilegato e personalizzato magari con le vostre foto – un po’ spiritose – e le vostre firme 😉

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Barrette con burro di arachidi e marmellata

Peanut Butter and Jelly Bars

Rivalutato il burro di arachidi sono andata a cercare qualche ricettina in giro per il web. In questo caso ancora Martha Stewart ci regala un dolce particolare ma goloso che mischia il dolce della marmellata al gusto un po’ salato del burro di arachidi e delle arachidi fatte a pezzetti. Farlo è davvero facile…

Ingredienti

  • 1 tazza di burro non salato, a temperatura ambiente, ed altro per la teglia
  • 3 tazze di farina, ed altro per la teglia
  • 1 tazza e 1/2  di zucchero
  • 2 uova grandi
  • 2 tazze e 1/2  di burro di arachide
  • 1 cucchiaino e 1/2  di sale
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia puro
  • 1 tazza e 1/2  di marmellata di fragole
  • 2/3 di tazza di arachidi salate, tritate grossolanamente

Preparazione:

Riscaldate il forno a 175 gradi. Ungete una teglia da circa 20 per 30 cm con burro  e disponeteci sopra la carta da forno. Imburrate la carta e poi passateci sopra la farina, quindi mettete la teglia da parte.

Mettete il burro e lo zucchero nella ciotola e con un mixer elettrico sbattete a velocità medio alta per qualche minuto. A media velocità aggiungete poi le uova ed il burro di arachidi quindi continuate a sbattere per circa due minuti fino a quando il composto non risulta omogeneo.
Miscelate insieme il sale, il lievito e la farina. Aggiungete tali ingredienti alla ciotola con il composto sopra preparato  e con lo sbattitore a bassa velocità  mescolate; aggiungete infine la vaniglia. Trasferite i due terzi della miscela sulla teglia preparata distribuendola in modo uniforme con la spatola. Sempre con l’aiuto della spatola cospargete la marmellata sul composto nella teglia in modo uniforme. Infine ricoprite con il restante composto di burro di arachidi e le arachidi sbriciolate.

Infornate fino a doratura, circa 45 minuti. Trasferite poi su una rastrelliera per far raffreddare ed infine tagliate in circa 36 barrette.

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

L’arte del ricevere: la colazione

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoSia che siate da soli in famiglia o che abbiate ospiti la colazione è sicuramente uno dei momenti da non trascurare. Anzi le coccole mattutine, la convivialità sono il modo migliore per iniziare la giornata.

Scopriamo come organizzare una perfetta colazione.

In caso abbiate ospiti allestite la vostra tavola con una grande tovaglia bianca, di quelle eleganti, che arrivano fino a terra. Potete anche sovrapporci sopra una tovaglia piu’ piccola, delicatamente colorata. Questo dipende dal vostro gusto. A me personalmente il bianco piace molto.

Usate il vostro servizio piu’ bello, quindi via alle porcellane anche finemente decorate, le cristallerie, gli argenti. Non dimenticatevi dei fiori freschi: potete usare una semplice rosa in un vaso di cristallo o una piu’ complessa composizione. Ma anche un delicato mazzo di fiori come in figura va benissimo.

Nel caso di una colazione informale in famiglia potete escludere la tovaglia e puntare su graziose ma comunque eleganti tovagliette. Se avete un bel tavolo, magari di quelli rustici – come nella foto sotto – potete elegantemente decorarlo senza tovaglia.

Il country chic in questo caso è indicatissimo pero’ siate attenti ad abbinare le giuste stoviglie.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: timticks.com

Non dimenticate una musica dolce e leggera che accompagni l’atmosfera mattutina.

Cosa possiamo preparare? Io adoro la classica colazione italiana ma per chi ama anche il salato vediamo le varianti.

Innanzittutto le bevande: non devono mancare the, caffè, cappuccino, latte e caffè e succhi vari tra cui l’immancabile succo d’arancia. Poi potete mettere a tavola dei fragranti croissants (potete comprare quelli surgelati e infornarli poco prima di servirli), pane tostato, pane fresco di diverse fatture (al burro, al latte, etc etc). Non dimenticate i diversi tipi di marmellata servita in graziosi vasetti o in ciotoline, miele, burro (se volete davvero essere eleganti lavoratelo a riccioli), ovviamente nutella – non ne potrei fare a meno. Poi non deve mancare della frutta, meglio se tagliata. Non dovete per forza fare una macedonia, anzi è meglio lasciare agli ospiti la possibilità di scegliere quale frutta mangiare.

In ultimo non dimenticate i cereali o comunque il muesli da presentare con dello yogurt.

Se poi vogliamo cucinare qualcosa possiamo puntare sui pancake, delle torte o crostate. Anche delle crepe vanno bene.

Nel caso vogliate invece aggiungere qualcosa di salato non dimenticatevi delle uova che potete cucinare in diversi modi: omelette, uova strapazzate, in camicia, sode, alla coque. Non deve mancare la pancetta e se volete esagerare dei piccoli wustel cotti in acqua calda. E poi salumi, formaggi…

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: Favim.com

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: bloved weddings.com

Per concludere voglio postarvi la ricetta del Pain Perdu con la composta di albicocche:

Ingredienti:

  • 1/2 baccello di vaniglia
  • 40 cl di panna fresca
  • 4 tuorli
  • 80 gr di zucchero
  • 1 pan brioche rotondo di 20 cm di altezza
  • 1 noce di burro
  • 500 gr di albicocche fresche
  • 50 gr di zucchero
  • 20 gr di succo di limone

Preparazione:

Con un coltellino tagliate nel mezzo, nel senso della lunghezza, il baccello di vaniglia e grattare l’interno ricavandone la polpa. Intanto versate la panna in una casseruola e versateci dentro il baccello e la sua polpa. Portate quindi a leggera ebollizione. Spegnete, coprite e lasciate in infusione per circa un’ora. Dopo eliminate il baccello di vaniglia.

Nel frattempo lavate le albicocche, snocciolatele e tagliatele a pezzetti. Metteteli in una casseruola con lo zucchero e fate andare a fuoco medio, mescolando spesso. Quando, dopo circa 25 minuti, il tutto è ridotto in composta incorporate il succo di limone e tenete da parte.

Sbattete i tuorli e lo zucchero in una ciotola fino a quando il composto diventa chiaro. Aggiungete la panna lasciata in infusione, mescolando con una spatola.

Ricavate dal pan brioche 4 fette dallo spessore di circa 2 cm e privatele della crosta. Scaldate il burro in un’ampia padella. Inzuppate le fette di pan brioche da entrambi i lati nel composto preparato, sgocciolatele leggermente e trasferitele nella padella. Cuocetele circa 1 minuto per lato, finchè saranno dorate. Servite subito, accompagnando con la composta di albicocche.

Continuiamo con qualche foto di ispirazione:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: sabrinako

Ora sapete come organizzare una perfetta colazione.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Banane ricoperte di cioccolato

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Facilissimi e belli questi bastoncini con banana e cioccolato. Farete la felicità dei vostri bimbi ma presentati in un buffet di dolci anche quella dei vostri ospiti 🙂 Del resto l’abbinamento della banana con il cioccolato è irresistibile.

Vi riporto la ricetta, davvero semplice semplice:

Ingredienti

  • 250 gr di cioccolato semidolce
  • 6 bastoncini per ghiaccioli o spiedini di legno
  • 2 banane, sbucciate e tagliate trasversalmente in tre parti
  • mezza tazza di arachidi salate tritate grossolanamente

Indicazioni

Mettete il cioccolato a sciogliere  a bagno maria.
Intanto foderate una teglia con carta da forno. Inserite un bastoncino da  ghiacciolo in ogni pezzo di banana facendo attenzione che non si rompano. Immergete quindi ogni banana nel cioccolato. Cospargete infine ogni banana di arachidi tritati e disponete sulla teglia coperta da carta da forno. Mettete la teglia in frigorifero fino a quando il cioccolato non si sarà solidificato, ci vogliono circa 20 minuti.

Potete conservarle in frigorifero fino a tre giorni.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

scrivimi: info@theweddingeve.it

Temi per il matrimonio: Wedding Brunch

The WeddingEve - Wedding Planner MialnoIn Italia, ormai molto sensibile alle mode americane, sta andando molto il Brunch.

Per chi non sapesse di cosa si tratta: il brunch è un pasto che sta a metà tra colazione e pranzo (appunto è l’unione delle due parole Breakfast e Lunch) e quindi di fatto prevede sia il dolce che il salato.

La caratteristica del brunch è l’informalità. Si puo’ organizzare allestendo dei ricchi buffet elegantemente decorati all’esterno, per esempio in un contesto molto bucolico, o anche sotto un bel pergolato.

E’ una soluzione diversa, piu’ economica, ma accattivante. E’ bello poter stupire i propri ospiti con qualcosa di nuovo e differente dal solito lungo pasto – anche se la tendenza è rimanere al tavolo il meno possibile. Ovviamente si salta tutta la parte degli aperitivi e ci si serve a Buffet (se volete organizzarlo a casa vi consiglio di dare un’occhio all’articolo su  come organizzare un Buffet).

Il buffet deve essere composto da diverse isole, quella del dolce, del salato e delle bevande. In quella del dolce libero sfogo a diversi tipi di torte, muffins, croissants, crostate,  biscotti, cupcakes, ciambelline, macaroons, madeleines, bignè ripieni di crema, marmellate, miele, ed anche diversi tipi di yogurt presentati in sfiziose monoporzioni riccamente decorate… e poi frutta tagliata a pezzi, macedonie diverse, fragole intinte nel cioccolato così come le banane, sorbetti e via con la fantasia. Mi raccomando non siate mai noiosi! Ah, ovviamente non dimenticate ricchi cesti con diversi tipi di pane.

Nell’isola del salato affettati, bretzel, formaggi, torte salate, soufflè, pancakes, toast, insalate, rosti, pomodori verdi fritti, Quiche…

Consiglio vivamente anche l’isola delle uova che in un Brunch che si rispetti non deve mancare. Meglio se gestita da un paio di chef che al momento possono preparare uova alla benedict, uova in camicia con bacon, diversi tipi di omelette, uova strapazzate, tutte combinate con vari tipi di verdure, ratatouille; e ancora croque monsieur…

Infine l’isola delle bevande in cui devono prendere spazio diversi tipi di scucchi di frutta,latte,  the, caffè, cocktails, vini…

Per quanto riguarda la Wedding Cake io vi consiglio di ricercare qualcosa di diverso. Dopo aver servito diversi tipi di torte durante il brunch potrebbe perdere di interesse il taglio di una torta ufficiale. Perchè non pensare ad una serie di piccole tortine oppure una piramide di cupcakes?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Per le decorazioni puntate su mazzi di fiori piuttosto che su composizioni tipo centrotavola. Hanno un aspetto piu’ campagnolo che si combina meglio con il tema. Inoltre potete pensare ad un tableau fatto con dei cartoncini appesi ad un alberlo e come bomboniere delle piccole crostate da portarsi via oppure dei sacchetti di caramelle, biscotti o, perchè no, una piantina o dei bulbi da piantare.

Vi posto qualche foto da dove potrete trarre ispirazione…

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: ashleigh taylor photography

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: ashleigh taylor photography

credits: ashleigh taylor photography

ashleigh taylor photography4

credits: ashleigh taylor photography

bridal-shower-brunch-ideas

cherry blossom escort cards

final-tables

hellebore bouquet from Martha Stewart Weddings

ibb-1285285018

Katie Osikowicz

martha_stewart_table_3

mimosabar

project wedding2

south bound bride

tahoeunveiled

the sweetest occasion

tiffany-blue-baby-pink-wedding-inspiration-board-600x561

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Segnaposto – centrotavola con le farfalle

 Il tema delle farfalle vedo che va ancora molto. Ed allora troviamo nuove idee. Per esempio si possono utilizzare dei piccoli vasi con orchidee da usare come segnaposto o come centrotavola.

L’idea è semplice ma di impatto. Ci si rifornisce di piccole orchidee in vasi che si coordino bene con i colori tema del matrimonio e si inserisce nel terriccio un fil di ferro che deve sostenere una farfallina di cartoncino. Sopra potete metterci delle frasi a voi care, nel caso vogliate usarli come centrotavola. Alla fine è assicurato che gli ospiti, con immensa gioia, se li porteranno a casa.

Sulle farfalline di cartoncino potete scrivere anche il nome dell’ospite, a questo punto fungeranno da segnaposto.

Insomma un’idea tanto semplice quanto originale.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Decorazioni pasquali

La Pasqua è alle porte e dobbiamo pensare a come rendere allegra la nostra tavola.

In giro per il web ho trovato un po’ di idee che possono donarvi ispirazione, cominciando dalle ghirlande che decorano con allegri colori pastello le vostre mura di casa:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Easter garland carrots

EasterEggFlowerGPaperGarlandFour

Easter-garland

easter-garland-4

eastergarlandfp

il_fullxfull.312981240

il_fullxfull.371915070_bn9m

il_fullxfull.396207765_26wg

wedding_garland_pastel_garland_easter_garland_bunting_46866b4e

Poi possiamo dedicarci ai centrotavola. Cosa ne dite di questi fiori?

8. Martha Stewart

1127_craft_runner_xl

2009_04_09-eggcupflowers1

5111_032210_easter_placecards_xl

bhg

decoração pascoa ovos

easter3

easter flowers

easter_table_pink

easter-cups-and-flowers

f

martha2

ombrefloralms

Continuiamo con alcune mise en place:

daffodil-centerpiece-ideas-2

ribbon table

table1

table setting martha stewart

Concludiamo con altre decorazioni.

diy-hanging-easter-centerpiece

easter09

Easter - Easter decor - holiday decorating - decor - easter bunny - easter egg - easter candy - easter egg candy pops - cake pops - food - crafts - creative DIY via pinterest

easter-table-decor

gt_eggcup01_xl

la104017_0409_table1_xl

paper_basket_place_setting3

tvs5817_xl_large

Buona Pasqua!

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Torta pere e cioccolato

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: martha stewart

Trovo l’abbinamento pere e cioccolato tra i piu’ buoni che ci sia. Questa ricetta che vi posto è americana ed è molto semplice da fare. A breve pubblichero’ anche una mia personale versione della torta di pere e cioccolato.

Ingredienti:

8 cucchiai di burro non salato a temperatura ambiente, ed altro per imburrare la teglia
1 tazza di mandorle pelate intere
3/4 di tazza di zucchero
3 uova di grandi dimensioni
1/3 di tazza di cacao in polvere non zuccherato
1 cucchiaino di estratto di vaniglia puro
1/2 cucchiaino di sale
1/4 cucchiaino di estratto di mandorle (opzionale)
Tre pere mature (io preferisco le Kaiser)
1/2 limone
2 cucchiai di gelatina di mela o  gelatina per dolci.
Preparazione:

Preriscaldate il forno a 175 gradi. Imburrate un tortiera a cerniera di circa 22 cm di diametro e mettetela da parte.
In un robot da cucina macinate finemente le mandorle con lo zucchero. Poi aggiungeteci il burro, le uova, il cacao, la vaniglia, il sale e l’estratto di mandorla se lo utilizzate. Sbattete insieme gli ingredienti fino ad avere un composto omogeneo. Stendete la miscela in modo uniforme nella teglia preparata.
Sbucciare le pele, tagliarle a metà ed ancora a metà. Privarle del torsolo e quindi tagliate longitudinalmente a fette di circa mezzo cm. Disponete le fette sul composto di cioccoalto, leggermente sovrapposte, come in figura.

Infornate la teglia e cuocete la torta per circa 45/50 minuti. Sfornate la torta e lasciatela raffreddare completamente.
Scaldate brevemente la gelatina in un forno a microonde o sul fornello finchè non risulta liquefatta. Spennellate leggermente le pere con la gelatina. Brevemente gelatina scaldare nel forno a microonde o sul fornello fino liquefatto. Spazzolare delicatamente pere con gelatina, lasciate insieme, almeno 20 minuti. Togliere dalla padella torta, e servire. Lasciate raffreddare ancora per una ventina di minuti, poi potete togliere la torta dalla teglia e servirla.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Torta a strati

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Adoro le torte a strati. Le trovo davvero bellissime. Ideali per un party, un tea time e comunque molto “americane” 🙂
Vi posto la ricetta di questa
– 1 tazza (2 bastoni) di burro (temperatura ambiente)
– 2 tazze di zucchero
– 4 uova (temperatura ambiente)
– 3 tazze di farina per dolci autolievitante
– 1 tazza di latte intero (temperatura ambiente)
– 1 cucchiaino di estratto di vaniglia puro

Preriscaldate il forno a 170 gradi.
Imburrate e infarinate 3 stampi per dolci pollici da 20 cm circa.

Usando uno sbattitore per qualche minuto rendete cremoso il burro, aggiungete quindi lo zucchero e continuate a sbattere per circa 7 minuti.

Aggiungete le uova una alla volta e sbattete bene dopo aver aggiunto ogni uovo.

Aggiungete la farina ed il latte (alternandoli iniziando terminando con la farina) e continuate a mescolare fino a quando il composto non risulta cremoso.

Dividete la pastella egualmente nei tre stampi per dolci precedentemente imburrati e infarinati.
Dividere pastella ugualmente in tre stampi per dolci.
Tenere ogni strato di circa 3 centimetri sopra il tuo contatore e scendete le pentole piatto sul contatore più volte per garantire rilascio di eventuali bolle d’aria. Questo vi aiuterà ad avere una torta più di livello.
Cuocere in forno per 25 – 30 minuti (a seconda del forno) fino a cottura.
Raffreddate le torte nelle rispettive teglie per 5 – 10 minuti.
Rimuovete dalle taglie e avvolgete subito ogni torta in un involucro di plastica per sigillare l’umidità. Raffreddare completamente ponendole su una griglia.
Una volta raffreddato, siete pronti per assemblare la vostra torta.

Ecco come preparare la bagna:

Mescolate insieme 1 tazza di zucchero e 2 tazze di acqua.
Portate ad ebollizione e fate bollire per circa 3 minuti. Lasciate raffreddare.
Versate il liquido in un flacone spray oppure potete distribuirla con un pennello.

Come preparare la glassa per la farcitura e copertura:

1 tazza di burro (a temperatura ambiente)
1 cucchiaino di estratto di vaniglia puro
1 1b. 10X zucchero a velo
1-3 cucchiaini di latte, metà e metà o crema

Moist Yellow Cake

Con un mixer, amalgamate il burro e la vaniglia fino ad ottenere un composto liscio.
Aggiungete lo zucchero a poco a poco, permettendo al burro e lo zucchero di diventare una crema prima di aggiungere altro zucchero.
Se volete che la vostra glassa  sia un po ‘più cremosa, aggiungete un cucchiaino di latte alla volta e sbattete con il mixer fino ad ottenere la giusta consistenza.
Quindi basta aggiungere un pochino di colorante rosso per glassa per raggiungere la colorazione desierata.
Questa dose  è di solito sufficiente per una torta di due strati quindi vi consiglio di raddoppiare la dose per una torta di tre strati.

Assemblate la torta:

Con l’aiuto di un coltello affilato tagliate via la calotta delle torte e livellate la parte superiore.
Posizionate il primo strato sul vostro piatto. Con l’aiuto dello spruzzino o di un pennello provvedete a bagnare quanto basta lo strato della torta. Aggiungete uno strato di glassa al livello inferiore. Ripetere  con il secondo e terzo strato. Infine passare la glassa anche nei lati della torta.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Idee alternative: la caramellata

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Della confettata piu’ o meno sappiamo tutto. Ormai è usuale chiudere il matrimonio con questa bellissima tavolata con i confetti di diversi gusti presentati in meravigliose bocce di vetro. Ovviamente l’allestimento prevede anche fiori e candele e quant’altro renda bella ed invitante questo buffet di chiusura… Ma avete mai pensato a qualcosa di piu’ divertente? Cosa ne dite di una caramellata? Ovviamente si puo’ organizzare in matrimoni un po’ stravaganti e sicuramente allegri… Per esempio puo’ chiudere un tea time.

Caratteristica è la sua fattura sicuramente piu’ divertente. Ma se coordinate bene i colori potete renderla piu’ elegante.

Buttatevi sui marshmallows, caramelle gommose, liquirizia, lecca lecca, lollipops, cioccolatini avvolti in stagnole colorate, macaroons, piccoli cupcakes, confetti al cioccolato colorati… E via andare.

Il tono potete impostarlo voi. L’importante è che la presentazione sia adeguata ed intonata al vostro evento.

Per darvi qualche ispiarazione vi posto qualche foto trovata qua e là, cominciando da questa bellissima idea: ghirlande fatte di marshmallows:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

wedding-candy-buffet-152

wedding-candy-buffet-063

wedding-candy-bar3-lg

wedding bee2

wedding bee

TheCandyBuffetCompany_5_1

Spring_Candy_Buffet

purple-white-gray-dessert-candy-buffet-display

pink-white-wedding-color-palette-candy-buffet

pink-wedding-candy-station-buffet

mwa104186_fal08_candy_xl

Mississippi-wedding-vendors-candy-buffet-02

iamges

dea81557a9e7b660d24dd3bd295d99b3

cross_candy_300X400

candy-buffet

Black-White-Silver-Candy-Station-Flor-Vasquez-Weddin-UCI-Club-013

c6

3240491_f520

368cd918f40f1d6d3c6c5883a856dfe0

SONY DSC

19-e1265380681213

8d3c52373156b3e877283e1292aae86e

6a00d834524f6f69e201156f18abec970c-500wi

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Cioccolatini ripieni di burro di arachidi

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoLo ammetto, non amo per niente il burro di arachidi. Anzi ad essere sincera non amo nemmeno gli arachidi pero’ un giorno è venuto da me il mio insegnate di Inglese – è americano – e mi ha portato da assaggiare un cioccolatino ripieno di burro di arachidi… Ho superato la mia riluttanza e l’ho assaggiato. Sono rimasta  piacevolmente stupita. Non immaginavo che il burro di arachidi si sposasse così bene con il cioccolato…

Ho voluto rifarli a casa. Sono davvero facilissimi da fare. Ovviamente la ricetta è originale americana.

Ingredienti:

– 2 tazze di zucchero a velo setacciato
– 1  tazza e 1/2  di burro di arachidi liscio, preferibilmente tutto naturale
– 3 cucchiai di burro
– 500 grammi di  cioccolato fondente o semidolce
– Trentasei pirottini di carta o meglio lo stampo di silicone per cioccolatini

Indicazioni

Unire lo zucchero, burro di arachidi, e il burro in un mixer elettrico dotato di pala. Battere a medio-bassa velocità fino a che non risulti un composto cremoso. Trasferite la miscela in una tasca da pasticcere minuto di una punta abbastanza grossa (il composto è abbastanza duretto) e mettetela da parte.

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria. Tenete  quindi il cioccolato fuso a bagnomaria in prossimità dell’area di lavoro. Utilizzate un cucchiaino o pennello piccolo per rivestire l’interno dei pirottini o degli stampini con il cioccolato fuso. Fate attenzione di coprire bene il fondo ed i lati. Se necessario con il pennellino ripete l’operazione nei punti che vi sembrano piu’ sottili. Mettete i pirottini su un vassoio (per lo stampo in silicone non c’è bisogno di questa accortezza) e metteteli nel congelatore a raffreddare per 10 minuti. Togliete quindi i pirottini dal congelatore e con l’aiuto della tasca da pasticcere inserite per i tre quarti il composto di burro d’arachidi nei cioccolatini.  Coprite con il cioccolato fuso fino al bordo e poi rimettete i pirottini nel congelatore da 15 a 25 minuti. Poi potete sformarli e metterli da parte. Conservateli in frigo fino al momento di servirli.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Poi ovviamente potete confezionarli per regalarli… Cosa ne pensate di questa presentazione?

E’ davvero semplice, si tratta di scatoline basse per bomboniere rivestite di carta velina fuxia, in coordinato col nastrino. Ci vanno dentro 9 cioccolatini.

Per i colori potete spaziare con la vostra fantasia 🙂

Il risultato è assicurato e i vostri ospiti lo apprezzeranno molto.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Barrette di riso soffiato e marshmallow

Per gli amanti delle barrette propongo questa ricetta americana fatta con i marshmallow ed il riso soffiato kellogg’s. E’ davvero semplice da fare e porta anche allegria. Potete tranquillamente prepararla con i vostri bambini che ne saranno deliziati…

Ingredienti:

– 6 cucchiai di burro, ed altro per la teglia
– 1 sacchetto ( 300 grammi) di marshmallow mini
– 1/4 tazza di cacao amaro olandese
– 6 tazze di cereali di riso croccante (Kellogg’s)
– 60 grammi di cioccolato fondente, fuso
Indicazioni:

Imburrate una teglia da 20 cm. Copritela poi con della carta da forno facendo in modo che sporga dai bordi. Il burro serve a non far muovere la carta sulla teglia. In alternativa potete bagnare un po’ la teglia spruzzandogli sopra dell’acqua.
In una grande casseruola  unite il burro, marshmallows e cacao. Cuocete a fuoco medio il composto, mescolando spesso, fino a che non si fonde (ci vogliono circa 6 minuti);  spegnete la fiamma ed aggiungete, mescolando, i cereali di riso. Versate il composto nella teglia e premete in modo da renderlo uniforme. Irrorate la superficie con un filo di cioccolato fuso. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente e tagliate in 16 barrette.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi:info@theweddingeve.it

Segnaposto con i palloncini

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: martha stewart

Questa idea la trovo davvero adorabile.

Ormai sapete che il classico “tableau de mariage” è un po’ superato. Adesso si usa soprattutto fare in modo che ogni invitato cerchi il suo nome tra i vari “favor”, regalini, che lo porteranno al tavolo giusto. Il regalino ovviamente rimane all’ospite. A tal proposito ho già postato qualche altro articolo.

Questa idea puo’ essere presa in considerazione quando gli invitati non sono molti… Se ne avete 200 diventa un po’ difficile per l’ospite trovare il suo nome tra i vari palloncini, che dite?

Per farli ci vuole davvero pochissimo. Si gonfiano dei palloncini, meglio bianchi o comunque coordinati con i colori tema del vostro evento, si sceglie un pennarello indelebile che si coordini bene. Con il pennarello dovrete scrivere in bella grafia il nome dell’ospite ed il numero del tavolo (scrivetelo su entrambi i lati in modo che sia piu’ semplice trovare il proprio nome). Con un filo che armonizzi con il colore del pennarello legate i palloncini ad altezze diverse – come nella foto – a scatoline piene di caramelle, cioccolatini o confetti.

Il gioco è fatto.

Sicuramente un’idea diversa e divertente per chi vuole fare qualcosa di inusuale.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Quadrotti di torta di zucca con gocce di cioccolato

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Sbirciare tra le ricette dei dolci americani mi piace tantissimo. A parte le dosi, per le quali loro usano “tazze” e cucchiai, per il resto è davvero facile realizzarli.

Questa volta voglio postare una ricetta un po’ particolare: quadrotti di torta di zucca con gocce di cioccolato.

Ingredienti:

– 2 tazze di farina
– 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
– 1/2 cucchiaino di noce moscata
–  1 cucchiaino di cannella
– 3/4 di cucchiaino di sale
– 1 tazza di burro non salato, a temperatura ambiente
– 1 tazza ed 1/4  di zucchero
– 1 uovo grande
– 2 cucchiaini di estratto di vaniglia
– 1 tazza di purea di zucca 
– 340 grammi di gocce o scaglie di cioccolato fondente

Preparazione:

Innanzittutto parliamo della purea di zucca. In America la vendono in scatola, in Italia dobbiamo arrangiarci. Basta mettere un pezzo di zucca, avvolto nella stagnola, in forno. Controllate fino a quando non risulta cotta e morbida. Dopo togliete semini e filamenti e frullatela.

Per preparare la torta: preriscaldate il forno a 175 gradi. Preparate una teglia di circa 22 cm per 33 cm e coprite con un foglio di carta da forno. In una ciotola media sbattete insieme la farina, il bicarbonato, il sale, le spezie e mettere da parte.
Con un mixer elettrico sbattete insieme a velocità medio/alta il burro e lo zucchero fino a quando il composto non risulta iscio e cremoso; continuate a sbattere unendo l’uovo e la vaniglia. Quindi aggiungere la tazza di purea di zucca. Infine ridurre la velocità dello sbattitore ed aggiungere al composto gli ingredienti secchi, ovvero la farina etc etc.  A questo punto potete aggiungere le scaglie di cioccolato mescolando con un cucchiaio di legno o una spatola per rendere il composto uniforme.

Stendete la pastella nella teglia ed infornate. Cuocete fino a quando i bordi cominciano a staccarsi dalle pareti della teglia  in ogni caso circa  35/40 minuti.  Togliere la teglia dal forno e lasciarla raffreddare completamente.

A questo punto potete tagliare la torta in quadrotti e servirla.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Armanda Linardi

Oggi voglio parlare di questa artista e dei suoi quadri perchè li trovo meravigliosi. E’ specializzata soprattutto in ritratti – il mio l’ho appeso con orgoglio in camera da letto – ma si trova a suo agio anche con altri temi.

Pubblico alcune sue opere tra le quali, appunto, il mio ritratto.

IMG_1576

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Se volete vedere dal vivo le sue opere potete andare presso la Serra Lorenzini in Via dei Missaglia a Milano dal 18 al 24 marzo dove saranno esposti dei quadri incentrati sul tema della Primavera. Per chi fosse interessato allego il programma delle iniziative e degli eventi: programma benvenuta primavera

Se volete contattare Armanda Linardi potete scrivere a: armanda.linardi@tiscali.it

Le cornici potete trovarle presso LA ZAMA CORNICI

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Matrimoni ed Eventi

Scrivimi: info@theweddingeve.it

L’arte del ricevere: i picnic

The WeddingEveLa primavera è alle porte,  anche la Pasquetta con le sue gita fuori porta, e la natura si sta risvegliando. E’ il periodo ideale per pensare di organizzare un picnic, vediamo come possiamo fare:

innanzitutto pensate ad un luogo. Deve essere bello da vedere quindi sicuramente un prato con degli alberi e magari una vista mozzafiato. Anni fa andai a fare un picnic a Bellagio ed ancora porto con me i ricordi di quella bella giornata. Ma potete anche utilizzare il vostro giardino, qualora ne abbiate uno, o magari la vostra terrazza. Avete pensato di ricoprirla con un manto erboso di quelli che si comprano arrotolati e si stendono ovunque? Si, lo so, significa osare molto pero’ non la trovo malvagia come idea.

Insomma anche se io preferisco un bell’ambiente all’aperto non ponete limiti alla vostra fantasia.

Ricordatevi di pensare sempre al comfort dei vostri ospiti: se il luogo da voi scelto non prevede alberi che possano far ombra, magari siete in un grande prato, non dimenticate gli ombrelloni o al massimo dei cappelli di paglia da adornare con nastri o fiori intonati ai colori della festa. Potete anche pensare ad un piccolo gazebo… Ce ne sono in commercio di carinissimi e non molto costosi, fatto salvo anche l’opportunità di affittarne uno.

Per terra potete sistemare una moltitudine di cuscini colorati. Doneranno al vostro pic nic un tocco di

Nel caso la giornata si profili un po’ fresca e ventosa non dimenticate delle coperte, magari leggere che possano fungere da scialli.

Prima di suggerirvi cosa preparare vediamo come possiamo curare la presentazione:

se gli ospiti non sono molti potete pensare di fornire ad ognuno di loro un elegante e singolo cestino da pic-nic con dentro tutto il necessario:  potete prendere un cestino non molto grande, foderarlo con un telo di lino bianco o nei colori pastello oppure potete prendere una bella scatola colorata, che si armonizzi con i temi del picnic, e, sempre foderata con della stoffa, potete utilizzarla per fornire ad ognuno dei vostri ospiti tutto il necessario per il picnic. L’importante è coordinare il tutto e creare un prodotto armonico.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Nel cestino, o scatola o busta (come volete voi), dovete inserire un grande tovagliolo (un’idea in piu’ e piu’ chic sarebbe metterlo con monogramma), dei tovagliolini di carta che possono essere a fiori o abbinati al colore del vostro picnic, delle posate di buona fattura, un bicchiere colorato o di cristallo, un panino infiocchettato ed un piccolo menu stampato. Ovviamente non dovrà mancare un piatto ma potete aggiungere anche altri accessori o addirittura una graziosa scatola di biscottini. Cosa ne dite di questi bellissimi Macarons di Ladurée.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Non dimenticate di portare del ghiaccio per raffreddare bevande ed insalate. Se non avete contenitori ermetici per trasportarlo puntate sulle mattonelle refrigeranti da freezer. Potete assicurare così anche la freschezza dei cibi: avvolgetele nei tovaglioli di stoffa e sistemateli sotto i piatti che volete refrigerare.

Ora passiamo ai cibi che si possono preparare. Ovviamente le torte salate vanno benissimo. Inoltre puntate su panini e tramezzini che confezionerete singolarmente avvolti in colorati tovaglioli o sistemati in pratiche buste di carta colorate.

Poi ovviamente libero sfogo ad insalate, formaggi, salumi, olive, fragranti baguette, vino magari bianco e tenuto rigorosamente in fresco. Il segreto dei cibi è che siano freschi ed invoglianti e presentati in modi accattivante. Cosa ne pensate di piccoli cestini di carta con delle fragole? Oppure sacchettini di carta coordinati con le ciliegie?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano  The WeddingEve - Wedding Planner Milano

In ultimo vi posto una ricettina trovata sul ricettario francese di Ladurée, si tratta della Cake al Salmone.

Ingredienti:

150 gr di farina

40 cl di latte parzialmente scremato

20 gr di olio di semi di girasole

8 gr di sale fino

2 gr di pepe bianco macinato

3 uova

50 gr di salmone fresco

100 gr di salmone affumicato

10 gr di erba cipollina

20 gr di gruvyere grattugiato

Preparazione:

Mescolate farina e lievito in una ciotola. Unite il latte e mescolate delicatamente con una frusta. Versate l’olio di semi sempre mescolando. Salate e pepate. Proseguite aggiungendo un uovo alla volta, avendo cura di mescolare bene perchè il composto risulti omogeneo.

Tagliate il salmone fresco a dadi di 1 cm di lato e aggiungeteli al composto.

Unite quindi il salmone affumicato tagliato a pezzettini. Tagliate finemente l’erba cipollina ed incorporatela alla preparazione; incorporate anche il formaggio grattugiato.

Trasferite il composto nello stampo e infornate per 45 minuti a 180 gradi. Verificate la cottura introducendo al centro la punta di un coltello che dovrà uscire senza tracce di impasto. Servite il plum cake tiepido o freddo, tagliato a fette o a dadi.

Concludo con qualche immagine che vi puo’ dare qualche ispirazione.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano The WeddingEve - Wedding Planner Milano The WeddingEve - Wedding Planner Milano The WeddingEve - Wedding Planner Milano

 

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Torta al cioccolato pasquale

Per gli amanti del cioccolato propongo questa scenografica torta che ho trovato su  “The Speckled Freckle”  . E’ molto carina l’idea di sistemare sopra degli ovetti che qui vengono proposti di puro cioccolato ma che, a parer mio, possono anche essere colorati. Insomma potete spaziare con la fantasia! Peraltro per questa ricetta si usa la Nutella e non potevo certo rimanerne indifferente!

Ingredienti (per 12)

200g di cioccolato fondente tritato
200g di burro, ammorbidito
1 tazza di zucchero di canna
1 cucchiaino di essenza di vaniglia
2 uova, a temperatura ambiente
1 tazza e 3/4  di farina con lievito
1/4 di tazza di cacaco in polvere
3/4 di tazza di latte
1 tazza di Nutella
80 piccoli ovetti di cioccolato

Preparazione

Preriscaldate il forno a 160 ° C. Imburrate e infarinate uno stampo per dolci tondo di 20cm di diametro.

Inserire il cioccolato in una ciotola e riscaldate nel microonde a media potenza per circa due minuti mescolando di tanto in tanto finchè il cioccolato non risulti liscio. Mettete quindi da parte a raffreddare leggermente.
Utilizzando un miscelatore elettrico sbattete il burro, lo zucchero e la vaniglia fino a renderlo cremoso. Aggiungere le uova, uno alla volta, battendo dopo ogni aggiunta. Aggiungete il cioccolato raffreddato. Mescolate bene.

Setacciare la farina e il cacao in polvere insieme.  Mescolare  metà della miscela di farina nella miscela di cioccolato poi aggiungerci metà dose di latte. Ripetere l’operazione con  l’altra metà della miscela di farina e cioccolato e quindi con il latte rimanente.
Trasferite la pastella nella tortiera e livellate la superficie con un cucchiaio. Cuocete per 1 ora – 1 ora e 15 minuti, o fino a quando uno spiedino inserito nel centro esce pulito. Lasciate riposare per 15 minuti prima di girare su una rastrelliera per raffreddarsi completamente.
Stendere la Nutella  sulla parte superiore della torta, quindi sistemarvi sopra gli ovetti come nella foto.

Eva D’Angiola

The Wedding Eve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Love in the Big Apple

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoDopo aver parlato alla giornalista Chiara Besana di “Oggi Sposi” del  progetto presentato allo IED – Istituto Europeo di Design – mi piace l’idea di poterlo pubblicare sul Blog.

Riassumo in poche righe il progetto: si trattava di partire da una partecipazione  creata dall’innovativa  DI ZETA sul tema di New York,  con le sue note moderne e dinamiche, e sui toni del colore arancione, il preferito della sposa. La Partecipazione ovviamente fungeva da “biglietto da visita” dell’evento ed il compito consisteva nel progettare tutta la scenografia in linea con la veste grafica data appunto dagli inviti.

Sia la cerimonia che i festeggiamenti si dovevano tenere presso le Officine del Volo  di Milano ( a tal proposito ho scritto un articolo un paio di mesi fa’ ) con le sue ambientazioni industriali ma di indiscutibile fascino.

L’idea è stata quella di creare diverse atmosfere, per ogni momento dell’evento, che facessero sentire gli sposi e gli ospiti  immersi nella dinamismo ma anche nel romanticismo della città di New York. Tutto cio’ legato a dei film sulla grande mela che hanno ispirato e scandito i vari momenti. Pertanto sono partita dalle atmosfere romantiche del film “Autumn in New York”  e Central Park in autunno per la cerimonia per proseguire con Sex & the City (serie e film), con le sue atmosfere glamour e dinamiche, per l’aperitivo e la cena. Ho concluso con il dopocena ispirandomi al film “Serendipity” ed alle sue magiche e romantiche atmosfere in una Central Park illuminata di sera.

Love in the Big Apple – Progetto IED

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Chocolate-Coconut Bars – Barrette di Cocco e Cioccolato

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoA chi piacciono i Bounty? Ho trovato questa ricettina non complicata per rifarli a casa. Perchè non cimentarsi? Non sembra affatto difficile…

Ingredienti

– 3 tazze di biscotti, tipo wafer al cioccolato, finemente tritati
– 1/4 di tazza di zucchero
– 3/4 di  tazza di burro fuso
– 1 tazza di noci pecan
– 1 tazza di scaglie di cioccolato fondente
– 1 lattina di latte condensato zuccherato
– 1 tazza e 1/2 di cocco grattuggiato zuccherato

Indicazioni

Preriscaldate il forno a 190 gradi. Prendete una teglia grande circa 25 cm per 38 e schizzateci sopra un pochino d’acqua in modo che il foglio di carta da forno aderisca bene alla teglia e non si muova.

Potete fare il latte condensato zuccherato scaldando il latte intero e lo zucchero fino a quando tutto il liquido è evaporato.

In una grande ciotola, mescolate insieme le  briciole dei biscotti, lo zucchero ed il burro fuso. Inserite il composto nella teglia in modo uniforme e appiattite con il palmo della mano la superficie.  Cuocete in forno per circa 10 minuti. Fate raffreddare per circa 20 minuti.
Cospargete il composto raffreddato con le noci pecan ed il cioccolato in modo uniforme. Versateci sopra  il latte condensato in modo  tale da ricoprirlo completamente (non lasciatelo gocciolare sui bordi). Spolverizzate infine con il cocco.
Rimettete la teglia nel forno e cuocete fino a quando il cocco non risulta tostato; ci vogliono dai 10 a 15 minuti. Lasciate raffreddare e poi tagliate in barrette.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Allestiamo il ricevimento con i palloncini!

Un modo diverso per creare suggestive atmosfere è utilizzare i palloncini. Non bisogna necessariamente fare coloratissime ghirlande o archi ma ci sono molti modi per arricchire il vostro evento, dargli un tono e fare in modo che stupisca.

Io li adoro soprattutto all’aperto quando donano quell’atmosfera gioiosa all’evento. Ma anche gonfiati con l’elio e lasciati fluttuare sul soffitto crea una meravigliosa ambientazione. Personalmente preferisco che si usi una precisa scala cromatica che armonizzi con il resto del ricevimento. Puntate sulle diverse sfumature di una dato colore, donerete un’atmosfera anche elegante al vostro matrimonio.

Vi posto un po’ di foto che possano darvi qualche idea sull’utilizzo:

mla102472_0607_lights_xl.jpg (360×450)

Balloons as centerpieces - can you  tell that I'm digging balloons as part of the wedding?

Wedding Outdoor and White Balloons Lighting

balloons

balloons

balloons

balloons

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

L’Agenda del Matrimonio

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Quando ci si sposa bisogna tener conto davvero di un sacco di cose. L’ideale ovviamente sarebbe affidarsi ad un professionista del settore, ovvero un Wedding Planner, perchè massimizza i risultati minimizzando gli sforzi nonchè realizza tutte le idee che a voi sembrerebbero non fattibili;  anche volendo fare tutto da soli bisogna essere super organizzati per arrivare al fatidico giorno senza stress.

Voglio pertanto pubblicare uno strumento che vi sarà utilissimo per programmare le varie fasi dell’evento, ovvero l’agenda del matrimonio.

Si tratta di poche pagine dove sono riassunte le tempistiche e le scadenze di cui dovete tener conto e poi una sorta di agenda dove segnare gli appunti per fare in modo che niente vi sfugga.

Intanto vi posto le varie pagine come immagini, se volete scaricarlo integralmente poi allego il file pdf.

copertina  Nuova immagine (2)  Nuova immagine (1)

The WeddingEve - Wedding Planner Milano    Nuova immagine (4)

The WeddingEve - Wedding Planner Milano   The WeddingEve - Wedding Planner Milano   The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Scarica il file pdf:

Agenda

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Grand Raspberry Trifle

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoSolo a vedere questo dolce mi viene allegria… E mi sale la glicemia 😉 Si tratta del “Grand Raspberry Trifle”, ovvero un dolce a cucchiaio a base di lamponi, panna ed i resti di pan di spagna. O nei mesi invernali dei rimasugli del pandoro, perchè no!

Ingredienti:

1/2 tazza più 2 cucchiai di zucchero
1/4 tazza di succo di limone fresco
1 tazza di marmellata di lamponi senza semi
4 tazze di lamponi
2 tazze di panna
6/7 etti di pan di spagna o torta avanzata
Preparazione:

In una piccola casseruola portate ad ebollizione  mezza tazza di zucchero, 1/4 di tazza di acqua ed il succo di limone, continuando a mescolare fino allo scioglimento dello zucchero. Ci vogliono circa 1 o 2 minuti. Lasciate raffreddare.

In una piccola ciotola unite la marmellata di lamponi con 3 tazze di lamponi, schiacciate leggermente i lamponi. In una grande ciotola montate la panna con 2 cucchiai di zucchero.

Comprimete le fette di torta fino a raggiungere uno spessore di circa 2 cm, spennellate entrambi lati con lo sciroppo di limone.

Inserite un terzo delle fette di torta nel fondo di una ciotola profonda di vetro. Rifilate i bordi se necessario. Distribuire sulla base di torta un terzo della miscela di lamponi e successivamente un terzo della panna montata. Ripetete l’operazione per fare altri due o più strati, guarnite  quindi con i lamponi rimanenti. Mettete in frigorifero fino al momento di servire, fino a 24 ore.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Come riciclare il panettone: lo zuccotto

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: il cucchiaio d’argento

Mi erano rimasti due ottimi panettoni dalle ultime feste e mi sono detta: perchè non utlizzare una delle tantissime ricette per riciclarlo?

Ho trovato questa ottima ricetta delle Tre Marie  per fare lo zuccotto glassat: ho provato a farlo e devo dire che ha riscosso molto successo.

Vi posto la ricetta:

INGREDIENTI

1 panettone
500 ml di panna fresca
300 g di ricotta fresca
100 g di mandorle
cacao
30 g di cioccolato fondente
80 g di acqua
50 g di zucchero
100 g di rum scuro
200 g di cioccolato fondente
100 g di acqua
200 g di zucchero

PROCEDIMENTO

Zuccotto glassato al cioccolatoPreparate la bagna, fate bollire 80  grammi di acqua e 50 grammi di zucchero in un pentolino, poi una volta freddo aggiungete il rum.Foderate uno stampo da zuccotto o comunque una ciotola di vetro tonda con pellicola trasparente. Tagliate il panettone a fette e ricoprite lo stampo. Io con un panettone sono riuscita a fare due zuccotti.

Con un pennello bagnate bene il panettone.

Preparate il ripieno: montate 500 ml di panna ben ferma. Se usate quella non zuccherata aggiungete dello zucchero a velo finchè non raggiunge la dolcezza desiderata.

Dividetela in due: a una parte aggiungete il cacao in polvere e del cioccolato tritato e conservatela in frigo.

Mescolate la ricotta con le mandorle leggermente tritate e poi unite l’altra metà della panna montata.

Ricetta zuccotto glassato al cioccolatoIniziate a farcire con una delle due creme pronte. Fate uno strato, chiudete con del panettone, mettetela bagna e poi aggiungete l’altra crema. Continuate nell’operazione fino ad esaurimento degli ingredienti, terminando con del panettone irrorato per bene di bagna. Chiudetelo con la pellicola e lasciatelo riposare una notte in frigorifero.

Il giorno dopo preparate la glassa; fate bollire acqua e zucchero in un pentolino e poi aggiungete il cioccolato tagliato a pezzetti.

Lasciate raffreddare affinché addensi.

Rovesciate lo zuccotto su una griglia e versateci sopra la glassa. Lasciate riposare in frigo fino al momento di servire. Decorate a piacere con frutta secca o cioccolato oppure usate della panna montata per creare dei decori.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

The WeddingEve.it

Finalmente il mio sito è online. Devo dire che ci sono volute settimane di lavoro e non è ancora completo… Ma ho pensato che ad un certo punto dovevo per forza metterlo online. Per migliorarlo c’è sempre tempo.

Ovviamente tutti i suggerimenti e, si, anche le critiche sono ben graditi.

Ovviamente per visitarlo dovete andare su: www.theweddingeve.it

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Grilled Chocolate Sandwiches

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Chi conosce i Croque Monsieur? Sono delle fette di pane farcite con formaggio e prosciutto immerse in un composto di latte ed uova e poi fritte. Li trovate sovente nelle colazioni intercontinentali. Qui vi posto una variante, ovviamente americana, molto piu’ golosa e davvero semplice da preparare. Sarà la gioia di adulti e piccini.

Ingredienti:

2 uova

2 cucchiai di latte

4 fette grandi di pane in cassetta (tipo quello del Mulino Bianco)

100 gr di cioccolato semidolce

2 cucchiai di burro

Zucchero a velo per spolverare

Preparazione:

In un grande piatto fondo, sbattete insieme le uova e il latte.

Cospargete due fette di pane con il cioccolato (rompetelo se necessario). Sovrapponete le altre due fette di pane ed immergetele i sandwich ottenuti nel composto di uova e latte.

Mettete il burro in una padella antiaderente e quando sarà completamente sciolto porre nella padella i due sandwich. Cuoceteli fino a doratura, circa 1 o 2 minuti, aiutandovi con una paletta per girarli. Riponeteli quindi su un piatto con carta assorbente per tamponare l’unto eccessivo. Quindi tagliate i due sandwich a metà e spolverateli con lo zucchero a velo prima di servirli.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

 

Cosmopolitan Cocktail

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoQuesta volta, in controtendenza rispetto al solito, voglio postare la ricetta di questo delizioso cocktail. Ok, ok, per chi conosce “Sex & the City” non dovrebbe essere una novità. In realtà lo è per me perchè non amo particolarmente i cocktail ma questo con le sue note fresche lo apprezzo particolarmente. Ed allora voglio riportarvi la ricetta originale. Ovviamente dovrete dotarvi anche dei bicchieri giusti, quelli da Martini, altrimenti non potrete apprezzarlo appieno.

Ingredienti:

2,8 cl di vodka
1,4 cl di triple sec (ovvero Curacao, Grand Marnier o Cointreau)
1,4 cl  di succo di lime
1,4 cl di succo di mirtillo

Procedimento:

Agitare vigorosamente nello shaker vodka, triple sec, lime e succo di mirtillo con ghiaccio. Versate  il cocktail in un bicchiere da Martini in vetro; guarnite con uno spicchio di lime sul bordo e servite.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Matrimonio a tema: le farfalle

Il tema della farfalle è sempre molto richiesto. Ovviamente si presta meglio per eventi organizzati in primavera che prevedano se non il pasto quantomeno l’aperitivo all’aperto. A mio parere se si sceglie un tema per il matrimonio o comunque per un evento in generale bisogna essere fedeli al tema scelto e richiamarlo in ogni aspetto.

Quindi partiamo con le partecipazioni e cerchiamo qualche ispirazione:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Dopo aver scelto il tema, il colore ed anche le partecipazione dobbiamo trarre ispirazione per le decorazioni:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Se siete proprio patite delle farfalle sarebbe bello riprenderle anche sul vestito:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

…e nel bouquet:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Passiamo ora al “tableau Mariage” o comunque i segnaposto:

Alcuni li potete trovare in questo articolo. Altri possono essere questi:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Le farfalle sopra nascono come decorazione ma al posto dei messaggi si possono tranquillamente inserire i nomi dei tavoli e degli invitati…

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Bene, ora che abbiamo trovato ispirazione per i segnaposto pensiamo alla decorazione per la tavola, ovvero i centrotavola:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Ci sono anche i “favor” o comunque i regali per gli ospiti di cui tener conto:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano The WeddingEve - Wedding Planner Milano The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Infine vediamo la torta o comunque i dolci di accompagnamento:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

 

6a0120a5c8d9a9970c013480ccd8c3970c-400wi

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Tea Time


The WeddingEve - Wedding Planner Milano
Un pomeriggio uggioso ed un incontro con amiche… Allora perchè non organizzare un Tea Time? Ma anche quando verrà primavera, sul terrazzo magari… Non ci vuole molto e se usate la solita cura che raccomando sempre potete creare dei bei momenti da passare con i vostri ospiti.

Ovviamente dovremo pensare a tre elementi essenziali: il the, i dolci, il servizio.

Prima di tutto  allora il The.

Se servite il the già pronto nella tegliera vi consiglio di usare un English Breakfast che va sempre bene. Si tratta di un the scuro e forte. Altrimenti se preferite che ogni invitato scelga quale tipo di the usare,  provvedete  a mettere nella teiera solo  dell’acqua bollente ed a parte, su un piattino se non avete la scatola porta the, disponete le bustine.

Un tocco in piu’ a parer mio sarebbe anche servire diversi tipi di zucchero in modo da venire incontro alle diverse esigenze ma anche per creare una scenografia piu’ completa. Quindi potete utilizzare lo zucchero bianco, quello di canna, le zollette di zucchero, fruttosio ed ovviamente il dolcificante o la saccarina per chi li usa.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Passiamo ai dolci. Con il the sono i protagonisti di questo “momento”.  Se vogliamo stare sul classico ovviamente dovremo puntare sui biscotti, meglio se di pasta frolla e meglio se preparati da voi. Io mi sono dilettata a preparare quelli a forma di bustina da the oppure a forma di cuore. Una parte li ho glassati con del cioccolato, un’altra l’ho usata per decorare le tazze come nelle foto.

Se volete sapere come farli cliccate qui.

Potete fare anche quelli con effetto vetro di cui ho già pubblicato la ricetta ma che potete ritrovare qui.

Poi potete osare con dei Cupcakes, della marmellata, delle torte. Ovviamente se riuscirete a farle in casa saranno sicuramente piu’ gradite. Altrimenti una pasticceria puo’ sempre venire in vostro soccorso 😉

Io adoro particolarmente le torte multistrato, sono belle, buone e scenografiche.

Ve ne posto un paio di esempi. Prossimamente pubblichero’ anche qualche ricetta.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Passiamo alla presentazione. Usate una bella tovaglia in cotone ed un bel servizio da the. Io in casa ho tutto in porcellana bianca, molto moderna,  ma in questo caso sono dell’opinione che sia meglio eccedere ed essere leziosi. Quindi vanno bene le alzatine, sia in vetro che in porcellana, un bel tovagliato, ed ovviamente un bel servizio da the. Decorate la vostra tavola, se potete, anche con un bel vaso di fiori. Devono essere allegri, colorati. Io ci vedo molto bene i garofani 🙂

Vi posto qualche foto che ho trovato per darvi qualche idea:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The Wedding Eve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

new-hi-tea

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credit Julia M Pusher

Colorful-Vintage-Bridal-Shower-01_large

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoEva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Donut (ciambelle)

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoPer chi non fosse andato all’estero gli sarà sicuramente capitato di assaggiarle in un fast food. Si tratta dei Donuts o, in italiano, ciambelle. Peraltro sono diverse da quelle italiane, la pasta è piu’ pesante e compatta ma anche leggera. E sopra sono decorate con vari gusti…

Vale la pena di provare a farli 🙂

Intanto vi posto la ricetta:

2 bustine di lievito secco attivo
1/4 di tazza di acqua calda (105-115 gradi)
1 tazza e mezzo tazze di latte tiepido
1/2 tazza di zucchero bianco
1 cucchiaino di sale
2 uova
5 tazze di farina
olio vegetale per friggere
1/3 di tazza di burro
2 tazze di zucchero a velo
1 cucchiaino e mezzo di vaniglia
4 cucchiai di acqua calda o secondo necessità

Cospargete il lievito sopra l’acqua calda e lasciate riposare per 5 minuti, o fino a che diventa spumoso.
In una grande ciotola mescolate insieme il composto di lievito con il latte, lo zucchero, il sale, le uova, la margarina, e 2 tazze di farina. Mescolate per qualche minuto a bassa velocità con il mixer oppure con un cucchiaio di legno. Aggiungete al composto, sempre mescolando, mezza tazza di farina per volta fino a quando l’impasto non si attacca più alla ciotola. Impastate ancora per circa 5 minuti o fino a quando l’impasto diventa liscio ed elastico. Mettete l’impasto in una ciotola unta e coprite. Sistematela in un luogo tiepido a lievitare fino al doppio. L’impasto è pronto quando, toccandolo, rimane il buco.
Girate la pasta su una superficie infarinata, e delicatamente stendetela fino a 1 cm di spessore. Tagliate con un cutter da ciambella infarinato le varie forme. Oppure usate due tagliapasta rotondi, uno piu’ grande per tagliare la ciambella ed un piu’ piccolo per il buco. Lasciate le ciambelle a riposo, coperte con un panno, finchè non crescono fino al doppio.
Fondete il burro in una casseruola a fuoco medio. Inserite e mescolate lo zucchero a velo e la vaniglia fino che il composto non risulti liscio. Togliete dal fuoco, e mescolate in acqua calda un cucchiaio alla volta fino a quando la glassa è un po ‘sottile, ma non acquosa. Mettete quindi da parte.
Scaldate l’olio in una padella grande e pesante oppure usate la figgitrice. Fate scorrere le ciambelle nell’olio caldo con una spatola larga. Girate ciambelle man mano che salgono in superficie. Friggete le ciambelle su entrambi i lati fino a doratura. Toglietele dall’olio caldo e scolarlee su una gratella o su carta assorbemnte. Immergete le ciambelle nella glassa ancora calde e sistemarle sulle griglie per drenarne l’eccesso. Ovviamente mettete una foglio di carta stagnola sotto la griglia per facilitarne la pulitura.

Buon divertimento!

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Feste a tema: party spagnolo

img_3415La Spagna, non c’è dubbio, è una nazione calda e allegra. Io quando posso ci vado perchè amo le sue città, la cucina, la gente… Pertanto perchè non pensare di organizzare un party a tema spagnolo??

Vediamo quindi come fare. Innanzitutto dobbiamo decidere se fare una cena al tavolo o un buffet. In entrambi i casi dobbiamo puntare sui cibi e sull’atmosfera.

Quindi partiamo dal menu.

Senza alcun dubbio dobbiamo buttarci sulle tapas poi eventualmente (anzi in realtà sarebbe auspicabile) su una paella!!. Quando, a suo tempo, organizzai la mia di festa “spagnola” ebbi non poche difficoltà a trovare le ricette per le tapas ma poi ci riuscii e fu’ un successo.

L’importante è saper organizzare le tempistiche per non dover spadellare durante la sera quando ci sono gli ospiti.

pinchos_tapas_banezaPer chi non lo sapesse le tapas sono un’ampia varietà di preparazioni alimentari tipiche della cucina spagnola che vengono consumate come aperitivi o antipasti. Vediamo quindi quali si possono preparare:

  • Olive (aceitunas)
  • Almendras fritas: mandorle fritte e salate
  • tortilla de patata
  • polpette (albondigas)
  • aioli, salsa a base di aglio e olio d’oliva dal sapore forte e servita sul pane come antipasto o aperitivo
  • bacalao, merluzzo saltato servito molto lentamente e generalmente con pane e pomodori
  • boquerones, acciughe bianche servite sotto aceto (en vinagre) o fritte (fritos)
  • calamares fritos, calamares a la romana o rabas, anelli di calamaro fritti
  • pinchos (o pintxos in basco), stuzzichini realizzati con vari ingredienti, infilzati con uno stuzzicadente e collocati su una fetta di pane
  • patatas bravas, patatas a la brava o papas bravas, patate fritte accompagnate da una salsa piccante a base di pomodoro e cayenna
  • insalata russa (ensalada rusa o ensaladilla)
  • carne mechada, carne cucinata a fuoco lento, tenera come una bistecca.
  • chopitos o puntillitas, piccoli calamari fritti
  • polipo alla galinziana (pulpo a la gallega in spagnolo, polbo á feira o pulpo á feira in galinziano), polipo bollito e condito con olio d’oliva, sale e paprica.
  • crocchette (croquetas) di patate con pollo o prosciutto

Vediamo nel dettaglio alcune ricette quindi:

OLIVE: prendete in gastronomia quelle ripiene con del peperone, andranno bene.

ALMENDRAS FRITAS(2)ALMENDRAS FRITAS: è un piatto estremamente facile. Prendete delle mandorle spellate e fatele saltare per qualche minuto in padella con un po’ di olio di oliva. State attenti che non si brucino pero’. Poi con l’aiuto della carta assorbente tamponate l’eccesso di olio e quindi salatele.

–  PINCHOS: si tratta di fette di pane con sopra  uno o più ingredienti (i più diffusi sono prosciutto, formaggio, pesce, olive, tortilla de patatas, peperoni, ) e fermati con uno stuzzicadente. Qui potete spaziare tranquillamente con la fantasia.

309593774orio_restaurante_pintxos_gastronomia_vasca

6a013487d45991970c014e8756dfbb970d-800wiCHOPITOS: si tratta di piccoli calamari fritti.

ingredienti: ½ kg di calamari, 150 gr farina, 2 uova, 1 bicchiere di vino bianco, 1 cucchiaino di lievito in polvere

Preparazione: pulite  i calamari e tagliateli ad anelli. Metteteli in una ciotola, irrorareticon succo di limone e un poco di olio d’oliva. Lasciateli macerare per ½ ora. Battete a neve gli albumi. Incorporate delicatamente la farina mista con il lievito. Aggiungete i tuorli, il vino bianco. Mescolare. Lasciar riposare un ora. Passate gli anelli nella pastella. Friggete in olio profondo.

green-aioli-su-1027051-lSALSA AIOLI: la potete usare per condire le fette di pane e viene usata anche nella preparazione delle patate bravas

Ingredienti: 2/3 spicchi d’aglio, sale, 1 tuorlo d’uovo, l’olio d’oliva, un po ‘di succo di limone o aceto.

Preparazione: Sbucciate l’aglio e tagliatelo a pezzettini. Pestate quindi  l’aglio appena tagliato e un pizzico di sale con un mortaio fino a che non sarà omogeneo. (Aggiungete il tuorlo d’uovo e una spruzzata di limone/aceto se si preferisce questa versione). Aggiungete l’olio d’oliva in piccole dosi e girate sempre con continuità fino a che la salsa non verrà montata.

albondigas

ALBONDIGAS

Ingredienti: 300g carne di manzo macinato , 1 uovo , mollica di pane raffermo q.b. , 1 spicchio aglio, 1 mazzetto di prezzemolo , pangrattato q.b. , farina , paprika, sale,  1 cipolla, polpa di pomodoro, olio evo

Preparazione: in una terrina di vetro mescolate la carne con il pane (messo prima in ammollo nel latte e strizzato), l’uovo, il prezzemolo tritato insieme all’aglio tritato, la paprika, il sale. Se l’impasto risultasse troppo morbido aggiungete qualche manciata di pangrattato fino a ottenere un composto abbastanza denso per  poterne ricavare delle polpette. Formate delle polpette e passatele nella farina versata in un piatto. Scaldate l’olio e friggete le polpette, poche per volta, finché non saranno dorate. Scolatele su carta da cucina. Per il sughetto: tritate finemente la cipolla, farla rinvenire a fuoco basso con un filo di olio d’oliva finché non diventa morbida, aggiungete poi la polpa di pomodoro, il sale e pepe e lasciate cuocere a fuoco basso finché la salsa non si addensa. Infine, aggiungete le polpette nella padella con la salsa, mescolate e fatele scaldare per qualche minuto prima di servirle. Potete tranquillamente preparale prima e scaldare poco prima di servirle. Attenzione perchè l’aglio si sente parecchio 😉

CROQUETAS

Ingredienti:  200 gr di prosciutto crudo, 6 cucchiai di olio d’oliva (o burro), 3 cucchiai di farina, 2 bicchieri di latte, mezza cipolla, sale, un uovo, pan grattato, olio per friggere.

Preparazione:  soffriggete la cipolla o fuoco medio e ritiratela quando prende colore. Nello stesso olio tostate la farina. Aggiungete il prosciutto e quando si saranno ben integrati aggiungete il latte e girate lentamente e con una certa continuità. Mettete  poco sale perché già il prosciutto rilascia il suo sale. Bisogna aspettare che la besciamella si condensi come se fosse una pasta, dopodiché si può stenderla fuori dalla pentola per farla raffreddare. Quando sarà abbastanza fredda si possono modellate le crocchette; impanatele con uovo e pangrattato quindi potete friggerle.

Plato_de_patatas_bravas– PATATAS  BRAVAS

Ingredienti: patate, olio, paprika, maionese, aglio, limone

Preparazione: pelate le patate, lavatele bene ed asciugatele bene. In una padella mettete olio e paprika abbondante (l’olio deve diventare rossiccio). Cucinate le patate aggiuntando il sale: la ricetta originale prevede che vengano fritte, in ogni caso è fondamentale la crosticina. Intanto preparate la salsa: prendete 4 spicchi d’aglio e tritateli finemente, aggiungete il succo di limone di 1/2 limone e 250gr di maionese (viene tantissima salsa che poi potete conservare). Con un cucchiaio versare la salsa sulle patate creando dei disegni geometrici.

TORTILLA DI PATATE

Ingredienti:  6 uova, 500g di patate, 100gr di parmigiano grattugiato, un ciuffo di prezzemolo,  una spolverata di noce moscata, 4-5 cucchiai di olio di oliva, sale, pepe.

Preparazione: sbucciate le patate  tagliandole a fette dello spessore di circa 1 cm . Intanto mettete sul fuoco una casseruola con dell’acqua salata, quando l’acqua IMG_3541bolle versateci all’interno le patate  così tagliate e lasciatele cuocere per una  decina di minuti. State attenti che le patate non si rompano o frantumino durante la cottura. Quindi scolatele e lasciate raffreddare. Intanto in una ciotola capiente sbattete le uova, aggiungete il parmigiano, la noce moscata, il prezzemolo tritato , aggiustate di sale e di pepe, in ultimo aggiungete le patate ben scolate e intiepidite. Mescolate il tutto. Fate scaldare l’olio in una padella che abbia un diametro di circa 24-26 cm, una volta che l’olio sarà caldo versate il composto, lasciate cuocere la frittata con le patate per 10-15 minuti a fuoco medio coprendola con un coperchio. Ondeggiate la padella  di tanto in tanto, quando la frittata si stacca dal fondo è pronta per essere girata, fate questa operazione cautamente aiutandovi con il coperchio. Fate cuocere per 10-15 minuti anche dall’altro lato, ma questa volta senza coperchio. Una volta che la frittata con le patate sarà cotta, servitela su un piatto da portata. La frittata con le patate sarà ottima mangiata sia calda che fredda.

IMG_1400_edited-1Infine prepariamo una paella. Ce ne sono di diversi tipi, io preferisco quella di pesce (de marisco) e vi propongo sotto la ricetta. E’ abbastanza complessa.

INGREDIENTI

Riso arborio 400 gr, Cozze 500 gr, Calamari 500 gr,  Pomodori passata 200 ml, Scampi 4, Gamberi gamberoni 8, 1 grossa cipolla, due spicchi d’aglio, 8 cucchiai di olio extravergine di oliva, 2 bustine di zafferano, 1 cucchiaio di paprika dolce, ½ cucchiaino di peperoncino in polvere, 1,2 litri di fumetto di pesce disidratato

PREPARAZIONE

Preparate il fumetto di pesce e tenetelo in caldo. Pulite gli scampi e apriteli con l’aiuto di un paio di forbici partendo dalla coda con un taglio che arrivi fino all’inizio della testa; fate dischiudere le cozze in una pentola  e copritele con un coperchio in modo che rilascino il loro liquido. Versate l’intera quantità di olio nella paella e scaldatelo a fuoco medio, aggiungete gli scampi e i gamberoni e fateli dorare un paio di minuti per lato; toglieteli con delle pinze e teneteli al caldo su un piatto, tagliate grossolanamente la cipolla e gli spicchi di aglio e metteteli nel mixer , tritate finemente e fate imbiondire il trito nella paella per almeno 5 minuti a fuoco dolce, così che non bruci; aggiungete i calamari tagliati ad anelli e fateli cuocere per 5-10 minuti (il tempo varia a seconda della grandezza). Trascorso questo tempo, versate la passata di pomodoro e le spezie; mescolate con un cucchiaio  e lasciate sobbollire un paio di minuti. Intanto versate le cozze in un colino così da filtrare il liquido e tenetele da parte al caldo. Ora aggiungete il liquido: avrete pesato il liquido delle cozze, togliete dal totale del fumetto lo stesso peso del liquido delle cozze e sostituitelo con quest’ultimo in modo da ottenere sempre la stessa proporzione di liquido totale per la cottura del riso, ovvero 1,2l. Versate anche il fumetto di pesce  e portate il tutto a leggero bollore, assaggiate e regolate di sale se necessario, quindi  unitevi il riso spargendolo bene per tutto il tegame, aiutandovi eventualmente con il cucchiaio di legno; da ora in poi non dovrete più mescolare il riso, che dovrà cuocere per assorbimento del liquido. Mantenete il fuoco vivace per i primi 7-8 minuti, poi abbassate la fiamma e proseguite la cottura a fuoco medio per altri 10 minuti. A 5 minuti dalla fine cottura unite i gamberoni  e gli scampi , disponendoli già con gusto nel tegame. Non mescolate il riso. Quando il riso sarà cotto, unite anche le cozze  che avete fatto dischiudere in precedenza; a piacere potete tenerne qualcuna con il suo guscio da usare come decorazione. Lasciate riposare il riso un paio di minuti, così che con la sua umidità e il suo calore anche quello sulla base della paella si stacchi bene. Servite la paella nel suo tegame.

Infine pensiamo al dolce, ovviamente l’ideale sarebbe la crema catalana o anche i Churros serviti con cioccolata calda o infine la torta andalusa (vi posto sotto le ricette). Ma per il dolce vi consiglio di non essere troppo intransigenti e di buttarvi su quello che vi piace. In ogni caso per rimanere fedeli al tema vi posto tre ricette.

Crema-catalana-de-huevo2– CREMA CATALANA

Ingredienti: 120 gr. di zucchero 30 gr. di maizena 500 ml. di latte 1 gr. di limone scorza1 gr. di vaniglia baccello cannella 4 tuorli d’uovo

Preparazione: Sciogliete la maizena con un po’ di latte. Versate il latte avanzato in una casseruola e aggiungete metà dello zucchero. Aromatizzate il latte con un po’ di cannella in polvere. Aggiungete una stecca di vaniglia togliendo con un coltello le bacche dall’interno. Grattate la buccia di un limone nel latte e portatelo ad ebollizione. Aggiungete lo zucchero ai 4 tuorli d’uovo e lavorare bene con una frusta. Aggiungete la maizena sciolta al composto. Filtrate il latte aromatizzato e versatelo a filo ancora bollente nel composto di uova e zucchero, poi mettetelo sul fuoco in una casseruola e portate ad ebollizione fino a che non si ottiene una crema densa. Versate la crema in delle ciotoline apposite e far raffreddare in frigo. Spolverate con zucchero di canna. Caramellate lo zucchero con una fiamma da chef fino ad ottenere una crosta di zucchero caramellato.

foodanddrink_churros– CHURROS:

Ingredienti: 200 ml di acqua, 120g di burro, 135g di farina, un pizzico di sale, 2 uova intere, 100g di zucchero, olio di semi. Per cospargere: 1 cucchiaio di cannella in polvere. 3-4 cucchiai di zucchero.

Preparazione: accendete il fuoco e scaldate l’acqua, aggiungete lo zucchero e fatelo sciogliere, aggiungete iun pizzico di sale e unite il burro.  Una volta che il burro si sarà sciolto aggiungete la farina, rimestate continuamente il composto per fare in modo che non si formino grumi . Lasciate cuocere sul fornello fino a che sul fondo della pentola non si sarà formata una patina bianca . A quel punto spegnete il fuoco e lasciate intiepidire il composto all’interno della pentola stessa. Quando si sarà raffreddato trasferitelo in una planetaria dotata di gancio per impastare  e inserite le uova (che dovranno essere a temperatura ambiente) (9).Incorporate un uovo, fatelo assorbire all’impasto  e poi aggiungete l’altro. Quando avrete ottenuto una pasta lucida e morbida allora sarà pronta e potrete trasferire la massa in una sac-a-poche dotata di bocchetta a stella di media grandezza. In un pentolino dai bordi alti fate scaldare l’olio portandolo a una temperatura di 170 gradi circa. Quando l’olio sarà caldo formate con l’aiuto di una sac-a-poche spremete l’impasto direttamente nel pentolino così da formare dei bastoncini della lunghezza di 10 cm circa, tagliando l’estremità con la punta di un coltellino  intinto nell’olio (così l’impasto non rimarrà attaccato alla lama). Fate cuocere i churros 2-3 minuti rigirandoli per fare in modo che si dorino perfettamente . Una volta pronti scolateli e fate assorbire l’olio su un foglio di carta assorbente. Quindi preparate una ciotola unendo 3 o 4 cucchiai di zucchero e la cannella e ricoprite ogni churros. Ecco ora i vostri churros sono pronti per essere gustati, saranno ancora più buoni se mangiati tiepidi e serviti con cioccolata calda

– TORTA ANDALUSA:

Ingredienti:

Per la pasta: 1 tuorlo d’uovo, 60g di zucchero, 125g di burro, 2 cucchiai di acqua, 1 cucchiaino di arancia grattugiata; per la frutta cotta: 500g di mele, 75g di zucchero. Per la guarnizione: 2 arance, 3 cucchiai di albicocche, 1/2 di limone.

Preparazione: mescolate in una insalatiera il rosso di uovo, lo zucchero, la farina e il burro.  Lavorate a mano la pasta fino a che assuma un aspetto sabbioso. Aggiungete l’acqua e la buccia di arancia grattugiata, rendete la pasta omogenea e lasciatela riposare. Nel frattempo far cuocere le mele con lo zucchero fino ad ottenere un insieme compatto. Stendete la pasta in una teglia e mettere al forno per 10 minuti circa. A questo punto aggiungete la frutta cotta sulla pasta e rimettere al forno per 10/15 minuti, fino a che la pasta e la frutta siano dorate. Lasciate intiepidire, sbucciate le arance, tagliate in sottili dischetti e disporle sulla torta. Far bollire per qualche minuto la marmellata di albicocche con il succo di limone e l’acqua; quindi versare sulla torta.

Infine passiamo alle bevande. Non puo’ assolutamente mancare la sangria che vi consiglio di preparare, in grandi quantità perché avrà molto successo, qualche ora prima. Ecco la ricetta che in genere io seguo:

sangriaIngredienti: (dosi per 4 persone): 1 l. di vino rosso secco (tipo Cabernet, Merlot, Barbera, Chianti) , 40 ml. di rum, 40 g. di zucchero semolato, una stecca di cannella (mi raccomando non cannella macinata), una arancia, un limone, una mela, una pesca gialla, 4 chiodi di garofano

Preparazione: lavate e sbucciare la pesca e la mela, quindi tagliarne la polpa a cubetti e disporre quest’ultimi in una terrina; aggiungervi il rum, lo zucchero, mescolare bene fino a completo scioglimento di quest’ultimo e fare insaporire per un’ora. Lavate il limone e l’arancia, quindi sbucciate gli agrumi al vivo e tagliarli a fettine sottili. Versare il vino in una grande caraffa ed aggiungervi 4-5 fettine di arancia, 1-2 fettine di limone, la stecca di cannella e i chiodi di garofano; lasciate insaporire per un’ora. Trascorso questo tempo, eliminate le spezie e versare nella caraffa tutto il contenuto della terrina.Tenete la sangria in frigorifero per 3-4 ore, quindi servirla dopo aver messo nei bicchieri dei cubetti di ghiaccio.

Ora passiamo all’allestimento. Direi innanzitutto di puntare su colori caldi, quindi al bando i colori pastello piuttosto che il bianco. Nel caso teniate una cena al tavolo potete tenere il vostro tavolo di legno in bella vista magari usando delle tovagliette  all’americana(meglio se sono in raffia e quindi piu’ rustiche) e dei tovaglioli nei toni del rosso scuro, oppure un verdone o anche un color senape. Potete usare anche dei runners. I piatti non devono essere leziosi pertanto se non avete niente di rustico piuttosto usate quelli bianchi. Le terrine dove servirete le tapas dovrebbero essere di terracotta, in alternativa usate anche piatti di diversa fattura. Create un’ambiente conviviale! Al centro della tavola mettete molte candele e magari dei fiori tipo dei garofani nei toni del giallo e del rosso. Se amate le tovaglie potete usarne una sempre dai colori caldi abbinandoci sopra un runner magari arancione o rosso scuro.

Vi posto alcune foto:

mld106444_0311_a100813_garden_party_table_vert

Table setting once wed

sangria-and-tapas-party

Stessa cosa dicasi per il buffet. Andrebbe preparato seguendo le indicazioni di cui sopra ed ovviamente seguendo i suggerimenti riportati in questo articolo su come preparare un buffet.

Non fate mancare il Menu, meglio se scritto in Spagnolo (magari tra parentesi traducete in italiano il significato dei piatti e descrivetene una breve storia).

In casa non fate mancare molte candele che donano una calda atmosfera.

Buon divertimento!

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Strudel di Mele

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoSono anni che ormai frequento il Trentino Alto Adige… Amo molte delle sue specialità tra le quali i canederli o gli spatzle (in effetti impazzisco per questi ultimi). Il mio dolce preferito in assoluto pero’ è lo Strudel di Mele.

Vi posto una ricetta a dir poco eccezionale, e non scherzo. Provate a farla non ne sarete delusi, promesso!

INGREDIENTI per 2 Strudel:

  • 150 gr. burro
  • 100 gr. zucchero
  • 500 gr. farina
  • 1-1,5 Kg mele
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino raso di lievito in polvere
  • 1 pizzico di sale
  • 1-2 cucchiaini di cannella
  • Pinoli q.b.
  • Uva passa q.b.
  • Pane grattugiato (facoltativo)
  • Biscotti sbriciolati (facoltativo)
  • 1 rosso d’uovo o panna per dolci (liquida)
  • Zucchero a velo q.b.

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoMettere su un piano la farina e al centro mettere le uova, lo zucchero ed il burro tagliato a pezzetti. Amalgamare l’uovo, lo zucchero ed il burro, aggiungendo un pizzico di sale e per ultimo il lievito. Impastare il tutto con la farina. Se la pasta risulta un po’ dura, aggiungere olio d’oliva (circa 1 cucchiaino da caffè), quindi lasciare riposare il tutto a temperatura ambiente, meglio se vicino ad una fonte di calore, per circa 1 ora.

A parte tagliare in una terrina le mele sbucciate a pezzettini (le mele più adatte sono le “Renette” o le “Golden”), aggiungere uva passa, pinoli, pane grattugiato o meglio ancora biscotti secchi sbriciolati (vanno bene anche le briciole che si depositano nelle scatole dei biscotti), la cannella in polvere ed un cucchiaio di zucchero (va messo solo se le mele sono un po’ aspre).

Stendere con un mattarello su un canovaccio (per poterla arrotolare con più facilità) la pasta divisa a metà e riempirla con metà del composto stendendolo omogeneamente e lasciando un bordo di circa 2 cm. Arrotolare il tutto aiutandosi con il canovaccio e posare lo strudel su una teglia rivestita di carta da forno. Ripetere l’operazione con l’altra metà della pasta e del composto di mele.

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoAl termine spennellare la parte superiore dello strudel o con panna per dolci (liquida) o con il rosso d’uovo.

Preriscaldare il forno a 150°C, quindi cucinarli a questa temperatura per circa 30-35 minuti (il tempo è indicativo in quanto faccio ad occhio) quando la pasta prende un leggero color biscotto (non bruciato) lo strudel è pronto.

Al termine a freddo spolverare con zucchero a velo.

Buon Appetito!

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivetemi: info@theweddingeve.it

Segnaposto a forma di Cuore

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoAncora una volta Martha Stewart con le sue semplici idee ci ispira.

Questi segnaposto tridimensionali  sono facili da fare  quanto sono rinfrescanti da guardare; grazie alle loro semplice forma ed ai colori marini si sposano perfettamente con i temi estivi. A prima vista sembra che siano stati spazzati sul tavolo da una calda brezza estiva.

Seguendo le istruzioni riportate di seguito, farli sarà facilissimo. Innazittutto dovete dotarvi di una serie di cuori ritagliati nella carta colorata nei colori marini, un pennarello con inchiostro bianco brillante (perlato), forbici, colla.
Come realizzarli:
1. Tagliate una fessura sotto il fondo di ogni cuore fino al centro del cuore stesso.  Su un lato del cuore segnate il nome dell’ospite ed il tavolo, o solo il nome se li usate come segnaposto.

2. Collocare un lato della fessura sopra l’altro per creare un effetto di pop-up; quindi incollate.

3. Tagliare la “coda” di carta che avanza The WeddingEve - Wedding Planner Milanodietro il cuore.

I vostri segnaposto sono pronti. Potete utilizzare ovviamente anche altre combinazioni di colori… Rosa con pennarello nero, fuxia o verde scuro con pennarello bianco… L’importante è usare cuori di una diversa gamma di colori e sfumature.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Biscotti da the

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoPer accompagnare un tea time con gli ospiti si possono fare dei biscottini di pasta frolla decorati.

La pasta frolla è facilissima da lavorare e si presta bene alle decorazioni. Io le ho fatte davvero molto semplici, in modo che non mi occupassero molto tempo, ma al tempo stesso scenografiche. Vi spiego come prepararli.

Innanzitutto bisogna preparare la pasta frolla che va bene per ogni preparazione. Qui di seguito la ricetta:

INGREDIENTI PER CIRCA 1 CHILO DI PASTA

500 gr di farina, 200 gr di zucchero a velo, 4 tuorli, 250 gr di burro, la punta di un cucchiaio di essenza di vaniglia.

Preparazione:

Per preparare la pasta frolla mettete la farina, un pizzico di sale ed il burro appena tolto dal frigo, quindi ancora freddo, nel mixer. Frullate il tutto fino ad ottenere un composto dall’aspetto sabbioso e farinoso. Aggiungete lo zucchero .

Formate con il composto ottenuto la classica fontana nel cui centro verserete l’essenza di vaniglia e i tuorli. Amalgamate velocemente il tutto fino ad ottenere un impasto compatto ed abbastanza elastico.

Formate con l’impasto ottenuto una palla, avvolgetela con della pellicola trasparente e mettete il tutto a riposare il frigo per almeno mezz’ora. Passata la mezz’ora, la vostra pasta frolla sarà pronta per essere stesa ed utilizzata.

Ora vi illustro come preparare i biscotti:

BISCOTTI A FORMA DI BUSTINA DA THE:

Ingredienti: pasta frolla e glassa al cioccolato (io uso quella della cameo che è molto buona e soprattutto veloce da utilizzare. In alternativa potete usare il cioccolato fondente sciolto a bagnomaria).

Preparazione:
The WeddingEve - Wedding Planner MilanoCon l’aiuto di un mattarello stendere parte della pasta sfoglia su un piano infarinato. Raggiungete uno spesso di 7 mm circa.

Con l’aiuto di un righello pulito e di un coltellino tagliate dei rettangoli di circa 6 per 7 cm. Poi, sempre con il coltellino smussante gli angoli superiori per avere la forma della bustina da the.

Con l’aiuto di uno stuzzicadenti (usate quello da barbecue) praticate un foro in alto al centro del biscotto. In modo da avere un foro dove legare il filo della bustina.

Disporre i biscotti su una teglia con carta da forno ed infornarli per circa 10 minuti (devono essere dorati ma non non marroni) a 175 gradi.

Una volta sfornati lasciateli raffreddare sulla teglia. Aiutandovi con lo stuzzicadenti allargate il buchino che in fase di cottura potrebbe essersi ristretto.

Nel frattempo sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria o la busta di glassa al cioccolato della cameo seguendo le istruzioni sulla busta. Mettete il cioccolato fuso in una ciotolina e immergetevi i biscotti per un terzo. Poi disponeteli su un piano coperto da carta da forno fino a che il cioccolato non si sarà solidificato.

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoQuando finalmente i biscotti saranno pronti potete legare un’estremità di un filo (io ho usato quello da cucina) al biscotto. All’altra estremità potete giocare con la fantasia: un cuoricino di cartoncino, la targhettina delle bustine da the, o altro…

BISCOTTI A FORMA DI CUORE:

Dopo aver steso la pasta ad uno spessore di circa mezzo cm tagliate i biscotti con un tagliapasta a forma di cuore. Disponeteli su una teglia coperta con carta da forno e infornateli per circa 10 minuti a 175 gradi.

Fateli raffreddare e poi immergeteli per metà nella glassa al cioccolato. Poneteli su un foglio di carta da forno ben distanziati e fateli raffreddare.

BISCOTTI A FORMA DI CUORE DECORA TAZZA:

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoLo ammetto questa idea l’ho sbirciata nel sito di “Pepper Diva” dove la mia mentore Ornella D’Angelo pubblica le sue meraviglie.

Sono estremamente facili e di effetto. Come sopra stendere su un piano infarinato la pasta frolla fino ad uno spesso di circa mezzo cm. Ritagliate dei cuori con il tagliapasta a forma di cuore. Sul lato sinistro ritagliate un rettangolino in modo da avere una fessurina che vi permetta di inserire il biscotto nella tazza.

Preparate quindi una glassa reale seguendo il procedimento:

iniziate ponendo un albume in una ciotola insieme a qualche goccia di limone, affinchè gli albumi montino meglio , azionate le fruste e quando l’albume sarà ben montato versate nella ciotola poco alla volta lo zucchero a velo ben setacciato (150 gr). Continuate a lavorare la glassa con le fruste fino a che lo zucchero a velo sarà completamente amalgamato e otterrete una glassa omogenea e senza grumi.

Trasferite la glassa reale in una sac-à-poche e tagliate la punta ottenendo un foro molto fine e stretto che vi servirà per decorare i biscotti.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it

Organizzate il vostro matrimonio: le scadenze

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Parliamo delle tempistiche per organizzare il vostro giorno piu’ importante.

Se non volete avvalervi di un Wedding Planner ( che oltre a seguirvi nell’organizzazione di ogni singolo momento del vostro evento vi aiuterà a realizzare un matrimonio disegnato su di voi, sulla vostra personalità e le vostre esigenze) dovrete tener conto di molti aspetti dell’organizzazione in prima persona.

Qui di seguito voglio riassumervi lo scadenziario in modo che non siate impreparati (a breve postero’ anche l’agenda del matrimonio).

Prendete nota!

UN ANNO PRIMA:

Vale la pena iniziare a decidere data e luogo del matrimonio.  Se vi sposate in chiesa informatevi con il parroco delle modalità del corso di prematrimoniale. Da questo punto inizierà tutto il giro di documenti. Diversamente cominciate a contattare il Comune.

NOVE – DIECI MESI PRIMA:

Ormai dovreste aver deciso la data, pertanto informatevi sui documenti da presentare per le pubblicazioni di matrimonio.

Dovreste aver anche deciso quale è il luogo del ricevimento altrimenti muovetevi subito: i posti piu’ esclusivi sono prenotati molti mesi prima.

OTTO – NOVE MESI PRIMA:

Avete fissato data e luogo della cerimonia ed avete pensato alla location per il ricevimento  ed eventualmente alla ditta di Catering o Banqueting pertanto è giunto il momento di fare due conti: dovete aver ben presente il budget del matrimonio e valutare quante persone invitare nonché quanto destinare alle varie voci di spesa (ricevimento, abiti, partecipazioni, fiori, fotografo).

SETTE – OTTO MESI PRIMA:

Per quanto riguarda la cerimonia bisogna cominciare a farsi un’idea di come vorreste che si svolgesse pertanto dovreste decidere chi sono i testimoni, che tipo di allestimento floreale volete, il fotografo etc etc…

E’ il momento giusto anche per cercare l’abito da sposa.

Definite la lista degli invitati in modo da poter passare il numero  alla Location ed al Banqueting.

CINQUE – SEI MESI PRIMA:

Le cose piu’ importanti sono state decise pertanto potete dedicarvi alla scelta della Lista Nozze e potete prendere accordi con il fotografo ed il fiorista (che avrete scelto nel frattempo).

Scegliete le bomboniere.

Scegliete il tipografo, il tipo di partecipazione e scegliete la destinazione del viaggio di nozze.

 TRE – QUATTRO MESI PRIMA:

Verificate che tutto proceda senza intoppi (abiti, location, banqueting, fiori, partecipazioni, musica, fotografo, bomboniere etc etc) .

Controllate che i documenti del vostro viaggio di Nozze siano a posto in particolare il passaporto ed eventuali vaccinazioni richieste per le vostre mete.

DUE – TRE MESI PRIMA:

E’ ora di ordinare gli anelli.

Fate stampare le partecipazioni e distribuitele. A mano quelle delle persone che abitano nella vostra città mentre dovrete spedire quelle per gli ospiti lontani.

Pensate all’auto per la cerimonia e chi vi accompagnerà in chiesa.

Incontrate il fotografo per definire i dettagli del servizio.

Se non trascorrete la prima notte a casa provvedete a scegliere un hotel e prenotare una camera.

Prendete accordi con il fiorista riguardo l’allestimento del luogo del ricevimento e della chiesa.

Scegliete il truccatore ed il parrucchiere e concordate i dettagli.

UNO – DUE MESI PRIMA:

Definite con il ristorante o il Banqueting il menu per il ricevimento. Definite con la tipografia la stampa dei menu se questo servizio non è compreso tra quelli offerti dal ristoratore.

Concordate con il parroco le letture per la cerimonia e fate stampare dal tipografo i libretti per la chiesa.

Scegliete i regali per i testimoni ed i genitori.

Controllate che tutti i documenti necessari per il matrimonio siano a posto.

DUE – TRE SETTIMANE PRIMA:

Ritirate fedi e vestiti.

Chiedete agli invitati che non lo hanno ancora fatto conferma della loro partecipazione.

Chiudete in modo definitivo la lista degli invitati. Non fatevi scrupoli a chiamare tutti. Il Ristoratore chiederà un numero preciso di invitati da confermare che invariabilmente saranno anche quelli che pagherete.

Festeggiate il vostro addio al nubilato/celibato.

L’ultimo giorno prima del congedo matrimoniale (vi spettano 15 gg per legge) organizzate un piccolo rinfresco per i colleghi e cogliete l’occasione per distribuire un sacchettino con i confetti.

QUALCHE GIORNO PRIMA:

Ormai tutto dovrebbe essere stato organizzato e controllato. Quindi bando allo stress e pensate a voi stesse. Andate in una SpA o cercate di distrarvi con qualche attività a voi cara. Dovrete arrivare all’altare al massimo della tranquillità per potervi godere il momento del vostro matrimonio.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

Scrivimi: info@theweddingeve.it