Lavanda Country Chic

Lo scorso settembre ho organizzato un matrimonio nella favolosa cornice del Camp di Cent Pertigh, a Carate Brianza.

Gli sposi hanno scelto di celebrare il loro amore con una romantica cerimonia in giardino seguita dal ricevimento nel ristorante. La Lavanda è stata il tema del matrimonio insieme a particolari elementi grafici creati appositamente per gli sposi.

Matrimonio Lavanda Country Chic

Wedding Planner: The WeddingEve – Matrimoni & Eventi

Fotografia: Michele Dell’Utri Studio – Milano

Location: Camp di Cent Pertigh – Carate Brianza MI

Allestimenti floreali, scenografia e grafica: The WeddingEve – Matrimoni & Eventi

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Matrimonio su quel ramo del lago di Como…

Nella magica cornice del Castello di Rossino, il Castello dell’Innominato, pubblichiamo le foto del matrimonio tenutosi il 28 giugno 2014.

Il tema è I Promessi Sposi e più in particolare i luoghi manzoniani… Gli invitati hanno potuto trovare alcuni accenni al romanzo negli inviti, nei coni porta petali ed in alcune elementi grafici del matrimonio mentre ogni tavolo, legato ad un luogo del romanzo, riportava gli invitati nel passato, nelle atmosfere del romanzo senza dimenticare però che alcuni luoghi sono esistenti e visitabili ancora adesso.

I colori scelti dagli sposi, e che  richiamano il vestito della Sposa, sono il bianco, il verde ed il rosa antico.

Le atmosfere sono classiche, eleganti.

I colori dell’evento sono stati ripresi nelle decorazioni e nei fiori nonchè negli elementi grafici e decorativi del matrimonio progettati e curati  da Eva D’Angiola.

Matrimonio al Castello di Rossino . The WeddingEve

Wedding Planner e progetto dell’evento: The WeddingEve – Matrimoni & Eventi, Milano

Fotografie: Michele Dell’Utri Studio, Milano

Grafica: The WeddingEve – Matrimoni & Eventi, Milano

Scenografie floreali: Federico Vassilli – I Fiori di…. , Muggiò

Location: Castello di Rossino, Calolziocorte

Banqueting: Class Eventi – Lecco

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Segnaposto Autunnali ed Invernali

Siamo nel pieno della stagione dei matrimoni autunnali ed  invernali ed allora scoviamo qualche idea per segnaposto riconducibili a queste stagioni e scovate tra le meraviglie di Martha Stewart:

Queste escort cards sono davvero simpatiche e di facile realizzazione: bisogna armarsi di cartoncini dai colori autunnali e ritagliare delle sagome di diversi tipi di foglie, come in figura. Su ogni foglia verrà scritto il nome dell’invitato e dietro il numero del tavolo (in America si usa numerare i tavoli diversamente dall’Italia dove diamo dei nomi). Poi prendete una base di polistirolo abbastanza alta e ricopritela di muschio (potete usare quello finto per presepi). Infine infilate nella base diversi rami avendo avuto prima l’accortezza di applicare dei tagli, con l’aiuto di un coltellino affilato, nei vari rami in modo da creare delle fessure dove attaccare le foglie. L’effetto sarà quello di alberi autunnali che stanno perdendo le foglie.

In questo caso utilizzate del cartoncino azzurro ghiaccio da cui ritaglierete dei rettangoli… Strappate la parte superiore per dare l’effetto di una montagna ghiacciata e passateci sopra prima della colla stick e poi una spruzzata di polvere glitterata. I nomi saranno scritti con grafia elegante ed un pennarello argentato o bianco, dietro il numero del tavolo.

Infine disponete le cards, in ordine alfabetico, su una distesa di salgemma abbastanza alta da poter agevolmente sistemare le cards in modo che non cadano.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Guide per il matrimonio: perchè affidarsi ad un Wedding Planner

Era da un po’ che volevo scrivere questo post perché mentre all’estero è buona prassi affidarsi ad un Wedding Planner per organizzare il giorno piu’ bello in Italia invece è molto più difficile capire i vantaggi che si possono avere affidandosi ad un esperto del settore.

Partiamo innanzitutto dal fatto incontestabile che ognuno di noi può organizzarsi il proprio matrimonio da solo, Ovviamente non è una cosa impossibile ma è un qualcosa che non è facile da gestire, che può procurare molto stress e può anche far spendere molti soldi non preventivati.

Chi non si ricorda Jennifer Lopez nel film “Prima o poi mi sposo”? Molti pensano che rivolgersi ad un Wedding Planner sia un privilegio solo per persone molto benestanti perché credono, un po’ a torto, che i soldi investiti in questa figura professionale si possano impiegare meglio. In realtà se saprete rivolgervi ad un buon professionista non potrebbero essere soldi meglio spesi (io stessa sto organizzando al meglio un evento con un budget ridottissimo).

Vediamo nel dettaglio:

  • Ci vuole davvero molto tempo e molto lavoro per organizzarsi il matrimonio. Il Wedding Planner, oltre ad una preparazione professionale di base, ne ha organizzati decine e decine ed ovviamente con la pratica avviene anche la perfezione. Quindi sa a quali professionisti rivolgersi – non è sempre facile trovare fornitori affidabili – sa quali sono i prezzi migliori, come dovrebbe essere un contratto e sa come garantire ogni piccolo dettaglio prevenendo i problemi che gli sposi – essendo alla prima esperienza – potrebbero non conoscere.
  • la gestione del budget. E’ una delle cose più difficili da gestire nell’organizzazione di un matrimonio. Gli sposi non hanno idea di quali siano i costi e come gestire al meglio le risorse per ottenere il massimo risultato con il minimo dispendio. Un Wedding Planner sa quanto dovrebbe costare ogni cosa (il banqueting, i fiori, le stagionalità, gli addobbi in genere), dove meglio convogliare le vostre risorse e come gestire tutte le pratiche amministrative con i fornitori.
  • L’organizzazione del vostro matrimonio dovrebbe essere qualcosa di piacevole e non fonte di stress e preoccupazione. So che ogni sposa penserà: saro’ così brava da non cadere nella trappola ma non accade così. Vi verranno mille paure riguardo i professionisti scelti, i prodotti ed i servizi prenotati, i pagamenti fatti ed anche le condizioni meteo (per il quale il WP studia sempre un piano B adeguato).  E ci saranno talmente tante cose di cui tenere conto che questo sicuramente sarà fonte di preoccupazione perchè, soprattutto quel giorno, non riuscirete a tenere tutto sotto controllo senza per questo sacrificare la serenità che dovreste avere il giorno del vostro matrimonio. E’ un vero peccato spendere mesi e mesi nell’organizzazione di un evento che non sarete poi in grado di godervi appieno.
  • I fornitori. Non dovrete spendere ore nella ricerca dei fornitori cercando di capire di chi potete fidarvi. Un buon Wedding Planner dispone di una rete di fornitori che collaborano con lui (diversi professionisti per ogni tipologia di fornitura) la cui affidabilità è comprovata da anni di collaborazione.  Inoltre saprà consigliarvi il professionista a voi piu’ affine sia per lavoro che per caratteristiche. Alle mie spose lo dico sempre: bisogna non essere intimiditi da coloro che organizzeranno la vostra festa ed anzi è importante che ne siate entusiasti e che vi trasmettano piena fiducia. In ogni caso avrete sempre la massima libertà di scegliere i fornitori che più vi piacciono senza per forza dover scegliere tra quelli proposti dal  WP.
  • La ricerca del luogo del vostro ricevimento: cercare la location adatta per costi, spazi e scenografia puo’ essere molto difficile e stancante. Un buon Wedding Planner oltre a conoscere moltissime location dispone di un database completo con tutte le informazioni che possono essere utili per selezionare in modo mirato un numero circoscritto di luoghi da visitare. Ed inoltre la sua esperienza saprà consigliarvi in fatto di vantaggi e svantaggi di ogni luogo aiutandovi nella scelta migliore con il minimo dispendio di energie, soldi,  ed il massimo del divertimento. Visitare locations puo’ essere divertente ma alla lunga anche stressante perchè potrete concentrarne massimo 2 o 3 al giorno e le possibilità sono praticamente infinite.
  • Non dovete preoccuparvi di dover tener traccia delle scadenze. Il Wedding Planner si occuperà di tutte le pratiche burocratiche. Terrà conto di tutti gli anticipi versati e di quali saldi dovrete ancora versare e con quali tempistiche. Sembra semplice ma sarà una fonte di preoccupazione in meno per voi.
  • Pianificare un matrimonio richiede molto tempo , ancora di più se si fa tutto da soli. Avere un wedding planner è come avere un assistente personale, la cui unica responsabilità è fare in modo che tutto scorra liscio. Non vi toglierà l’entusiasmo dell’organizzazione ma sarà a vostra disposizione per ogni vostro bisogno, consiglio e condividerà con voi le fasi del matrimonio che vorrete condividere senza togliervi la voglia di sentirvi protagoniste.
  • Avete bisogno di aiuto per far divenire realtà la vostra visione ed i vostri desideri . Non importa se sapete esattamente quello che volete o avete una vaga idea: un wedding planner vi aiuta a definire il look, lo stile, l’umore e le emozioni che desiderate trasmettere. Conosce le ultime tendenze, i nuovi fornitori e l’industria legata al matrimonio in genere. Può consigliarvi su cosa funziona e cosa no e sa come calmare il vostro stato d’animo nonchè mettere ordine alle vostre idee dando le giuste priorità.

  • Può essere davvero molto stressante soddisfare le esigenze dei vostri amici e familiari soprattutto quando non conciliano con le vostre. La vostra famiglia potrebbe avere un’idea diversa dalla vostra su come dovrebbe essere il matrimonio… Molte spose hanno a che fare con una pletora di opinioni contrastanti di familiari ed amici su come dovrebbe svolgesi il matrimonio e potrebbe essere estremamente difficile accontentare tutti, per non parlare di quanto può essere logorante.  Un Wedding Planner  si occuperà  anche di gestire  le aspettative della vostra famiglia, mostrerà le opzioni disponibili e può essere chiamato per dare i consigli degli esperti in modo che possiate prendere una decisione informata senza sacrificare i vostri desideri.
  • Avete in programma il matrimonio in un luogo lontano rispetto a dove vivete?  E’ difficile organizzare i fornitori che non avete mai incontrato o immaginare uno spazio che non avete mai visto di persona. Un Wedding Planner, con esperienza nell’organizzazione di matrimoni all’estero, ha molti trucchi a disposizione per ottenere un lavoro fatto nel modo desiderato .
  • Potrete vivere in tutta serenità il giorno del matrimonio. L’unica fonte di stress sarà l’emozione nel vivere il giorno che avrete sempre desiderato sapendo che per tutta la giornata ci sarà qualcuno che, da dietro le quinte, controllerà che sia tutto a posto e che si assicurerà che ogni imprevisto sia risolto. Non avrete la preoccupazione che il fiorista sbagli i fiori o che il fotografo non si presenti. Così come non sarete il punto di riferimento del banqueting o di qualsiasi altro professionista che vi sottoporrà un problema dell’ultimo minuto proprio nel giorno in cui dovreste essere serene e godervi il tutto con un timing già pianificato.

In ultimo sottolineo l’importanza della scelta del Wedding Planner. Vi assicuro che è probabile che la sua parcella sia piu’ bassa di quella del fiorista ma avrà un ruolo importantissimo per voi e per l’organizzazione del vostro evento perché vi conoscerà e vi seguirà per tutta la durata della pianificazione  e diventerà in tutto e per tutto il vostro punto di riferimento. Non abbiate paura di fissare un primo appuntamento, che per la stragrande maggioranza dei casi è gratuito, e di conoscerlo. Solo dopo una chiacchierata potrete giudicare se esso vi è affine e se potrete affidarvi a lui. L’affinità in questo caso è la cosa più importante che dovrete valutare insieme alla professionalità e la passione che vi trasmette. Non dimenticate mai di firmare un contratto che vi tuteli. Anche in questo saprete riconoscere un vero professionista.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Questione di Tempo

Cosa accadrebbe se poteste rivivere ogni momento della vostra vita? Ve lo siete mai chiesti?

Adoro le commedie romantiche, quelle con una certa “verve”, che sono capaci di emozionare ma che sanno anche far sorridere.

Chi di voi non conosce film come Notting Hill, Quattro Matrimoni ed un funerale oppure Love Actually? Il comune denominatore e’ proprio il romanticismo misto ad una sottile comicità che ne fanno, per chi ama il genere, dei classici.

Dietro questi successi c’e’ Richard Curtis che ne è lo sceneggiatore e regista.

Proprio in questi giorni ho potuto vedere in anteprima il trailer del suo ultimo film: Questione di Tempo distribuito dalla Universal Pictures. La protagonista è Rachel McAdams. Forse la ricorderete per il ruolo dell’antipatica fashionista Regina in “Mean Girls”; io personalmente l’ho adorata in film come: “La memoria del cuore”, “Il buongiorno del mattino”, “Un’amore all’improvviso” (che vi consiglio assolutamente di vedere!).

Torniamo al film in uscita il 7 novembre nelle sale italiane. I temi sono diversi e coinvolgenti: ovviamente c’è la storia d’amore ma sono presenti anche forti valori come quello della famiglia, il rapporto intenso tra le persone, un matrimonio fuori dalle righe, il tutto avvolto dalla calda atmosfera british e dai meravigliosi paesaggi di una adorabile Cornovaglia shabby-chic.

Il protagonista, Tim, ha il dono di “viaggiare nel tempo” che gli permette di rivivere le situazioni più imbarazzanti, scomode o addirittura disastrose per “rifarle” in modo più appropriato. Tutto in una atmosfera frizzante e coinvolgente come solo Richard Curtis sa fare e che pone dei serissimi spunti di riflessione.

Questione di Tempo è una commedia che parla dell’amore e del potere dei viaggi temporali e che insegna che in fondo per vivere una vita piena e soddisfacente non c’è bisogno di viaggiare nel tempo ed aggiustare quello che pensiamo possa essere aggiustato.

Potete vedere il trailer qui sotto

Lo consiglio vivamente alle persone romantiche ma anche spiritose (perché non andarci con il proprio fidanzato o con le amiche?) e colgo l’occasione per invitarvi a riflettere sul tema: se poteste rivivere un momento, quale sarebbe? E cambiereste qualcosa?

Io sono una persona che in genere non si guarda mai indietro ma questo film mi ha dato lo spunto per guardare le situazioni dal loro lato migliore per poter poi guardare al passato pensando che tutto sommato non cambierei nulla, perché sono riuscita a vivere appieno ogni momento… Come farebbe qualunque sposa il giorno del suo matrimonio, no? 😉

E voi? Vi va di scrivermi quale tema rivivreste?

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Tableau de Mariage tema Farfalle

Tableau Farfalle - The WeddingEve Wedding Planner MilanoQuesto semplice Tableau l’ho realizzato qualche settimana fa’… Quello delle farfalle è un tema che va molto ed anche se andiamo verso l’autunno voglio condividerlo con voi. Ho altre idee in proposito e quando ne avrò l’occasione ne approfitterò.

In questo caso si tratta di sagome di farfalle appese ai rami di un albero, con il filo di nylon, da cui scendono dei nastri che sostengono i cartoncini con i nomi degli invitati.

Ogni farfalla – quindi devono essere di colore differente – rappresenta un tavolo.

Materiale:

  • cartoncini bianchi
  • nastri colorati
  • filo di ferro per  giardinaggio
  • filo di nylon trasparente
  • forbici
  • colla
  • nastro adesivo

Procedimento:

Scegliete delle immagini di farfalle che vi piacciono e stampatele, in doppia copia, sul cartoncino. Ogni sagoma deve essere grande come metà di un cartoncino A4.

Ritagliate le sagome e dietro ognuna (la copia tenetela da parte) incollate dietro, con l’aiuto del nastro adesivo, due pezzetti di filo di ferro per formare le antenne. A metà della sagoma (sempre nel retro) fissate un’estremità del nastro che deve essere lungo dai 70 cm al metro, dipende quanti invitati avrete per ogni tavolo. Infine fissate un filo di nylon trasparente che vi servirà per legare la farfalla all’albero.

Tableau Farfalle - The WeddingEve, Wedding Planner Milano

Su delle sagome di cartoncino circolari – o a forma di fiore come ho fatto io – scrivete i nomi dei vostri ospiti e fissateli con l’aiuto della colla sul nastro a distanza regolare gli uni dagli altri. L’ultimo cartoncino chiuderà il bordo finale del nastro.  Utilizzate altre sagome ed incollatele su quelle fissate sul nastro, in modo da nasconderlo. A questo punto incollate dietro la farfalla la seconda copia della sagoma che avete tenuto da parte in modo da nascondere il materiale fissato al cartoncino.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Il Wedding Web Site

In questi giorni una deliziosa coppia di futuri sposi di New York, per i quali sto organizzando il matrimonio in Italia, mi ha fatto vedere il sito che hanno creato per il loro matrimonio. L’ho trovato stupendo! Ovviamente c’è da chiarire che sono due grafici – pertanto sono sicuramente avvantaggiati – ma questo mi ha ispirato nello scrivere questo articolo perché il Wedding Web Site è uno strumento davvero utile per tutte le coppie di sposi.

Per quanto riguarda le partecipazioni sono molto tradizionalista e legata al galateo: a mio avviso è meglio non usare il web ma la classica consegna a mano ad eccezione degli invitati lontani a cui andrebbe spedito l’invito per posta.

Quindi dobbiamo capire a cosa serve il Wedding Web Site : principalmente  a dare dettagli sul matrimonio come il programma, gli orari, le locations, indicazioni sul dress code e magari anche sui regali di nozze. Questi siti possono poi raccogliere anche alcune citazioni degli sposi, i pensieri degli amici e parenti e soprattutto foto! Foto della coppia accompagnate magari a dettagli della loro storia per far sentire più partecipi gli invitati.

Come aprire un sito? Ci sono tantissimi modi se non ci si vuole rivolgere ad un professionista:

– innanzitutto ci sono moltissimi web site che propongono la costruzione (con il pagamento di un canone) di un facile sito web online

– i più avvezzi alla tecnologia possono acquistare un dominio e dotarsi di un programma di editing (io uso Magix, conveniente e molto duttile)

– ci sono anche siti, stranieri in questo caso, dedicati proprio agli sposi che vogliono creare il proprio sito:

http://imcreator.com/, http://weduary.com/, http://www.appycouple.com/http://www.ewedding.com/

– in ultimo, ma non meno utile o frequente, potete aprire un blog. Potete usare WordPress (come Appunti di Matrimonio.com) oppure con Blogger – di Google.

Il sito deve essere creato qualche mese prima del matrimonio e puo’ essere tenuto in vita fino a qualche mese dopo, magari per raccogliere le foto e i commenti dei vostri ospiti.

Sarebbe meglio che l’indirizzo del sito contenesse il nome degli sposi pero’  ci si puo’ anche divertire: magari puo’ contenere una citazione,  una frase che lega gli sposi oppure i soprannomi che vi date possono andare bene. Ricordatevi che è una cosa molto personale e vi deve rappresentare.

Che informazioni dare?    wedding website

Prima di tutto un programma della giornata, ovvero dove si terrà la cerimonia e l’orario. Poi dove seguirà il ricevimento. Il tema dell’evento: in questo caso potete indicare anche il dress code, ovvero l’abbigliamento che suggerite agli ospiti. Per esempio per un matrimonio in stile vintage piuttosto che campagnolo è bene che gli ospiti sappiano che tipo di vestiti indossare.

Un’altra sezione può ragguagliare gli ospiti su come raggiungere le varie locations con una mappa interattiva ma anche con indicazioni sui treni, i  vari mezzi di trasporto o un accenno ad un bus shuttle noleggiato per l’evento – e quindi il punto di ritrovo – e magari indicazioni su dove pernottare per gli ospiti che giungono da lontano.

Una parte del sito può essere dedicata alla lista nozze. E’ importante far capire agli ospiti che la loro presenza sarà il primo graditissimo regalo ma se vogliono possono generosamente contribuire alla vostra lista nozze (che ultimamente si concentra sempre di più sulla luna di miele). Personalmente penso che quando non ci si appoggia ad un’agenzia specializzata in viaggi  sia una buona idea quella di costruire il proprio viaggio sul sito, in modo da rendere gli ospiti partecipi, e poi in fondo dare le indicazioni su come possono contribuire (in genere con un bonifico). Potete descrivere le varie tappe del viaggio accompagnandole da foto e dettagli.

RSVP: il galateo vuole che gli ospiti diano risposta circa la loro presenza al ricevimento. Questo in genere avviene di persona o per telefono ma non mi dispiace la possibilità che possano farlo attraverso un apposito form che trovano sul vostro sito (magari indicando anche eventuali esigenze o intolleranze alimentari che il Catering dovrà conoscere).

La storia dei fidanzati: una sezione potete dedicarla a voi stessi. Chi siete, come vi siete conosciuti e come è nato e cresciuto il vostro amore. Potete usare immagini, testi di canzoni e tutto quello che vi lega.  Alcuni fotografi offrono ai fidanzati, qualche mese prima dell’evento, una mezza giornata di sessione fotografica da tenersi in un luogo pittoresco: un bosco, il mare, la campagna o il vostro luogo preferito. Le foto rappresenteranno la fase del fidanzamento e saranno belle da vedere ed arricchiranno il sito.

In ultimo potete dedicare una sezione alle FAQ: domande e risposte che secondo voi potrebbero interessare i vostri ospiti. Per esempio perché proprio in quella chiesetta o perché avete scelto quel tema per il ricevimento.

Per ora non mi viene in mente altro ma se avete suggerimenti per arricchire l’articolo sono bene accetti!

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Il libro degli ospiti fotografico

Oggi vi parlerò di questa bella usanza: “il Libro degli Ospiti”. Per chi non lo sapesse è un libro in cui gli ospiti scrivono dei pensieri agli sposi durante il giorno del matrimonio. Questo libro sarà conservato poi dagli sposi come ricordo della giornata.

Normalmente è un bel libro finemente rilegato, magari in tema con i colori del matrimonio, ed accompagnato da una bella penna. Si posiziona in un posto facilmente accessibile agli ospiti – una buona collocazione può essere non distante dalla confettata ed in ogni caso in un posto di passaggio – e con una scenografia che li invogli a lasciare un pensiero.

Ci sono pero’ molti modi per rendere divertente questa simpatica usanza.

Questa volta voglio parlarvi del GuestBook Fotografico:  si può collocare una polaroid accanto al libro dando indicazioni agli ospiti di fotografarsi e stampare la foto. Sarà molto divertente per gli ospiti giocare a fotografarsi, magari con pose divertenti, stampare ed attaccare la foto ed accompagnarla con una frase adeguata. Dite la verità, voi non vi prestereste a questo gioco?

Per esempio potete decorare il libro stesso con delle cornici disegnate ove possono essere collocate le foto appena scattate:

Oppure gli ospiti possono fotografarsi e scrivere il loro pensiero dietro la foto che verrà appesa insieme ad altre su un filo adeguatamene posizionato in modo che anche gli altri ospiti possano vederle:

Potete invogliare gli ospiti anche con un invito in cornice:

In questo caso si invitano gli sposi a rimpiazzare il cartoncino con il loro nome con una foto “sorridente”.

Potete provvedere anche fornendo degli oggetti simpatici come cappellini, occhiali, nasi o baffi finti. Creare un luogo, magari provvisto di una cornice vuota , che funge da set. Non dimenticate che gli ospiti durante i matrimoni hanno voglia di divertirsi, soprattutto i giovani, e questi sono ottimi spunti. Lo saranno anche per gli ospiti più  “grandi”.

Più avanti vi illusterò altri modi per presentare il vostro Libro Degli Ospiti.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Il galateo del matrimonio: i testimoni

wedding ringMolti futuri sposi sanno fin dall’inizio chi scegliere per il delicato compito del “testimone”. In genere si sceglie una persona particolarmente importante nella nostra vita come un fratello o una sorella, un cugino o il migliore amico.

Rifacendosi al galateo è bene sapere che i testimoni, in qualità di garanti della regolarità e dell’autenticità delle nozze, dovrebbero essere persone vicine ai due sposi; che ne condividano gli ideali ed i valori e che siano disposti a supportarli nel loro cammino di coppia. Più o meno il ruolo che è dato alla madrina o al padrino nei battesimi.

Questo ruolo non deve essere mai e poi mai un’imposizione ma un’onore ed un naturale passo nel rapporto di amicizia che si ha con gli sposi.

I testimoni sono almeno due, uno per la sposa ed uno per lo sposo. Possono arrivare a quattro o addirittura a sei se il celebrante non ha nulla in contrario.

Contattate i vostri testimoni con molto anticipo sulla data delle nozze. Devono avere il tempo di pensare e darvi una risposta in proposito. Bisogna tenere conto che essendo un ruolo molto importante comporta anche l’onere di un dono di un certo valore da fare agli sposi. Se sapete che la persona che vorreste vicino è in ristrettezze economiche è preferibile fare attenzione anche per non metterlo in imbarazzo. Al massimo potete essere chiari fin dall’inizio e dire che per voi il regalo più grande è la sua vicinanza nel giorno del matrimonio.

E’ probabile che ci siano persone che in virtù dei loro trascorsi si aspettino quasi “naturalmente” di venire scelti per questo ruolo. Se la vostra scelta, per diversi motivi, non cade su di loro siate franchi fin dall’inizio spiegando con la dovuta delicatezza la vostra preferenza.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Cake Toppers

Ho già parlato dei Cake Topper in un altro articolo. E’ una decorazione assolutamente da non sottovalutare perché può dare carattere alla torta e rinforzare il tema del ricevimento. Peraltro deve anche rappresentare appieno gli sposi. Ormai sono lontani i tempi delle statuine in plastica in cui si potevano scegliere al massimo le fattezze degli sposi. Ora si tratta di vere opere d’arte che si possono conservare a ricordo di un giorno importante.

Ho voluto un po’ navigare in rete per proporvi diverse soluzioni da cui trarre ispirazione:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Torta di Carote, Cioccolato e Mandorle

Torta Mandorle, Cioccolato e Carote

Adoro questa torta. E’ semplice e buona… L’ideale per la colazione accompagnata da un bicchiere di latte freddo o di tè.

Per la presenza delle carote è bene mangiarla entro tre giorni.
Ingredienti per 8 persone (nella foto ho fatto la mezza dose):

  • 125 gr. di burro
  • 5 carote medie
  • 4 uova
  • 100 gr. di zucchero
  • 200 gr. di farina
  • 100 gr. di mandorle tritate
  • 1 bustina di lievito
  • 100 gr. di cioccolato fondente
  • zucchero a velo

Preparazione:


Lavate, pulite e grattugiate le carote. Grattuggiate anche il cioccolato e mettetelo insieme alle carote.

Montate il burro a temperatura ambiente con lo zucchero fino a farlo diventare spumoso, aggiungete le uova una alla volta, la granella di mandorle, la farina setacciata, la bustina di lievito, il cioccolato grattugiato e le carote. Imburrate ed infarinate una teglia di alluminio a cerniera e riempitela con l’ impasto. Cuocete in forno (il mio é ventilato) già caldo a 180° per venti-venticinque minuti. Prima di sfornarla controllate la cottura inserendo uno  stuzzicadenti che dovrà uscire asciutto.
Servitela fredda e cosparsa di zucchero a velo.

P.s. : questa torta diventa più
buona il giorno dopo.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Cena con amici

DSC_0157

Ieri sera ho invitato una coppia di amici a cena… Doveva essere una semplice cena estiva ma estremamente delicata, curata e (per quanto possibile) veloce…

Adoro decorare la tavola puntando su un tema monocromatico. In questo caso ho voluto sfoggiare per la prima volta degli splendidi sottopiatti in madreperla che ho scovato in un negozio di New York… Pertanto tutto il tema della cena é stato caratterizzato da questo delicato colore perla:

DSC_0150

Ho abbinato i sottopiatti a dei piatti bianchi di porcellana finemente decorata, Villeroy & Boch, e posate in acciaio Sambonet. I bicchieri ovviamente in Cristallo ed il portatovagliolo, scovato un paio di anni fà da Zara Home, sempre in madreperla ad impreziosire un tovagliolo di lino bianco.

Non sottovalutate la madreperla come materiale. E’ estremamente versatile e potete abbinarlo facilmente ad altri colori.

Il menu è stato stampato su cartoncino bianco ed in cima era indicato il nome dell’ospite in modo da fungere anche da segnaposto.

DSC_0156

Il centrotavola è formato da due vasetti rettangolari in vetro su cui sono stati sistemati due mazzolini di Peonie bianche (5 peonie per mazzolino) tenute insieme da un nastro di raso bianco.  Due alti candelabri in cristallo a donare atmosfera alla tavola:

DSC_0146

Passiamo al menu:

Come aperitivo ho servito un vino francese aromatizzato alla Pesca accompagnato dai Wanton ai gamberi. Si possono comprare già fatti nei supermercati o nei ristoranti cinesi oppure comprarli da friggere. Sono estremamente facili, buoni e scenografici. Li ho accompagnati con una salsa agrodolce tailandese: deliziosa!

Dopo ci siamo spostati a tavola ed ho servito gli antipasti:

– Involtini di zucchine con mandorle e basilico (trovate qui la RICETTA)

– Zeppoline con alghe (si comprano già pronte solo da friggere, io le ho trovate alla METRO)

– fiori di pasta brisèe con patè di tonno (per la ricetta del patè seguite questa Ricetta)

– Salmone affumicato marinato e decorato con fettine di limone

Il piatto principale è stato un ottimo Astice alla Catalana. Non è un piatto da sottovalutare perché si può preparare la sera prima e lasciarlo riposare in frigo dove i sapori si amalgameranno meglio. In realtà questa è una specialità del mio fidanzato ma se superate la fase di pulizia degli astici il resto è davvero molto semplice.

Infine ho preparato delle cialde in cui poi ho servito i frutti di bosco e del gelato alla crema. Estremamente rinfrescante e rinfrancante dopo una cena di pesce. Questa ricetta l’ho sbirciata da un famoso Banqueting con cui collaboro che la usa con successo per concludere il pranzo di nozze prima della torta.

Ovviamente gli ospiti sono stati molto contenti. Perché è vero che la cucina è importante ma è altrettanto vero che la presentazione li fa’ sentire anche molto coccolati (ed i menu/segnaposto li hanno portati a casa come ricordo).

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

 

Biscotti al caramello ed anacardi

Cashew-Caramel Cookies

Questi biscotti sono BELLISSIMI. Sarà che adoro il caramello pero’ li trovo davvero fantastici. Peraltro combinano il gusto degli anacardi al caramello e lo trovo un contrasto molto interessante.

Vi riporto la ricetta.

Ingredienti:

  • 1 tazza e 2/3  di farina
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 2 tazze e 1/2 di anacardi tostati salati
  • 2 cucchiai e 1 cucchiaino di olio di semi
  • 8 cucchiai di burro ammorbidito
  • 3/4 di  tazza di zucchero di canna
  • 1/2 tazza di zucchero semolato
  • 1 uovo grande
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia puro
  • 24 cubetti di caramelle al caramello mou
  • 1/4 di tazza di panna

Preparazione:

Riscaldate il forno a 175 gradi. Setacciate la farina ed il sale. Tritate grossolanamente 1 tazza di anacardi e mettela da parte. Tritate finemente in un robot da cucina la restante tazza e mezza di anacardi. Quindi versate l’0lio e continuate a tritare finchè non ottente un composto cremoso, per circa due minuti.
Inserite la miscela di anacardi, burro e zucchero nella ciotola di un mixer elettrico dotato del collegamento della pala, mescolate a media velocità per qualche minuto. Inserite un uovo e la vaniglia  e continuate a mescolare. Riducete la velocità a bassa; aggiungete gradualmente la farina. Per ultimo aggiungete gli anacardi e mescolate in modo che si amalgamino bene al composto.
Create con la pasta dei biscotti delle palline grandi piu’ o meno come noci e disponetele separate su una teglia coperta da carta forno. Infornate per 6 minuti; appiattite quindi i biscotti delicatamente con una spatola. Cuocete fino a quando non risultano dorati, ovvero altri  6-7 minuti. Sfornate la teglia e lasciate raffreddare i biscotti.
Per preparare il caramello fate sciogliere in un pentolino a fuoco basso la panna con le caramelle mou. Mescolate di continuo. Lasciate quindi raffreddare e  dopo, con un cucchiaio, passate il caramello a filo sui biscotti in modo da creare un decoro come nella foto.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Le spose piu’ eleganti…

Vedo tantissime foto di spose. Non sono solo gli abiti a fare elegante una sposa, c’è anche un fascino, una delicatezza innata che contribuisce a rendere una sposa unica.

Io credo pero’ che l’abito debba adattarsi perfettamente al carattere della sposa, esaltare la sua bellezza ma anche la sua personalità. Deve farla sentire bella ed a suo agio: naturalmente elegante. Voglio proporvi delle spose che a mio avviso sono delle vere e proprie Icone:

Audrey Hepburn

Audrey Hepburn e Mel Ferrer 

Grace Kelly

Jacqueline Kennedy

Carolyn and John Jr

Carolyn e John Kennedy Jr

Wallis Simpson & Edoardo VI

Elizabeth Taylor e Conrad “Nicky” Hilton

The 30 most iconic wedding dresses

Charlene ed il Principe Alberto di Monaco

The 30 most iconic wedding dresses

Frank Sinatra & Mia Farrow

Kate Middleton

William d’Inghilterra e Kate Middleton

Concludo infine con l’abito di Gwen Stefany che io ho sempre considerato favoloso soprattutto perchè si adattava perfettamente a chi lo indossava.

Gwen Stefani

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Un regalo per testimoniare un affetto infinito…

Questa idea regalo per le damigelle o per i testimoni la trovo davvero graziosa.

Si tratta di un anellino d’oro con il simbolo dell’infinito che sta a significare l’infinito affetto o l’infinita amicizia che vi lega a chi lo regalate. Abbinato ad una scatolina personalizzata puo’ essere davvero un dono speciale per le vostre testimoni, o meglio, le vostre damigelle 🙂

Nella scatolina potete esplicitare il significato dell’anello.

In giro ho visto molti anelli con questo simbolo, in realtà nessuno carino come quello nella foto, che è americano. Secondo me vale la pena farselo realizzare da un orafo;  sembra abbastanza semplice.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Snickers Popcorn

snickers popcorn

credit: cookies & cups

Ho trovato in giro moltissime ricette per arricchire i pop corn. Io li adoro. Soprattutto quando vado all’estero cerco di assaggiarne di tutti i gusti…

Trovo davvero divertente poter pensare a diversi modi di condirli e credo che sia anche facile.

Potete prepararli per diversificare una serata davanti alla televisione o per ravvivare una festa. Oggi voglio postare la ricetta degli Snickers Popcorn. Chi non conosce questi snack al cioccolato?

Ingredienti:

  • due tazze di mais che andrete a far scoppiettare per diventare popcorn
  • 1 tazza di burro salato
  • 2 tazze di zucchero di canna
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1/2 tazza di sciroppo di mais
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1 tazza di arachidi salate
  • 30 barrettine – quelle piccole – di Snickers tritate grossolanamente o 10 di quelle normali
  • 80 grammi di cioccolato fuso semi dolce

Preparazione

Cominciate preriscaldando il forno a 100 °

Fate sciogliere in una casseruola del burro, poi aggiungete e bollite a fuoco medio, lo zucchero di canna, il sale e lo sciroppo di mais per 5 minuti.
Togliete la casseruola dal fuoco e mantecate con il  bicarbonato di sodio.
Versate  il composto sopra il  popcorn e mescolate per ricoprire uniformemente.
Trasferite i popcorn su una teglia coperta da carta da forno e cospargetela arachidi.  Mescolate fino a quando tutto è ricoperto in modo uniforme.
Trasferire popcorn nel forno e cuocete per 1 ora e 15 minuti, mescolando ogni 15 minuti.
Togliete la teglia dal forno e aggiungete gli Snickers tritati grossolanamente. Rimettete la teglia nel per altri 3 minuti fino a quando gli  Snickers cominciano a sciogliersi leggermente sui popcorn.
Togliete il tegame dal forno e trasferite i popcorn su un’altra teglia coperta di carta forno per raffreddare.
Se lo si desiderato potete cospargere i popcorn di cioccolato fuso.
Una volta raffreddati potete conservarli in un contenitore ermetico.

Prossimamente vi riportero’ altre gustose ricettine…

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Bomboniere con monogramma

Per chi ama personalizzare tutto è molto graziosa l’idea di decorare le proprie bomboniere, i portaconfetti e tutti gli accessori del matrimonio con il vostro monogramma. Peraltro puo’ risultare anche estremamente elegante. Per esempio alcuni portaconfetti:

Ruffly and Romantic

Cosa ne dite di questi coni portaconfetti? A me piacciono molto…

Poi abbiamo i biscotti confezionati singolarmente da offrire come dono agli ospiti:

E poi diverse scatoline rilegate con il vostro logo

Nonchè, ovviamente le partecipazioni

Cosa ne pensate di queste tortine singole come regalo per i vostri ospiti? Io le trovo molto originali

E ancora delle tortine nel buffet di dolci…

Ovviamente dovete curare l’estetica del vostro monogramma, creando un intreccio molto elegante delle vostre iniziali. Dovranno sposarsi bene anche i colori che devono essere abbinati a quelli della cerimonia. Vi posto qualche esempio:

Le possibilità sono infinite. Sta a voi metterci la fantasia e la creatività! Oppure potete rivolgervi ad un bravo grafico 🙂

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Segnaposto Champagne

Champagne Escort CardsQuesta idea di Martha Stewart mi è piaciuta davvero tanto.

Adoro la concezione di segnaposto americana, ovvero un piccolo dono che indica all’ospite il tavolo dove accomodarsi.

In questo caso si tratta di un flute di Champagne con una targhettina che riporta il nome dell’ospite ed il suo tavolo. Ovviamente sono da disporsi in ordine alfabetico in file parallele su un tavolo, alle porte della sala che ospiterà il ricevimento.

Carina l’idea cromatica dei cioccolatini a forma di cuore il cui colore si sposa perfettamente con quello dello Champagne.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Feste a tema: giropizza party

Sono di origini napoletane e pertanto non posso sottrarmi all’amore innato per la pizza. Per questo tra le tante feste a tema che ho organizzato non ho voluto privarmi di una festa che si ispirasse al giropizza.

E’ estremamente allegro come tema e non potrà non conquistare i vostri ospiti. Insomma a chi non piace la pizza?

Il segreto è rendere tutto estremamente informale e preparare diversi gusti di pizza per soddisfare tutti i palati e rendere la serata dinamica.

Non è il caso a mio avviso di fare un party in piedi o a buffet. Meglio raccogliere un giusto numero di ospiti, non piu’ di una dozzina, ed organizzare una grande tavolata.

La tavola dovrà essere allegra, partenopea. Io vi raccomando sempre di coordinare il tutto: piatti, bicchieri, tovaglioli. Non lasciate nulla al caso.

E’ meglio usare come centrotavola delle candele e magari qualche piccolo vasetto qua e là con un fiore.

I bicchieri grandi, da birra che ovviamente dovrete servire a volontà insieme a soft drinks.

Passiamo alle pizze: una volta che avete molta pasta della pizza pronta (potete prepararla due o tre ore prima della festa o comprarla in grandi quantità già preparata) potete cimentarvi in diverse preparazioni. Ovviamente si parte da una classica pizza margherita arricchita magari da mozzarella di bufala e basilico fresco. Poi puntate su diversi tipi di pizza che vi piacciono e possono piacere ai vostri ospiti. Posso dirvi cosa ho preparato per il mio party:

– focaccia con patate e pancetta (su una base di pasta della pizza si dispongono dadini di mozzarella e poi patate e pancetta saltate in precedenza in padella. Si inforna per circa 15/20 minuti a 200 gradi)

– focaccia con zucchine e emmental (su una base di pasta della pizza si dispongono rondelle di zucchine e cipolla passate prima in padella e dopo 10 minuti di cottura si cosparge con emmental grattuggiato che si finisce di cuocere in forno per 10 minuti)

– pizza con salsicce e friarielli (si tratta di due dischi di pasta della pizza con ripieno di cime di rape passate in padella, salsiccia a tocchettini saltate in padella ed infine quadrotti di scamorza)

– pizza con salame, pizza con tonno, pizza ai quattro formaggi

– focaccia di recco (questa non è facilissima da fare, ma postero’ la ricetta)

Le focacce possono essere preparate prima e riscaldate poco prima di servirle, mentre le pizze sarebbe bene cuocerle al momento (del resto non ci vuole piu’ di 15 min) ma potete anch’esse prepararle prima e poi scaldarle.

Per dolce potete scegliere qualcosa di napoletano, per esempio andate in pasticceria e comprate sfogliatine e babà, oppure se si tratta di mesi freddi potete provare a fare una pastiera.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Rote Grunze: gelatina di frutti rossi

Rote Grutze

Semplice e scenografico questo dessert fatto con i ribes freschi. Rote grütze in tedesco è gelatina di frutti rossi.

Qui di seguito il procedimento per prepararlo:

Ingredienti

  • sei tazze di ribes freschi, piu’ altri per la decorazione
  • 1 tazza ed 1/4 di zucchero
  • 1/4 di tazza di vino rosato
  • 1/4 di cucchiaino di sale
  • 2 cucchiai e 1  1/2 cucchiaini di amido di mais
  • Panna montata leggermente zuccherata, per il rabbocco

Preparazione

Portate ad ebollizione in una casseruola media ed a fuoco medio alto 3 tazze di  ribes, lo zucchero, il vino, e il sale . Abbassate la fiamma e lasciate cuocere fino a quando le bacche sono morbide, circa 1 minuto. Mettete il composto in frullatore fino ad ottenere una purea.  Versate attraverso un setaccio fine in una ciotola.

Rimettere la purea filtrata nel tegame e portare ad ebollizione. Aggiungete gli altri ribes e riportare ad ebollizione. Schiumare se necessario.

Miscelate l’amido di mais con 1/4 di tazza di  acqua fino a quando l’amido di mais  non si scioglie, poi aggiungetelo nella miscela di ribes e frullatela assieme.. Cuocete a fuoco alto, mescolando di tanto in tanto, fino a ebollizione, per circa 5 minuti. Lasciate raffreddare  per altri 5 minuti.

Dividete la miscela tra  6 piccoli bicchieri. Metteteli in frigorifero fino a quando rassodano, da un’ora e mezza fino ad otto ore. Decorate infine con un ciuffo di panna montata sulla parte superiore e servite con ribes freschi.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

L’arte del ricevere: il barbecue

Finalmente sta arrivando la bella stagione e questa giornata di sole mi ha fatto pensare ai numerosi barbecue che ho organizzato sulla mia terrazza.

Vediamo quindi come si puo’ allestire un barbecue per ricevere i nostri amici.

Ovviamente sarebbe il caso di disporre di un grande terrazzo o un giardino anche perchè la griglia deve essere disposta non vicino ai commensali per non disturbarli con il fumo: anche se ovviamente il profumo delle leccornie che cuocono è sicuramente molto apprezzato.

Organizzate innanzitutto una grande tavolata oppure se si tratta di molta gente  provvedete ad organizzare diversi tipi di tavolini o punti di appoggio dove i vostri ospiti possono accomodarsi per gustare i cibi e chiacchierare con gli altri avventori.

Anche se si tratta di fatto di una festa informale non lesinate nella cura dei particolari, per esempio utilizzate tovaglie allegre e colorate e non dimenticate dei centrotavola che possono essere fatti con fiori semplici, di campagna magari inseriti in vasetti trasparenti. Anche sui tavolini singoli.

mla102322_0906_party.jpg

mla97934_0806_pitch_plenty.jpg

Per i piatti vi consiglio di usare quelli semplici in ceramica bianca oppure potete puntare su piatti diversi di diversi servizi per creare una confusione elegante. In ultimo se non volete puntare sui piatti dei vostri servizi potete acquistare quelli di plastica. Ce ne sono davvero di molti tipi ma voi scegliete quelli di qualità. A questo punto coordinate il colore dei piatti con il resto della mise en place: tovaglia, tovaglioli, decorazioni.

Trovo davvero carine le posate presentate con questi nastrini fatti di pizzo, ma in carta:

kids_spring06_napkins.jpg

Anche i bicchieri possono essere allegramente ricoperti da carta colorata: questo permetterà ai vostri ospiti di riconoscere il proprio in caso di party in piedi.

mld104812_0709_origami2.jpg

Inoltre potete decorare gli spazi con lampadine colorate o con lanterne:

gt04julmsl_nightlights.jpg

In modo molto divertente le bibite possono essere tenute in fresco in un grosso contenitore di metallo con ghiaccio, cosa ne pensate:

mld103497_0708_bottleopnrs.jpg

mld102612_0707_buckets39.jpg

Passiamo finalmente al cibo: ovviamente in un barbecue non deve mancare cibo da fare alla griglia: quindi hamburger, spiedini, costine, bacon, verdure tagliate a fette (melanzane, zucchine, trevigiana, peperoni), pannocchie.

edf_jul06_side_grilled.jpg

Gli hamburger devono essere presentati nel panino al sesamo con ketchup, insalata, pomodoro. Meglio se accompagnati con patatine fritte, in alternativa preparate una gustosa insalata di patate.

Per accompagnare le pannocchie non deve mancare il burro salato così come per accompagnare la restante carne una deliziosa salsa barbecue: potete trovarla al supermercato oppure prepararla voi stessi. La ricetta non è affatto difficile:

  • 1 bottiglia (24 once) ketchup (circa 3 tazze)
  • 1 tazza di aceto di sidro
  • 1/2 tazza di melassa senza aggiunta di solfiti
  • 2 cucchiai di salsa Worcestershire
  • 1 tazza di acqua
  • 1 cucchiaio di paprika
  • 1 cucchiaio di cipolla in polvere
  • 1 cucchiaio di senape in polvere
  • 1 cucchiaino di aglio in polvere
  • 1/2 cucchiaino di pepe nero
  • 1/4 a 1/2 cucchiaino di pepe di Caienna

Unire tutti gli ingredienti in una casseruola media. Portate ad ebollizione, ridurre la fiamma e cuocete a fuoco lento fino a quando la salsa è addensata e ridotta di un terzo,  per circa 30 minuti. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente prima di utilizzare.

Ovviamente non fate mancare nemmeno ketchup, maionese e senape oltre ovviamente a olio d’oliva e aceto balsamico sulla vostra tavola.

mld103986_0708_decantings.jpg

Poi servite del pane gustoso a fette oppure meglio della focaccia tagliata a strisce, dei sottaceti, sott’olio, insalata mista. Se volete esagerare potete servire anche dei formaggi ma non sono necessari, piu’ che altro se avete degli ospiti vegetariani.

La frutta puo’ essere simpaticamente presentata in monoporzioni: anguria e melone scavato a palline si presta in modo molto allegro ad un barbecue

msl_jul06_gt_cups.jpg

Ma anche le ciliegie si prestano bene

cherries_sum99.jpg

Infine per dessert servite dei gelati e delle crostate di marmellata o di mele. Si accompagnano bene al vostro tema e saranno apprezzatissime dagli ospiti. Il sapore casalingo dei dolci non è mai fuori moda.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

I Love Pets

970439_141359406055285_141322662_nIo adoro i cani. Ne ho due e fanno a tutti gli effetti parte della mia famiglia.

Infatti, come forse molti, ho la foto di quello piu’ piccolo sul cellulare, come sfondo del desktop.

Oggi mi sono imbattuta in questa idea che trovo deliziosa per portare sempre con se qualcosa che ci ricordi  il nostro pelosetto.

Nasce da una collaborazione tra una un marchio di gioielli, I Cuori di Mia, e la Wedding Dog Sitter per eccellenza: Elisa Guidarelli.

Si tratta di un braccialetto in argento 925, assolutamente Made in Italy, con un ciondolo a forma di cuore che riproduce il profilo del cane ed il suo nome. Il profilo non è quello di un cane qualunque, ma proprio del nostro: infatti inviando una foto del profilo del nostro amico questi bravissimi gioiellieri riusciranno a riprodurre fedelmente la sua fisionomia.

Potete far confezionare anche le medagliette  in plexiglass da attaccare al collare.

954694_143499385841287_1964795986_n

969347_143142822543610_951615657_n

Non trovate che sia un’idea davvero originale?

La linea è I Love Pets – Special Edition Jewels by I Cuori di Mia & Wedding Dog Sitter.

Per maggiori informazioni potete contattarli tramite:

I Cuori di Mia e Wedding Dog Sitter

Oppure sulla loro pagina Facebook:

https://www.facebook.com/ILovePetsICuoriDiMiaWeddingDogSitter

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Crostata di ciliegie americana

Cherry CobblerChi mi conosce sa che ADORO le ciliegie. Davvero non ho limiti quando sono in stagione: passo al setaccio tutti i fruttivendoli e mi assicuro sempre le migliori quando non mi vengono portate da mia suocera che le raccoglie per me in Trentino.
Pertanto non stupitevi se postero’ tante ricette con le ciliegie…
Ingredienti:
4 tazze di farina
4 cucchiaini di lievito in polvere
1  cucchiaini e mezzo di sale grosso
1 tazza di zucchero
3/4 di tazza di  burro non salato molto freddo
2 tazze di panna fredda
1,5 kg ciliegie fresche, snocciolate,
4 cucchiaini di amido di mais
1 cucchiaino di estratto di vaniglia puro
Preparazione:
Preriscaldate il forno a 200 gradi. In una ciotola, unite la farina, il lievito, il sale e 1/2 tazza di zucchero. Utilizzando una grattugia con fori di grandi dimensioni  grattugiate il burro nella farina. Con una forchetta mescolate tutto insieme fino a quando non risulta cremoso. Su un piano di lavoro infarinato stendete la pasta fino ad uno spessore di circa 2 cm con un mattarello infarinato. Con un coltello ritagliate  8 – 12  quadrati di pasta.
In una ciotola unite le ciliegie, la restante 1/2 tazza di zucchero, l’amido di mais e la vaniglia. Dividete  la miscela tra quattro  stampini; ricoprite ogni ciotolina con  2 o 3 pezzi di pasta. Spennalate la superficie con la panna. Cuocete  le ciotoline su una teglia da forno  fino a quando i biscotti sono cerchiati d’oro, circa 40 a 45 minuti, ruotando la teglia a metà cottura. Lasciate raffreddare 15 minuti. Servite caldo o a temperatura ambiente.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Il galateo del matrimonio: le bomboniere

Le bomboniere sono il ringraziamento che viene dato a tutti coloro che, partecipando al matrimonio, hanno offerto un regalo o una vicinanza particolarmente sentita. Inoltre è un ricordo che rimarrà ai vostri ospiti in ricordo della vostra unione.

Tradizionalmente la bomboniera è di argento, porcellana di limogès o Capodimonte, vetro di Murano o in ultimo un oggettino di Swarovsky; negli ultimi anni  pero’si sono sviluppati parecchi oggetti che vanno benissimo purchè di buon gusto.

Oggi si tende a scegliere qualcosa che abbia anche una sua utilità tipo un posacenere o un portaoggetti, un segnalibro, portaritratti, fermacarte… Dal punto di vista del galateo evitate di fare due tipi di bomboniere, ovvero quelle per gli ospiti che considerate importanti e quelli che considerati meno importanti. L’unica distinzione si fa’ nei confronti dei testimoni ed al massimo nei confronti dei genitori degli sposi. Insomma potete eventualmente variare le forme ma dovete restare sullo stesso tipo di materiale.

In generale viene donata una bomboniera a famiglia ed una a testa per le coppie di fidanzati.

Cercate di essere previdenti e acquistare qualche bomboniera in piu’ che semmai potra’ rimanere a voi o ai vostri figli come un sentito ricordo.

Secondo il bon-ton le bomboniere andrebbero consegnate entro venti giorni dal matrimonio. Di norma noi le consegniamo alla fine del festeggiamento. In ogni caso non vanno mai consegnate prima.

A coloro che non sono potuti intervenire alle nozze le bomboniere andrebbero inviate entro dieci giorni o comunque non appena tornati dal viaggio di nozze.

Ricordatevi che nella confezione della bomboniera, che dovrà essere opportunamente decorata, dovranno esserci dei confetti ( per il matrimonio sono cinque ed in ogni caso in numero dispari) ed un bigliettino con i nomi degli Sposi e la data delle nozze.

Eva D’Angiola

Logo The WeddingEve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Cubetti di ghiaccio decorati

icecubes-flowers-0511mld107066.jpg Deliziosa questa idea. Sono sicura che per molti non è una novità ma la considero davvero carina per decorare bibite o semplicemente un bicchiere d’acqua durante una festa.

Per creare i cubetti bisogna seguire attentamente il procedimento.

Innanzitutto utilizzate dell’acqua che avrete precedentemente fatto bollire e poi raffreddare: questo limiterà le bolle d’aria e le impurità che possono rendere torbido il ghiaccio.

Dotarsi di vaschette per il ghiaccio abbastanza grandi. Riempirle con l’acqua per un quarto, quindi inserire i fiori a testa in giu’ e mettere nel freezer fino a quando non sono ghiacciati. Aggiungere ancora un quarto d’acqua e rimettere a congelare. Infine riempire la metà restante con l’acqua e ricongelare.

Utilizzate solo fiori commestibili come le orchidee, nasturzi, viole del pensiero, e le bocche di leone, che siano state coltivate per essere mangiate  (quindi verificate che non siano stati trattati con sostanze chimiche).

gt04janmsl_punchbowl03.jpg

Per realizzare invece le fettine di frutta congelate dotatevi di pirottini di carta ed inserite in ognuno fette di limone, lime o arancia sovrapposte. Riempiteli fino all’orlo d’acqua e quindi congelateli e serviteli con le bevande che desiderate aromatizzare ed abbellire.

Eva D’Angiola
logo the weddingeve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Vincenzo Monti Wedding

Ieri sera sono andata in Via Vincenzo Monti  a Milano dove si teneva la notte bianca per il Wedding. Vetrine allestite con motivi matrimoniali e tanti operatori del settore che presentavano le loro idee…

Di una in particolare mi sono innamorata, prealtro già adocchiata in Fiera a Castelbarco… Ne parlero’ dettagliatamente nei prossimi giorni. Per ora voglio postare qualche fotina fatta con il mio cellulare (mi rendo conto che la resa non è ottimale) di un paio di cosine che mi hanno colpito… Soprattutto la torta con le ciliegie 🙂 )

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Vincenzo Monti Wedding

Eva D’Angiola
logo the weddingeve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Chocolate-Swirl Gingerbread

Questa interessante torta combina il gusto del cioccolato con quello delle spezie. E’ davvero facile da fare… Se volete cimentatevi e ditemi come è venuta.

Ingredienti:

  • 1/2 tazza burro , oltre ad altro burro per la teglia
  • 1 tazza e 1/2 di farina per tutti gli usi
  • 1/2 tazza di zucchero di canna
  • 1 cucchiaino e mezzo di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • 1/4 di cucchiaino di sale
  • 1/8 di cucchiaino di pepe nero
  • 1/8 di cucchiaino di chiodi di garofano
  • 1/2 tazza di acqua
  • 1/2 tazza di melassa
  • 1 uovo grande, leggermente sbattuto
  • 60 grammi di cioccolato fondente, fuso e leggermente raffreddato

indicazioni

Preriscaldate il forno a 175 gradi. Imburrate una teglia quadrata per torte.

In una ciotola unite la farina, lo zucchero di canna, lo zenzero, il lievito, il sale, il pepe ed i  chiodi di garofano.
Fate sciogliere il burro a bagnomaria in una piccola casseruola a fuoco medio, versatelo poi nella ciotola con il  composto degli ingredienti secchi  e mescolate fino a quando non risulta liscio. Aggiungete la melassa e l’uovo e continuate a mescolare.
Versate metà dell’impasto nella teglia preparata. Con un cucchiaio irrorate la metà del cioccolato sopra la pastella. Versate il rimanente impasto sulla parte superiore ed infine irrorate il cioccolato restante sopra la pastella con un motivo decorativo.
Inserite la torta nel forno e fatela cuocere per circa 30 minuti, in ogni caso fino a quando uno stecchino inserito al centro della torta non esce pulito.

Eva D’Angiola
logo the weddingeve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

L’arte del ricevere: la merenda

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoIn genere la merenda è un momento deliziosamente collegato all’infanzia. Puo’ essere invece un momento da condividere anche con i nostri ospiti.

Ci sono diversi modi di organizzarla, potete essere piu’ formali oppure conviviali. In ogni caso vi raccomando di curare ogni aspetto.

Se volete essere formali potete elegantemente optare per degli inviti scritti, in questo caso pero’ dovete darli con almeno tre settimane di anticipo. Mi raccomando siate chiari indicando che si tratta di una “merenda” e magari anche dove (per esempio in giardino, terrazza, in casa o davanti al camino). Questo suggerirà ai vostri ospiti il dress code da adottare.

Intonare la decorazione al cibo è sempre una buona idea, soprattutto se il comune denominatore della nostra merenda è un colore in particolare. Per esempio se puntiamo sul rosa possiamo preparare delle fragole o dei frutti di bosco, dei frappè di frutti rossi o alla rosa, una charlotte di frutti di bosco. E poi ancora cupcakes decorati con creme rosa, biscotti, macaron e così via…

Questo ovviamente nel caso del rosa, ma potete puntare anche alla crema o al cioccolato e basare la vostra merenda sui due colori.

Bisogna pensare prima di tutto alla decorazione della tavola: tovaglie e tovaglioli, mazzetti di fiori. Poi ancora decorazioni che riprendano il colore ispiratore della nostra merenda. Se avete delle belle stoviglie potete anche scompagnarle creando l’effetto d’insieme di una bella collezione. In una merenda potete usare coppette e bicchierini di servizi differenti, decisamente piu’ simpatico che presentare tutto su dei piatti uguali. Le coppe di champagne sono ideali per servire una macedonia o delle mousse.

88038767_7182731226_03fa2e7622_c

Per una merenda non è  indispensabile sedersi intorno ad una tavola, puo’ andare bene anche il salotto o delle panchette in giardino che accoglieranno benissimo i vostri ospiti.  Dovete ovviamente assicurarvi che i cibi si possano consumare tranquillamente con una sola posata e disporre di un tavolino molto grande o diversi tipi di tavolini per fare in modo che ognuno possa avere un’adeguata base di appoggio sia per il cibo che andrete ad offrire sia per le bevande o i piattini.

Disponete il tutto su diversi vassoi che vi aiuteranno a trasportare le varie pietanze o bevande e le terranno anche ben distinte agli occhi degli ospiti. Ovviamente saranno indispensabili anche per sparecchiare.

I fiori creeranno la giusta atmosfera a patto di non sceglierli con profumi troppo intensi – questo vale anche in caso di altri pasti – per fare in modo che l’effluvio non interferisca con quello dei piatti.

Cosa potete preparare? La scelta in realtà è infinita: potete optare per dei tramezzini finemente farciti per accontentare chi ama il salato, poi potete preparare delle torte, pasticcini, biscotti di pasta frolla, frutta fresca tagliata, tartellette, ma anche sorbetti in estate. Le bevande ovviamente saranno dei succhi di frutta ma anche thè, caffè e cioccolata calda (in inverno). Il caffè potete comodamente prepararlo prima e conservarlo in un termos prima di servirlo versandolo in un’apposita caraffa. Lo stesso vale per l’acqua calda per preparare il the.

styled-wedding-beaux-arts-tea-time-monique-lhuillier-santa-barbara-chic-flowers-table-setting-24.original    Teatablecenterpiece

Io adoro preparare dei piccoli doni per gli ospiti. Nel caso di una merenda potrebbe essere interessante confezionare dei graziosi pacchetti con dei biscotti da the oppure delle confezioni con delle miscele particolari di the o caffè. Risulteranno molto graditi ai vostri ospiti purchè curate nella presentazione.

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Temi per il matrimonio: il rosa

Il rosa suggerisce romanticismo, non si puo’ negare. Anche se puo’ sembrarvi troppo lezioso opportunamente abbinato, magari al bordeaux, puo’ risultare elegante ma anche romantico.

Certo un colore di questo tipo si presta in diversi tipi di contesto. Io lo trovo perfetto per il castello ma non vedo in realtà limiti. Anche in un contesto moderno puo’ funzionare da contrasto.

Cominciamo ovviamente dalle partecipazioni, per esempio su www.etsy.com potete trovare delle cosine interessanti:

Questa l’ho trovata su www.lightinthebox.com

Ovviamente anche i vestiti da sposa possono risultare romantici e molto chic del resto il rosa è largamente usato per gli abiti:

tumblr_m62iyjh0611rxhc01o1_500

sareh-nouri-pink-wedding-dress-sprng-2013-sophie

pink-wedding-dresses-spring-2013-015

pink-wedding-dresses-3 Pink-Wedding-Dress-10230- alita-graham-pink-wedding-dress

Passiamo alle decorazioni. Io adoro le ghirlande che, opportunamente sistemate, possono valorizzare gli ambienti dell’evento

ms_pink_pompom_garland

il_fullxfull.386876477_qdqp (1)

MaineWeddingsAldaWhitePineHotPinkGarlandCatholicFloristsMidcoastcamdenBelfastRockportBonnieHarrisonPhotography

Anche i centrotavola devono essere abbinati al tema del matrimonio, cosa ne pensate di questi?

wft1

wd104284_win09_vases395l_xl

timthumb

pink-submerged-centerpiece

mws1981_travel09_mg_9584_bahamas_xl

mwa103587_wi08_tablev_xl

mwa_spr10_cherry5_xl

mwd103565_spr08_centerpiece_xl

mwd103584_spr08_ctrpiece_01_xl

leslie-randy-realwedding-0311-426_xl

Direi che questa tavola è “esagerata” nell’allestimento, ma al tempo stesso molto suggestiva

hot-pink-garden-wedding-decors-red-roses-and-diamond-garland-acrylic-crystal-beads-wedding-centerpiece-kirmizi-guller-ve-kristallerle-suslu-dugun-masalari-kir-ve-bahce-dugunleri courtney-jose-sum11mwds107200_1478_vert

a99938_spr03_mirror_xl

a101097_win05_palepink_xl

Trovo deliziosa questa tovaglia, sembra un morbido tappeto di rose…

16887_img_4326_edit_1343333656_224

Ora pensiamo alle torte

wedding_cake_round_pink_4390

Unique-pink-wedding-cake

pretty-pink-wedding-cake

pink-wedding-cake-15

pink ombre hearts cake

pink_bridal_shower_07

6a00e550f9283e88330120a94f1d2e970b-350wi (1)

Infine la confettata, che rispetta rigorosamente il vostro colore tema…

Pink-Buffet-1024x796

Pink-crystal-wedding

Eva D’Angiola
logo the weddingeve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

Peanut Butter-Chocolate Chip Oatmeal Cookies

Peanut Butter-Chocolate Chip Oatmeal Cookies

Questa ricetta è un po’ particolare, combina il gusto dell’avena a quella del burro di arachidi, delle arachidi salate e del cioccolato fondente. I biscotti si accompagnano benissimo con il latte freddo.

Ingredienti

  • 3 tazze di fiocchi d’avena
  • 1/3 di tazza di farina integrale
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • 1/2 cucchiaino di sale grosso
  • 1 tazza di zucchero di canna
  • 1 tazza di zucchero semolato
  • 1 tazza di burro non salato, ammorbidito
  • 1/2 tazza di burro di arachidi naturale
  • 2 uova grandi
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia puro
  • 2 tazze di arachidi salate intere
  • 2 tazze di goccie di cioccolato fondente

Preparazione

Preriscaldate il forno a 175  gradi. Mescolate insieme l’avena, la farina, il bicarbonato, il lievito ed il sale in una ciotola, mettetela poi da parte.
In un mixer inserite i due tipi di zucchero, il burro, il burro di arachidi. Mescolare a velocità media fino a che non diventa chiaro e spumoso, poi aggiungere e mescolate le uova e l’estratto di vaniglia.
Ridurre la velocità  ed aggiungete il composto di avena. Continuate a mescolare fino a che non risulta tutto ben amalgamato. Infine aggiungete e mescolate al composto le arachidi e le gocce di cioccolato.
Utilizzate un dosatore per gelato per formare delle palline con la pastella e lasciatele cadere su delle teglie rivestite di carta forno ben distanziate.
Cuocete i biscotti nel forno, girandoli a metà cottura, fino a doratura – circa 13/15 minuti. Sfornate le teglie e lasciate raffreddare i biscotti per 5 minuti, poi trasferiteli su una griglia e lasciateli raffreddare completamente.

I biscotti possono essere conservati in contenitori ermetici a temperatura ambiente fino a due giorni.

Eva D’Angiola
logo the weddingeve
The WeddingEve – Wedding Planner Milano
info@theweddingeve.it

L’arte del ricevere: apparecchiare la tavola

Preparare una bella tavola è un atto di attenzione verso i vostri ospiti inoltre contribuisce a creare un’accogliente atmosfera. Ma sapete come va apparecchiata secondo il galateo?

Ebbene per chi non lo sapesse o per chi avesse dubbi facciamo un piccolo ripasso.

Da un punto di vista formale la tovaglia deve essere stesa perfettamente ed il coperto deve essere disposto prima dell’arrivo degli ospiti. Nella disposizione degli elementi si parte dal centro ovvero prima di tutto si posiziona il sottopiatto; il tovagliolo puo’ essere posato sul sottopiatto in maniera semplice oppure a sinistra delle forchette.

Il coltello grande a destra del sottopiatto con la lama rivolta verso l’interno, il secondo coltello a destra del primo – sempre con la lama rivolta verso il piatto, la forchetta grande a sinistra e  la seconda forchetta a sinistra della prima.

Potete porre un’altra forchetta accanto alle altre due ed un cucchiaio dalla parte dei coltelli. Queste, insieme alle posate del dessert che vanno sopra il sottopiatto (la forchettina con l’impugnatura rivolta verso sinistra ed il coltello o il cucchiaio con l’impugnatura rivolta verso destra) sono il massimo che potete disporre a tavola.

Ricordatevi che la successione delle portate determina quella delle posate, ovvero si parte sempre dall’esterno.

Parliamo dei bicchieri: ormai rappresentano un vero e proprio elemento decorativo per la tavola. Una volta si usavano tutti i bicchieri, incluso quello dell’acqua, con lo stelo. Ora la moda è cambiata ed il bicchiere per l’acqua (tumbler) puo’ essere basso e decorato, in abbinamento con i colori del vostro evento. Si dispongono in diagonale, sulla destra, partendo dalla punta del coltello grande. Si parte prima dal bicchiere per l’acqua, poi il calice da vino bianco (a tulipano) ed il calice del vino rosso (panciuto e bombato). Si possono disporre in linea o in modo triangolare con il flûte che trova posizione fra i due calici di vino.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Come fare: centrotavola nuziale

candele

Per decorare la vostra tavola, sia per una cena con ospiti, o per il vostro matrimonio, non dovete per forza spendere molti soldi. La fantasia puo’ aiutarvi molto per creare qualcosa di originale ed economico.

Martha Stewart  in questo caso è ancora di ispirazione. Vale la pena riportare la procedura per la creazione di questi bellissimi centrotavola fatti con della carta decorata che avvolge dei portacandele quadrati in vetro. Questo tipo di portacandele potete trovarli tranquillamente all’IKEA, non sono nemmeno cari.

Stampate le clip art – sotto potete trovare i link – su carta ad alta grammatura (se la vostra stampante non gestisce questo formato, copiare la clip art su un disco o chiavetta, e portarlo ad una copisteria o negozio che si occupa di fare questo tipo di stampe).

Quindi, tagliate i modelli per le varie altezze dei candelabri quadri o vasi (per accorciare la carta tagliate via l’eccesso dal fondo dove si trova lo stelo). Avvolgete intorno candelabri, e fissate con nastro biadesivo.

Per rifinire i fondi avvolgete del nastro a grana grossa verde – potete utilizzare quello dei fioristi – attorno al candeliere, e fissate con nastro biadesivo.

Link per stampare le clipart:

CENTROTAVOLA ROSE

CENTROTAVOLA TULIPANI

CENTROTAVOLA RANUNCOLI

Buon lavoro.

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Cupcakes con cioccolato e marmellata

Sono appena tornata da New York in questi giorni, e non potevo non pubblicare una ricetta sui cupcakes. Questi sono ottimi e semplici da fare!! Sotto una crema al cioccolato si nasconde un ripieno di marmellata di lamponi… La fonte è Everyday Food, June 2009.

Ingredienti

  • 1 tazza di burro non salato, a temperatura ambiente
  • 1 tazza e 1/2  di farina
  • 1  cucchiaino e 1/2  di lievito in polvere
  • 1 cucchiaino di sale
  • 2/4 di tazza di zucchero semolato
  • 2 grandi uova, a temperatura ambiente
  • 1 cucchianino e 1/2  di estratto di vaniglia puro
  • 1/2 tazza più 2 cucchiai di latte intero
  • 1 tazza di zucchero a velo
  • 1/4 tazza di cacao amaro in polvere
  • 1/4 di tazza di marmellata di lamponi senza semi
  • 12 lamponi, per guarnire

Preparazione

Preriscaldate il forno a 175 gradi. Inserite nella  teglia 12 stampini per  muffin.

Unite la farina, il lievito, e 3/4 di un cucchiaino di sale. In una grande ciotola, utilizzando un miscelatore elettrico, sbattete lo zucchero semolato e 1/2 tazza di burro fino a che non diventa chiaro e spumoso. Aggiungete sbattendo le uova una alla volta ed infine  1 cucchiaino di vaniglia. Con il mixer a bassa velocità sbattete la farina alternandola con 1/2 tazza di latte.
Dividete la pastella tra i pirottini preparati. Infornate e cuocete fino a quando uno stuzzicadenti inserito nel centro di un cupcake esce pulito, circa 20 minuti. Lasciate raffreddare nella teglia 5 minuti. Trasferite in una rastrelliera per raffreddare completamente.

Nel frattempo, sbattete insieme lo zucchero a velo, il cacao, e 1/4 di cucchiaino di sale. In una grande ciotola, utilizzando un miscelatore elettrico, sbattete 1/2 tazza di burro fino a quando diventa chiaro e spumoso. Con il mixer a bassa velocità, aggiungete gradualmente la miscela di cacao. Gradualmente aggiungete 2 cucchiai di latte e 1/2 cucchiaino di vaniglia. Sbattete la glassa fino quando diventa chiara e spumoso, circa 30 secondi.

Utilizzando un coltello da cucina, tagliate un pezzettino da 2 cm di profondità dalla cima di ogni cupcake (non scartartatelo). Riempite ogni buco con 1 cucchiaino di marmellata e rimettete il pezzo ritagliato. Ricoprite la cima di ogni cupcake con la crema al cioccolato e con i lamponi.

Buon Appetito!

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Save the Date

Sono appena tornata da un meraviglioso viaggio a New York. Non nascondo di aver amato la città, la sua popolazione ma anche gli usi e costumi americani, soprattutto nel campo del matrimonio.

Ho avuto anche modo di conoscere di persona la deliziosa coppia di sposi americani per i quali sto organizzando il matrimonio in Italia e mi hanno aggiornato appunto sulle loro “usanze”.

Tra le varie cose mi ha incuriosito il “save the date”. Di fatto si usa, non appena si è decisa la data del matrimonio, di mandare una comunicazione scritta – che sembra una partecipazione ma non lo è – in cui si informano i futuri ospiti di tenersi “liberi” per una certa data. La partecipazione come di consueto verrà poi inviata due/tre mesi prima delle nozze con i vari dettagli.

E’ utile soprattutto nel caso in cui la cerimonia venga celebrata durante un “ponte” dove molti invitati potrebbero, inconsapevoli del matrimonio, prenotarsi un viaggio oppure nel caso dobbiate invitarli in un luogo lontano e debbano quindi organizzarsi per gli spostamenti.

Ovviamente la veste grafica deve essere attinente a quella del resto del ricevimento ma puo’ anche essere divertente e riprodurre in modo gogliardico le foto degli sposi.

Guardate cosa ho trovato in giro per la rete:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

 

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Idee per bomboniere: vino e liquori

Come ho già detto amo i regali che possono avere una funzione piu’ utile del semplice soprammobile; una buona bottiglia di vino o di vino liquoroso possono a mio avviso risultare davvero graditi ai vostri ospiti.

Potete tranquillamente personalizzarli con un vostro logo o addirittura la vostra immagine: ecco, magari in quest’ultimo caso serigrafata o comunque elaborata per essere discreta e magari romantica. In tal senso potete farvi aiutare da un buon grafico.

credits: donnamoderna.com

In Italia potete andare in un’azienda vinicola, oppure ci sono molte società che online provvedono a fornirvi delle bottiglie personalizzate secondo i vostri gusti. L’unico consiglio che mi sento di darvi è quello di provare comunque il prodotto prima di ordinarlo.

Di seguito qualche link:

http://www.maremmavignamia.com/bomboniere-di-vineo/

http://www.artevinum.it

http://www.agricolamatteoli.it/bottiglia-vino-bomboniera/

http://www.baccoteca.it/

http://www.winesurprise.it/bomboniere_4.html

Su questo sito potete trovare oggettistica relativa al vino:

http://www.lightinthebox.com/it/Offerte/Bomboniere_Vino_Matrimonio.html

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Wedding Cakes

Un posto sempre piu’ importante se lo sta ritagliando la torta nuziale, o come abbiamo recentemente imparato a chiamarla: la wedding cake.

La moda americana finalmente è arrivata anche in Italia da qualche anno, e finalmente anche noi possiamo sfoggiare con orgoglio torte multipiano finemente decorate. Non è ancora semplicissimo trovare pasticceri che si cimentino nell’esprimere al meglio tale arte. In ogni caso la migliore ispirazione si trova in America; sbirciando tra le pagine di Brides ne ho trovate di interessanti:

 

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Idee per bomboniere: le piantine

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoMolte volte la scelta di una bomboniera puo’ rappresentare davvero un problema. Gli invitati ci tengono molto a ricevere un “presente” a fine cerimonia ma il piu’ delle volte si ritrovano con un oggetto che altra funzione non ha che quella di essere riposta in un cassetto o al massimo in una vetrinetta insieme a tante altre bomboniere.

Personalmente amo chi sa distinguersi e soprattutto chi sa regalare qualcosa che puo’ certamente ricordare gli sposi ma che risulti anche utile a chi lo riceve.

In tal senso trovo davvero bella l’idea di regalare una piantina o dei bulbi agli invitati. Ovviamente è un regalo che deve essere previsto in un certo contesto, magari dei festeggiamenti in agriturismo o comunque in un’ambiente bucolico.

La presentazione in questo tipo di regalo è davvero importante. E’ essenziale scegliere un vaso che si armonizzi con i colori del vostro evento e che sia bello da vedere. Potete anche pensare di personalizzarlo con un vostro logo o le vostre iniziali…

Per quanto riguarda le piante: sarebbe meglio scegliere qualcosa che duri nel tempo e che non sia stagionale. Potrà essere bello per gli ospiti curare il vostro dono negli anni e ricordarsi di voi e del vostro evento…

Il vaso potete farlo personalizzare da un produttore di ceramiche mentre per la pianta vi potete servire dai numerosi garden che ormai si trovano facilmente in giro. Vi sapranno consigliare circa la pianta migliore da regalare.

Nel caso di bulbi potete optare per una confezione come quelle sotto riportate. Sarà bello per i vostri ospiti poter vedere nella stagione giusta fiorire le vostre piante e ricordarsi di voi e del vostro amore.

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Il rito del matrimonio: cerimonia fittizia o il rito civile in locations?

In questo periodo sto organizzando due matrimoni che hanno come tema comune la cerimonia da svolgersi in location. La differenza è che una coppia celebrerà la cerimonia fittizia mentre l’altra celebrerà il rito civile legalmente riconosciuto in loco.

Quali sono le differenze?

Innanzitutto c’è da chiarire che in Italia non si possono fare le romantiche cerimonie all’americana se non in alcuni luoghi deputati a tale scopo. La tendenza vuole che sempre piu’ coppie vogliano celebrare il solo rito civile ed i comuni si stanno adeguando attrezzando ville o luoghi suggestivi per la sola cerimonia, cio’ non contempla pero’ le spiagge.

Chi cerca invece una location dove poter celebrare il rito legalmente riconosciuto seguito dai festeggiamenti in loco si deve appoggiare alle pochissime strutture che hanno avuto il permesso, con tanto di delibera comunale, di celebrare il rito civile. Ovviamente in questo caso uscirà il sindaco o un suo delegato per celebrare la cerimonia che in genere circa un quarto d’ora ma  che a volte si puo’ anche un po’ personalizzare. Il limite sta nelle locations: in Lombardia io ne conosco circa una quindicina e non è stato affatto semplice trovarle. Queste cerimonie ovviamente hanno un costo. In genere va dai 200 ai 1000 euro – dipende dal Comune che a volte fa’ un distinguo anche tra i residenti e gli sposi provenienti da altri comuni.

credits: instablogsimages.com

L’alternativa è la cerimonia fittizia. In questo caso gli sposi, con i soli testimoni, vanno il giorno prima o la mattina stessa del matrimonio a firmare i registri in municipio (quindi formalmente si sposano) e poi celebrano una “finta” cerimonia in locations per se stessi e gli ospiti. Sempre piu’ sposi stanno prendendo in considerazione tale tipo di cerimonia che gli permette di scegliere in tutta libertà il luogo dove celebrare il rito e dove festeggiare e che gli permette anche di personalizzare, con musiche, letture, scambio di promesse etc etc la cerimonia. Emotivamente puo’ essere davvero molto impattante e quindi da tenere in considerazione anche nel caso in cui vogliate una romantica cerimonia sulla spiaggia o in un luogo a voi caro.

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

L’arte del ricevere: pranzo in giardino

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: tumblr

Finalmente con l’approssimarsi della Primavera e le sue calde temperature possiamo pensare di organizzare un pranzo in giardino.

Come allestire la vostra tavola dipende molto dal contesto. Se vi trovate in un giardino rigoglioso, elegante e curato vi consiglio di puntare su una bella tovaglia di ottima fattura in cotone o lino. Abbinate dei tovaglioli che si armonizzino o, per creare contrasto, con delle fantasie bucoliche. Vanno benissimo anche i tovaglioli di carta ma quelli stampati con motivi deliziosi che conferiranno alla vostra tavola un tocco di colore. Sceglieteli ed abbinateli con cura alla tovaglia ed ai piatti…

Io adoro i segnaposto. Che siano dei semplici cartoncini bianchi piegati nei quali è semplicemente scritto in bella grafia il nome dell’ospite o segnaposto piu’ fantasiosi (direi sicuramente di buttarsi sui fiori tenendo presente il tema del pranzo) danno un tocco in piu’ alla tavola. Potete anche legare un cartoncino al tovagliolo con un bel nastro in tinta.

Un altro tocco puo’ essere la presenza di un piccolo menu magari scritto a mano poggiato sul tovagliolo o sul piatto. Non deve ovviamente mancare un centrotavola con dei fiori. Deve essere semplice e deve armonizzarsi con il resto della mise en place.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Se il contesto è piu’ “campagnolo” adeguate anche la vostra tavola. Una tovaglia colorata, dei cestini per contenere il pane, tovaglioli di carta – mi raccomando la qualità – stoviglie e posate colorate.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Come menu potete presentare del carpaccio, delle torte salate, del salmone affumicato, formaggi e vari tipi di pane fragrante. Non dimenticate la frutta. Si presentano bene ciotole di fragole o frutti di bosco.

Birdie Shoot (1)-1

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Upside – Cake: albicocche e ciliegie

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credit: Courtesy Random House

Bellissima questa torta in cui la frutta viene messa alla base della torta e poi, dopo averla rovesciata, vi si ritrova in cima. Fra poco usciranno ciliegie ed albicocche e possiamo provare a farla.

La ricetta l’ho scovata su Martha Stewart’s Baking Handbook by Martha Stewart. Copyright © 2010 by Martha Stewart.

Vi riporto la ricetta:

Ingredienti:

  • 1/2 tazza di burro a temperatura ambiente, ed altro per la tortiera
  • 1 tazza ed 1/4 di zucchero
  • 5-6 albicocche fresche medie (circa 1 chilo), dimezzato e snocciolate
  • 350 gr di ciliegie fresche dolci  snocciolate, e tagliate a metà
  • 3/4  di tazza di farina
  • 1/4 di tazza più 2 cucchiai di farina gialla  finissima
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1/4 di  tazza di pasta di mandorle (non il marzapane), sbriciolato
  • 3 uova di grandi dimensioni
  • 1/4 di cucchiaino di estratto di vaniglia puro
  • 1/2  cucchiaino di estratto puro di mandorle
  • 1/2 tazza di latte

Procedimento:

Preriscaldate il forno a 175 º C.  Imburrate il fondo di una tortiera rotonda e foderatela con carta forno. Nella ciotola di un mixer elettrico sbattete 2 cucchiai di burro con  ¼ di tazza di zucchero a media velocità fino a  quando non diventa chiaro e spumoso, circa 2 minuti. Stendete il composto uniformemente sul fondo della teglia preparata. Disponete le metà delle albicocche con il lato tagliato verso il basso nella teglia, intervallando ed usando le ciliegie per riempire gli spazi tra le albicocche. Schiacciate leggermente lo strato di frutta con le mani e mettete da parte la teglia.

In una ciotola media, sbattete insieme la farina, la farina di mais, il lievito e il sale e mettete da parte. Nella ciotola di un mixer elettrico sbattete i rimanenti 6 cucchiai di burro fino a quando il composto non risulti liscio, circa 1 minuto. Aggiungete la pasta di mandorle e ¾ di tazza di zucchero e sbattete fino a quando il composto non risulti chiaro e spumoso, circa 2 minuti.

Aggiungete i tuorli e sbattete fino a quando non risultano ben amalgamati. Aggiungete ed amalgamate gli estratti di vaniglia e mandorla. Aggiungete le farine precedentemente mescolate alternandole con il latte; mi raccomando dovete inziare e finire con la farina. Sbattete con le fruste fino a quando il composto non risulta ben amalgamato.

In una ciotola pulita montate i bianchi d’uovo fino a quando non risultano spumosi. A poco a poco cospargete il bianco d’uovo con il  restante quarto della tazza di zucchero e continuate a sbattere finchè il composto non risulta sodo. Versate il composto di albumi e zucchero sulla pastella e con l’aiuto di una spatola amalgamate delicatamente con un movimento dal basso verso l’alto.

Versate la pastella sopra i frutti che avete precedentemente posto nella teglia lisciandola con una spatola.

Infornate per circa un’ora e dieci minuti la torta verificando poi che inserendo uno stecchino nella torta questo esca pulito r Sfornate e lasciate raffreddare per circa 15 minuti. Con l’aiuto di un coltellino staccate la torta dai bordi della tortiera e poi rovesciate la torta su un piatto da portata. Lasciatela raffreddare completamente  prima di servirla.

La torta puo’ essere conservata per un massimo di tre giorni.

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

La vostra storia dietro un invito

S (1)

Ho già scritto di questo argomento ma ci voglio ritornare  perchè lo considero di estrema importanza nell’organizzazione di un matrimonio…

Come ho piu’ volte ribadito il matrimonio deve parlare degli Sposi, deve esprimere la loro personalità, la loro storia ma deve anche stupire gli ospiti per la cura e la creatività. Pertanto considero basilare  la veste grafica dell’evento che, in quanto unico, deve potersi sempre distinguere.

Pensate di avere un coordinato di partecipazioni, menu, tableau mariage, biglietti di ringraziamento studiati e creati appositamente per voi che raccontino ai vostri ospiti chi siete, cosa amate e che diano un filo conduttore al vostro evento. E’ un lavoro che richiede particolare cura ma la resa è garantita.

Immedesimatevi nei vostri ospiti che riceveranno una partecipazione con una grafica che suggerisce il tema e mood dell’evento. Credo che possa essere molto divertente anche per loro che non si ritroveranno a sbuffare, come di solito avviene, davanti al solito e piatto invito che preannuncia un matrimonio.

Un altro aspetto da tenere in considerazione sono i materiali. Siamo abituati al largo uso della carta di un certo pregio, un certo spessore e invariabilmente bianco o avorio o al massimo qualche colore pastello… In Italia non si è ancora abituati all’esclusivo uso del colore, delle immagini, della grafica ma la tendenza punta in quella direzione. Così come per i materiali: ho trovato estremamente interessante l’uso del plexiglas che dona anche un certo valore alla partecipazione e che puo’ essere conservata ne piu’ ne meno di una bomboniera…

Ho avuto modo di conoscere come lavora un famoso creativo che si è affermato nel mondo Wedding col nome di DiZeta che partendo dalle idee, dalla storia e dai desideri degli Sposi sviluppa un progetto ad hoc ed esclusivo che non verrà mai replicato per nessun’altro. Credo che sia altamente gratificante per una coppia avere un prodotto unico che li rappresenti.

E’ sicuramente da tenere in considerazione per chi ama distinguersi, ma anche per chi è così romantico da voler avere un qualcosa di tangibile che racconti il proprio amore.

Sotto vi riporto alcuni progetti di DiZeta, se volete contattarli potete andare sul sito www.DiZeta.eu

A (1)

DiZeta

H (1)

DiZeta

L (1)

DiZeta

M (1)

DiZeta

 P (1)

DiZeta

  U (1)

DiZeta

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Matrimoni ed Eventi

logo the weddingeve

info@theweddingeve.it

My M&M’s per il matrimonio

Nuova immagine (37)Qualche mese fa’ avevo visto che già negli Stati Uniti si usava personalizzare gli M&M’S per il matrimonio… In Italia erano arrivati solo quelli personalizzabili con frasi o parole ma non con figure. Finalmente anche da noi si possono ordinare gli M&M’S che riproducono la foto degli sposi.

Peraltro si possono scegliere una serie di  combinazioni di colori ed originalissime confezioni.

Io li ho già provati: qualche mese fa’ ordinai una scatola di confettini personalizzati da regalare per un compleanno. Hanno stupito parecchio  sia il festeggiato che gli altri ospiti oltre ad essere ovviamente belli da vedere e buoni da mangiare 😉

Se volete fare qualcosa di originale sono da tenere in considerazione. Il sito è www.mymms.it

Nuova immagine (36)

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Biscotti Cioccolato e Menta

credits: martha stewart

Questi biscotti sono particolarissimi, per gusto e presentazione. Si tratta di biscotti al cioccolato, immersi nel cioccolato bianco e decorato con la menta. Per gli amanti della menta e del cioccolato sono imperdibili.

Di seguito vi spiego come farli:

Ingredienti

  • 1 di tazza di farina 
  • 1/2 tazza  di cacao in polvere senza zucchero
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1/2 cucchiaino di lievito in polvere
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 5 cucchiai di burro  ammorbidito
  • 3/4 di tazza di zucchero
  • 1 uovo grande
  • 1 grande tuorlo d’uovo
  • 3/4 di cucchiaino di estratto di menta piperita puro
  • 30 caramelle alla menta, tritate
  • 100 g di cioccolato bianco tritato grossolanamente

Procedimento

Preriscaldate il forno a 170 gradi.

Setacciare la farina, il cacao, il bicarbonato, il lievito e il sale in una ciotola. Sbattete il burro e lo zucchero con un mixer a velocità medio-alta per 1 minuto. Ridurre la velocità a medio-bassa  e aggiungere l’uovo, poi il tuorlo d’uovo, mescolando bene dopo ogni aggiunta.  Aggiungere l’estratto di menta piperita e poi lentamente il composto con la farina e continuate a sbattere fino a quando non è incorporata. Formate 2 dischi, avvolgeteli ciascuno nella pellicola trasparente e conservate in frigo per un’ora.

Stendete un disco di pasta su una superficie  leggermente infarinata per mezzo cm di  spessore. Mettete nel congelatore fino a quando non diventa dura, circa 15 min, poi utilizzando uno stampo da circa 5 cm di diamentro tagliate dei cerchi e poneteli sulla teglia coperta da carta da forno. Rimettete i biscotti in freezer fino a quando non tornano duri (15 min) e ripetere l’operazione con l’altro disco

Infornate fino a quando i biscotti non sono asciutti al tatto, circa 12 minuti. Trasferite i biscotti su una griglia e lasciateli raffreddare.

Sciogliete il cioccolato bianco a bagnomaria. Togliete dal fuoco. Immergete i biscotti nel cioccolato fuso  ed aiutandovi poi con delle forchette lasciate sgocciolare il cioccolato in eccesso e poneteli su una graticola o su carta forno. Infine decorateli con le caramelle alla menta sbriciolate  e metteteli in frigorifero per circa tre ore.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Matrimoni ed Eventi

info@theweddingeve.it

Temi per il matrimonio: i giochi di luce

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: fivestarholidaydecor.com

Se celebrate il matrimonio nel pomeriggio a cui seguirà una cena, o meglio una serata danzante, dovete assolutamente puntare sulle luci. Che siano artificiali, o meglio quelle soffuse delle candele, dovete allestire al meglio i vostri spazi per creare suggestive atmosfere che avvolgeranno voi ed i vostri ospiti.

Sicuramente per la cerimonia,  sia civile, fittizia o religiosa, non dovete far mancare le candele. Le candele dovranno essere riprese anche nei centrotavola, in alcuni angoli della location piuttosto che nell’allestimento della wedding cake.

Insomma che sia un matrimonio moderno piuttosto che estremamente romantico la luce dovrà avere un ruolo  da protagonista.

Non sottovalutate l’importanza anche di candelabri o di sfere, come quelle a lato, che oltre ad avere un fortissimo potere decorativo potranno, come vedete, creare una atmosfera piu’ intima.

Per esempio un lampadario sospeso ad un albero puo’ creare un angolo molto romantico:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: martha stewart

Delle sfere illuminate potranno anche delimitare degli spazi

O anche delle lanterne…

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: martha stewart

Mentre si possono far scendere sui tavoli una moltitudine di luci di diverse fatture. La resa è assicurata:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: graceheppard.com

The WeddingEve

credits: bright bold beautyful.com

The WeddingEve

elizabethannedesignsstring-fifth

Guardate invece come le luci in questo caso aiutino a creare un’atmosfera fiabesca

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: tumblr.com

Possono anche essere usate per creare dei centrotavola

garland-lights-wedding-centerpiece

Le luci possono anche accentuare un’atmosfera un po’ country

il_fullxfull.313148643

Anche per una cerimonia piu’ intima piuttosto che per una festa in giardino o in terrazza potete prendere spunto

Credo che ora abbiate capito la differenza che puo’ fare un allestimento luminoso ben progettato, non sottovalutatelo!

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Temi per il matrimonio: il cioccolato

Delizia e debolezza di molti, perchè non pensare al cioccolato come tema base per il vostro matrimonio? E’ un colore caldo e particolare ma anche un gusto che puo’ trovare mille abbinamenti ed allora per non fare le solite cose perchè non giocarci sopra?

Possiamo trovare ispirazione dai vari gusti tipo gianduia, latte, fondente, bianco … Oppure agli abbinamenti magari con le pere, il peperoncino, caramello, caffè o le varie creme ed i frutti. E se invece ci si ispirasse al film “La Fabbrica di Cioccolato” oppure il piu’ romantico “Chocolat”… Le fonti di ispirazione sono davvero infinite.

Intanto partiamo dai colori che si possono utilizzare:

possiamo partire da un’azzurro Tiffany che sta benissimo con le note del cioccolato

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: primadonnabride.co.za

Oppure i toni del verde un po’ acido

chocolate-brown-and-lime-green1

Cosa ne pensate invece del lilla e del violetto?

Chocolate-Brown-and-Lilac-Purple-Wedding

O  un piu’ romantico rosa antico 🙂

claret-and-gold1

O anche un rosa confetto va bene…

Mi piace molto anche l’abbinamento con il color prugna. Molto elegante direi…

Infine mi piace anche il piu’ sobrio ed elegante beige o avorio

Vediamo ora qualche idea per le partecipazioni… Cosa ne dite di una barretta di cioccolato?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Oppure di partecipazioni che richiamino il colore del cioccolato

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: artwedding.com

Passiamo a qualche decorazione:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: etsy.com

Credo che il termine piu’ ricercato nei vari siti di matrimonio sia “Tableau Mariage”. Ed allora voglio accontentarvi…

Innanzittutto potete pensare di chiamare ogni tavolo con il nome di un gusto o un tipo di cioccolato o una combinazione di gusti… Personalmente non farei un tableau magari a forma di cioccolatino o con dei colori che seppur belli richiamino la palette sopra indicata; punterei piuttosto sui segnaposto – i favors americani – che in ordine alfabetico indicano all’invitato quale è il suo tavolo.  Del resto questo segnaposto rappresenta anche un graziosissimo regalo…

1110518_f520

edible_placecards_lg

Godivia wedding favor packaging

Wedding-Favors-Chocolate

Io li trovo deliziosi e particolari.

Invece come si potrebbe decorare la tavola?

cf05095e8552ee51eaf2dfb849ec12f1_m

cupcake centerpieces

Rehearsal Dinner1 018

wa102412_fal06_18_xl

Poi ci sono le Wedding Cake

tradiswedding com

Trovo questa torta ADORABILE, ovviamente era sul sito di Martha Stewart

Ovviamente invece della classica confettata dovrete proporre un’abbondante e fantasiosa selezione di cioccolatini… Mi raccomando cercate di pensare anche a tanta frutta da servire con il cioccolato per variare un po’ il gusto…

Screen shot 2011-05-12 at 11.27.23 AM     Screen shot 2011-05-12 at 11.27.31 AM

Infine bisognerà pensare alle bomboniere… A tal proposito la Godiva propone delle belle idee:

Ed infine non trovate bellissime queste barrette di cioccolato personalizzate?

candy-stripes

Su questo sito http://www.cioccolatinipersonalizzati.com potrete ordinarle personalizzate…

Credo che ora abbiate un po’ di ispirazioni per organizzare il vostro Matrimonio a tema.

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Feste a tema: Baby Shower

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoNegli Stati Uniti il Baby Shower è il tradizionale festeggiamento con cui si accoglie la futura nascita di un bambino.

Durante questa festa i genitori, o meglio la mamma, ricevono dagli invitati una serie di regali che saranno utili per il nascituro come i vestitini, i passeggini, scalda biberon, corredino etc etc. Il termine shower, ovvero doccia, vorrebbe dire “fare una doccia di regali” alla futura mamma.

Anche in Italia sta prendendo piede questa moda. Ci sono agenzie specializzate nell’organizzazione di questi eventi anche se io penso che sia carino che siano le amiche della futura mamma ad organizzare questa festicciola.

In ogni caso, sia che sia la futura mamma, o le amiche vediamo come si puo’ organizzare…

Sia che si preferisca il tradizionale o il moderno bisogna comunque scegliere un tema che leghi in modo semplice tutti gli elementi della festa: inviti, decorazioni, menu e altro ancora. Ricordate, il tema scelto non deve essere sopra le righe: la star dello show deve sempre essere la nuova mamma.
Quando si organizza uno shower baby bisogna tener conto dei gusti e degli interessi della “festeggiata”.  Ovviamente niente di formale, anzi deve essere tutto divertente, colorato, anche un po’ “chiassoso”. L’ambiente deve essere accogliente e, come al solito, curato!

Elementi che non devono mancare quindi sono: inviti, decorazioni, menu, regalino per gli ospiti.

Organizzate un bel buffet con dolci o anche salati. Per trarre ispirazione potete leggere questo articolo: come organizzare un buffet

Mi raccomando deve essere tutto estremamente allegro ed elegante. Inoltre allestite un altro tavolo con i regali per la futura mamma. Come detto sopra dovrete scegliere cose spiritose ma anche utili, una sorta di “lista nozze” ma per il bambino.

Non dimenticate un’allegra torta o cupcakes che richiamino il tema della festa. Cosa ne dite di questi deliziosi dolcetti?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: martha stewart

O questa torta?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Infine vi posto qualche immagine da cui potete trarre ispirazione:

spring

Spread

owl-couple-baby-shower

owl

mld104127_0509_opener4_xl

Heather-Baby-Shower-blog-0001

collage-1024x791(pp_w894_h690)

bag paper

baby-shower-ideas

DSC_0820 The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Infine potete pensare ad un regalo per la futura mamma… Una raccolta di filastrocche, le vostre preferite, raccolte in un libricino finemente rilegato e personalizzato magari con le vostre foto – un po’ spiritose – e le vostre firme 😉

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Barrette con burro di arachidi e marmellata

Peanut Butter and Jelly Bars

Rivalutato il burro di arachidi sono andata a cercare qualche ricettina in giro per il web. In questo caso ancora Martha Stewart ci regala un dolce particolare ma goloso che mischia il dolce della marmellata al gusto un po’ salato del burro di arachidi e delle arachidi fatte a pezzetti. Farlo è davvero facile…

Ingredienti

  • 1 tazza di burro non salato, a temperatura ambiente, ed altro per la teglia
  • 3 tazze di farina, ed altro per la teglia
  • 1 tazza e 1/2  di zucchero
  • 2 uova grandi
  • 2 tazze e 1/2  di burro di arachide
  • 1 cucchiaino e 1/2  di sale
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia puro
  • 1 tazza e 1/2  di marmellata di fragole
  • 2/3 di tazza di arachidi salate, tritate grossolanamente

Preparazione:

Riscaldate il forno a 175 gradi. Ungete una teglia da circa 20 per 30 cm con burro  e disponeteci sopra la carta da forno. Imburrate la carta e poi passateci sopra la farina, quindi mettete la teglia da parte.

Mettete il burro e lo zucchero nella ciotola e con un mixer elettrico sbattete a velocità medio alta per qualche minuto. A media velocità aggiungete poi le uova ed il burro di arachidi quindi continuate a sbattere per circa due minuti fino a quando il composto non risulta omogeneo.
Miscelate insieme il sale, il lievito e la farina. Aggiungete tali ingredienti alla ciotola con il composto sopra preparato  e con lo sbattitore a bassa velocità  mescolate; aggiungete infine la vaniglia. Trasferite i due terzi della miscela sulla teglia preparata distribuendola in modo uniforme con la spatola. Sempre con l’aiuto della spatola cospargete la marmellata sul composto nella teglia in modo uniforme. Infine ricoprite con il restante composto di burro di arachidi e le arachidi sbriciolate.

Infornate fino a doratura, circa 45 minuti. Trasferite poi su una rastrelliera per far raffreddare ed infine tagliate in circa 36 barrette.

Eva D’Angiola

logo the weddingeve

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

L’arte del ricevere: la colazione

The WeddingEve - Wedding Planner MilanoSia che siate da soli in famiglia o che abbiate ospiti la colazione è sicuramente uno dei momenti da non trascurare. Anzi le coccole mattutine, la convivialità sono il modo migliore per iniziare la giornata.

Scopriamo come organizzare una perfetta colazione.

In caso abbiate ospiti allestite la vostra tavola con una grande tovaglia bianca, di quelle eleganti, che arrivano fino a terra. Potete anche sovrapporci sopra una tovaglia piu’ piccola, delicatamente colorata. Questo dipende dal vostro gusto. A me personalmente il bianco piace molto.

Usate il vostro servizio piu’ bello, quindi via alle porcellane anche finemente decorate, le cristallerie, gli argenti. Non dimenticatevi dei fiori freschi: potete usare una semplice rosa in un vaso di cristallo o una piu’ complessa composizione. Ma anche un delicato mazzo di fiori come in figura va benissimo.

Nel caso di una colazione informale in famiglia potete escludere la tovaglia e puntare su graziose ma comunque eleganti tovagliette. Se avete un bel tavolo, magari di quelli rustici – come nella foto sotto – potete elegantemente decorarlo senza tovaglia.

Il country chic in questo caso è indicatissimo pero’ siate attenti ad abbinare le giuste stoviglie.

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: timticks.com

Non dimenticate una musica dolce e leggera che accompagni l’atmosfera mattutina.

Cosa possiamo preparare? Io adoro la classica colazione italiana ma per chi ama anche il salato vediamo le varianti.

Innanzittutto le bevande: non devono mancare the, caffè, cappuccino, latte e caffè e succhi vari tra cui l’immancabile succo d’arancia. Poi potete mettere a tavola dei fragranti croissants (potete comprare quelli surgelati e infornarli poco prima di servirli), pane tostato, pane fresco di diverse fatture (al burro, al latte, etc etc). Non dimenticate i diversi tipi di marmellata servita in graziosi vasetti o in ciotoline, miele, burro (se volete davvero essere eleganti lavoratelo a riccioli), ovviamente nutella – non ne potrei fare a meno. Poi non deve mancare della frutta, meglio se tagliata. Non dovete per forza fare una macedonia, anzi è meglio lasciare agli ospiti la possibilità di scegliere quale frutta mangiare.

In ultimo non dimenticate i cereali o comunque il muesli da presentare con dello yogurt.

Se poi vogliamo cucinare qualcosa possiamo puntare sui pancake, delle torte o crostate. Anche delle crepe vanno bene.

Nel caso vogliate invece aggiungere qualcosa di salato non dimenticatevi delle uova che potete cucinare in diversi modi: omelette, uova strapazzate, in camicia, sode, alla coque. Non deve mancare la pancetta e se volete esagerare dei piccoli wustel cotti in acqua calda. E poi salumi, formaggi…

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: Favim.com

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: bloved weddings.com

Per concludere voglio postarvi la ricetta del Pain Perdu con la composta di albicocche:

Ingredienti:

  • 1/2 baccello di vaniglia
  • 40 cl di panna fresca
  • 4 tuorli
  • 80 gr di zucchero
  • 1 pan brioche rotondo di 20 cm di altezza
  • 1 noce di burro
  • 500 gr di albicocche fresche
  • 50 gr di zucchero
  • 20 gr di succo di limone

Preparazione:

Con un coltellino tagliate nel mezzo, nel senso della lunghezza, il baccello di vaniglia e grattare l’interno ricavandone la polpa. Intanto versate la panna in una casseruola e versateci dentro il baccello e la sua polpa. Portate quindi a leggera ebollizione. Spegnete, coprite e lasciate in infusione per circa un’ora. Dopo eliminate il baccello di vaniglia.

Nel frattempo lavate le albicocche, snocciolatele e tagliatele a pezzetti. Metteteli in una casseruola con lo zucchero e fate andare a fuoco medio, mescolando spesso. Quando, dopo circa 25 minuti, il tutto è ridotto in composta incorporate il succo di limone e tenete da parte.

Sbattete i tuorli e lo zucchero in una ciotola fino a quando il composto diventa chiaro. Aggiungete la panna lasciata in infusione, mescolando con una spatola.

Ricavate dal pan brioche 4 fette dallo spessore di circa 2 cm e privatele della crosta. Scaldate il burro in un’ampia padella. Inzuppate le fette di pan brioche da entrambi i lati nel composto preparato, sgocciolatele leggermente e trasferitele nella padella. Cuocetele circa 1 minuto per lato, finchè saranno dorate. Servite subito, accompagnando con la composta di albicocche.

Continuiamo con qualche foto di ispirazione:

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: sabrinako

Ora sapete come organizzare una perfetta colazione.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it

Banane ricoperte di cioccolato

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Facilissimi e belli questi bastoncini con banana e cioccolato. Farete la felicità dei vostri bimbi ma presentati in un buffet di dolci anche quella dei vostri ospiti 🙂 Del resto l’abbinamento della banana con il cioccolato è irresistibile.

Vi riporto la ricetta, davvero semplice semplice:

Ingredienti

  • 250 gr di cioccolato semidolce
  • 6 bastoncini per ghiaccioli o spiedini di legno
  • 2 banane, sbucciate e tagliate trasversalmente in tre parti
  • mezza tazza di arachidi salate tritate grossolanamente

Indicazioni

Mettete il cioccolato a sciogliere  a bagno maria.
Intanto foderate una teglia con carta da forno. Inserite un bastoncino da  ghiacciolo in ogni pezzo di banana facendo attenzione che non si rompano. Immergete quindi ogni banana nel cioccolato. Cospargete infine ogni banana di arachidi tritati e disponete sulla teglia coperta da carta da forno. Mettete la teglia in frigorifero fino a quando il cioccolato non si sarà solidificato, ci vogliono circa 20 minuti.

Potete conservarle in frigorifero fino a tre giorni.

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

scrivimi: info@theweddingeve.it

Temi per il matrimonio: Wedding Brunch

The WeddingEve - Wedding Planner MialnoIn Italia, ormai molto sensibile alle mode americane, sta andando molto il Brunch.

Per chi non sapesse di cosa si tratta: il brunch è un pasto che sta a metà tra colazione e pranzo (appunto è l’unione delle due parole Breakfast e Lunch) e quindi di fatto prevede sia il dolce che il salato.

La caratteristica del brunch è l’informalità. Si puo’ organizzare allestendo dei ricchi buffet elegantemente decorati all’esterno, per esempio in un contesto molto bucolico, o anche sotto un bel pergolato.

E’ una soluzione diversa, piu’ economica, ma accattivante. E’ bello poter stupire i propri ospiti con qualcosa di nuovo e differente dal solito lungo pasto – anche se la tendenza è rimanere al tavolo il meno possibile. Ovviamente si salta tutta la parte degli aperitivi e ci si serve a Buffet (se volete organizzarlo a casa vi consiglio di dare un’occhio all’articolo su  come organizzare un Buffet).

Il buffet deve essere composto da diverse isole, quella del dolce, del salato e delle bevande. In quella del dolce libero sfogo a diversi tipi di torte, muffins, croissants, crostate,  biscotti, cupcakes, ciambelline, macaroons, madeleines, bignè ripieni di crema, marmellate, miele, ed anche diversi tipi di yogurt presentati in sfiziose monoporzioni riccamente decorate… e poi frutta tagliata a pezzi, macedonie diverse, fragole intinte nel cioccolato così come le banane, sorbetti e via con la fantasia. Mi raccomando non siate mai noiosi! Ah, ovviamente non dimenticate ricchi cesti con diversi tipi di pane.

Nell’isola del salato affettati, bretzel, formaggi, torte salate, soufflè, pancakes, toast, insalate, rosti, pomodori verdi fritti, Quiche…

Consiglio vivamente anche l’isola delle uova che in un Brunch che si rispetti non deve mancare. Meglio se gestita da un paio di chef che al momento possono preparare uova alla benedict, uova in camicia con bacon, diversi tipi di omelette, uova strapazzate, tutte combinate con vari tipi di verdure, ratatouille; e ancora croque monsieur…

Infine l’isola delle bevande in cui devono prendere spazio diversi tipi di scucchi di frutta,latte,  the, caffè, cocktails, vini…

Per quanto riguarda la Wedding Cake io vi consiglio di ricercare qualcosa di diverso. Dopo aver servito diversi tipi di torte durante il brunch potrebbe perdere di interesse il taglio di una torta ufficiale. Perchè non pensare ad una serie di piccole tortine oppure una piramide di cupcakes?

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

Per le decorazioni puntate su mazzi di fiori piuttosto che su composizioni tipo centrotavola. Hanno un aspetto piu’ campagnolo che si combina meglio con il tema. Inoltre potete pensare ad un tableau fatto con dei cartoncini appesi ad un alberlo e come bomboniere delle piccole crostate da portarsi via oppure dei sacchetti di caramelle, biscotti o, perchè no, una piantina o dei bulbi da piantare.

Vi posto qualche foto da dove potrete trarre ispirazione…

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: ashleigh taylor photography

The WeddingEve - Wedding Planner Milano

credits: ashleigh taylor photography

credits: ashleigh taylor photography

ashleigh taylor photography4

credits: ashleigh taylor photography

bridal-shower-brunch-ideas

cherry blossom escort cards

final-tables

hellebore bouquet from Martha Stewart Weddings

ibb-1285285018

Katie Osikowicz

martha_stewart_table_3

mimosabar

project wedding2

south bound bride

tahoeunveiled

the sweetest occasion

tiffany-blue-baby-pink-wedding-inspiration-board-600x561

Eva D’Angiola

The WeddingEve – Wedding Planner Milano

info@theweddingeve.it